Luciano Pallini

Laureato in Economia e Commercio presso la Facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Firenze, tra il 1975 ed il 1988 ricopre cariche elettive presso il Comune di Pistoia. Dall'ottobre 1988 si dedica ad attività di ricerca economica, di assistenza per politiche di sviluppo locale e di consulenza alle imprese. Attualmente svolge attività di coordinamento del Centro Studi ANCE Toscana occupandosi di economia delle costruzioni e di economia regionale ed urbana (ultimo paper con S. Pucci sulla competitività della Toscana secondo il Regional Competitiveness Index 2016" e del Centro Studi della Fondazione Turati di Pistoia per la quale lavora in particolare sul tema della condizione degli anziani e delle politiche sociali e sanitarie loro dedicate (recentemente ha curato con R. Gambassi "Gli anziani e la questione abitativa in Toscana"). Presiede l'Associazione E.S.T. Economia Società Territorio con sede a Venezia con la quale elabora progetti di sviluppo basati sulle risorse locali, in particolare i beni culturali.

 

 
Il fenomeno dei flussi migratori, quale impatto sul futuro del nostro Paese?
Proseguendo l'analisi di contesto sull'immigrazione che vi abbiamo proposto nei giorni scorsi, ci soffermiamo con questo approfondimento sul tema specifico dei flussi migratori con un'analisi dettagliata relativa al nostro Paese. In particolare, in questo articolo Luciano Pallini riprende e analizza i dati relativi al numero di sbarchi avvenuti in Italia negli ultimi anni, il numero di richieste di asilo e di protezione internazionale e i risultati del sistema degli SPRAR.
 
Immigrazione in Italia: alcuni dati per valutare informati
Il tema dell'immigrazione divide le opinioni pubbliche di tutti i Paesi verso i quali si indirizzano recenti, imponenti flussi migratori. L'Italia non fa eccezione: ci si divide in base alla maggior o minore conformità dei diversi giudizi, all'insegnamento della religione, agli ideali politici e culturali. Attraverso l'analisi di Luciano Pallini, vi proponiamo una riflessione utile ad inquadrare il tema in tutta la sua complessità a cui seguirà, nei prossimi giorni, un approfondimento specifico sul fenomeno delle migrazioni.