GOVERNI LOCALI /
Via al premio "Costruiamo il welfare di domani"
Fino al 10 settembre è possibile candidarsi al premio che valorizza l’innovazione sociale
03 luglio 2014

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali, l’Istituto per la ricerca sociale e Prospettive Sociali e Sanitarie propongono il premio “Costruiamo il welfare di domani”, finalizzato a promuovere, riconoscere e valorizzare le buone prassi che oggi, ai diversi livelli di lavoro, coltivano e praticano idee e iniziative di cambiamento, sviluppo e miglioramento, nella logica della proposta di riforma del welfare di Irs e PSS.

Il contesto

Il premio fa seguito alla ricerca di Irs, Capp: “Disegniamo il Welfare di domani. Una proposta di riforma dell’assistenza attuale fattibile” (n.20-22/2011), pubblicata da Prospettive Sociali e Sanitarie e presentata al Convegno tenutosi a Milano il 29 settembre 2011.

L’idea è che l’aggravarsi e il prolungarsi della crisi genera oggi una proliferazione di situazioni a rischio e, via via, di casi di bisogno conclamato, con crescente danno sociale e aumento dei costi per interventi mentre, parallelamente, assistiamo a disinvestimento e smantellamento del sistema di welfare a seguito delle politiche rigorose di taglio della spesa pubblica. In tale fase sembra essenziale assumere un’ottica e un impegno di riforma e di cambiamento fin dal livello territoriale e professionale, per non assistere passivamente ad una crisi e regressione delle politiche e delle azioni sociali che conduca ad ulteriori disinvestimenti nel welfare.

In questo quadro il CNOAS e IRS -PSS concordano sul fatto che per dare rilevanza e una solida base alle proposte di riforma e, allo stesso tempo, ridare senso ed energia al lavoro nei servizi, è necessario assumere e perseguire concretamente scelte e criteri di cambiamento, di innovazione, “di riforma”, a tutti i livelli nei quali si producono politiche e interventi sociali. Il premio nasce infatti dalla convinzione che anche ora è possibile realizzare esperienze di successo e di cambiamento nel lavoro sociale, nonostante la scarsità delle risorse disponibili, informando il comportamento professionale ad un’ottica progettuale focalizzata sull’efficacia degli interventi e la loro equità distributiva, sull’integrazione delle varie risorse e opportunità esistenti nei beneficiari, negli operatori, sul territorio, per recuperare così il senso, il valore, la soddisfazione del buon lavoro sociale.

I criteri di selezione

E’ sulla base di queste premesse che è stato istituito il premio “Costruiamo il welfare di domani”, finalizzato appunto a promuovere, riconoscere e valorizzare le buone prassi che oggi, ai diversi livelli di lavoro nel welfare, coltivano e praticano, in campo istituzionale, organizzativo, operativo, professionale, idee e iniziative di cambiamento, sviluppo e miglioramento, nella logica della proposta di riforma del welfare di Irs e PSS .

Secondo il regolamento saranno premiate le esperienze che rispondano ad almeno 2 dei seguenti criteri:

  • attenzione e sviluppo dell’efficacia di servizi e prestazioni;
  • promozione di esperienze di universalismo selettivo;
  • riequilibrio fra promozione di più servizi e distribuzioni monetarie non controllate;
  • valorizzazione della dimensione territoriale e promozione della coesione sociale;
  • promozione di iniziative e percorsi per l’effettiva integrazione fra gli attori e le loro organizzazioni nella progettazione dell’intervento e nell’erogazione delle prestazioni all’utente.

Non saranno considerati progetti ancora da implementare, ma esclusivamente esperienze già in essere.
L’esperienza dovrà essere presentata sotto forma di articolo di minimo 16.500 battute e massimo 22.000 battute (4 pp. di PSS). Gli articoli, per concorrere al premio, dovranno essere inviati alla redazione di PSS entro e non oltre il 10 settembre 2014.

Il premio

Ciascun contributo sarà valutato da un’apposita commissione composta da 2 valutatori CNOAS e 2 valutatori Irs-PSS e i 10 articoli più significativi verranno pubblicati su un Quid dal titolo: “Costruiamo il nuovo welfare: buone prassi per le politiche sociali di domani”, con presentazione di Emanuele Ranci Ortigosa.

Il premio consisterà in un riconoscimento ufficiale del CNOAS, la pubblicazione su PSS e su un Quid riassuntivo, la partecipazione a un seminario di presentazione delle esperienze e l’abbonamento gratuito a PSS per il 2015.

In un convegno pubblico che si terrà nel prossimo autunno o inverno 2014–2015, saranno infine presentati il volume e le esperienze pubblicate.

Per informazioni leggi il regolamento o visita il sito.

Riferimenti

Regolamento

Il sito del concorso

Disegnamo il welfare di domani

Torna all'inizio
 

 
NON compilare questo campo