Barbara Payra

Barbara Payra si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Torino nel 2003, con un anno di frequenza presso University College Dublin (IRL), ed ha ottenuto una specializzazione in “Management per aziende non profit” presso l’Università Bocconi di Milano nel 2006. Ha lavorato in area formativa e sociale, come assistente ai progetti di life long learning e vocational training presso l’Agenzia UE European Training Foudation, insegnante in scuola primaria e nell’adult learning, project-manager in progetti di inserimento sociale, di formazione e di conciliazione (principalmente finanziati da European Social Fund e fondazioni bancarie), responsabile sistemi gestione qualità nei settori socio-sanitario ed educativo e come responsabile di comunità di accoglienza per richiedenti asilo. Dal 2009 al 2014, è stata assessore al turismo, pari opportunità, gemellaggi, cooperazione e progetti internazionali presso il Comune di Torre Pellice (TO). E’ stata membro della Consulta delle Elette della Provincia di Torino, delegata alConvention & Visitors Bureau Turismo Torino e Provincia, componente del Direttivo allargato del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino. Nel 2014 ha conseguito un Master di II livello in Public Policy and Social Change presso il Collegio Carlo Alberto (TO), con una tesi in politiche d’integrazione “Piedmont’s regional immigrant integration programmes: towards a social investment strategy?”.  Attualmente lavora come insegnante di lingua e civiltà inglese presso il MIUR e come ricercatrice e formatrice per il Laboratorio di Secondo Welfare presso il Centro di Ricerca e Documentazione Einaudi di Torino, per il quale si è occupata prevalentemente di mutualità di territorio. E’ membro del Direttivo AICCRE (Sezione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), incaricata del tavolo “Gemellaggi e progetti internazionali” e membro della commissione “Flussi Migratori, Asilo e Cooperazione”. I suoi interessi di ricerca riguardano le politiche educative, dell’istruzione, dell’integrazione e inclusione sociale degli stranieri. Altro campo di interesse è la mutualità di territorio: la costruzione di un sistema territorio in cui molteplici attori pubblici e privati possano condividere obiettivi e collaborare per trovare soluzioni efficaci e innovative ai bisogni emergenti delle famiglie.

 
Alternanza Scuola-Lavoro: nascono la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e un Osservatorio
Nella Gazzetta Ufficiale del 21 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto interministeriale che istituisce la Carta dei diritti e doveri degli studenti che compiono un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro. Inoltre, nel corso del mese di gennaio 2018, il Miur ha fondato un Osservatorio che si occuperà di monitorare la qualità di tali percorsi. Si tratta di due strumenti fondamentali per il futuro dell'Alternanza. In questo articolo vi spieghiamo a cosa servono e come funzionano.
 
Work in Class: soluzioni innovative per la scuola
La Compagnia di San Paolo di Torino ha deciso di lanciare il Challenge award Work-in-Class. Si tratta di una particolare forma di premio destinato alle proposte più brillanti nel campo dell'alternanza scuola-lavoro e dell'uso alternativo delle strutture scolastiche, realizzate da start up sociali. A disposizione due premi che possono arrivare ad un massimo di 50 mila euro. C'è tempo fino al 31 luglio 2017 per partecipare.
 
Sostenere il cinema itinerante grazie al crowdfunding: la campagna di Moving TFF 2017
Il Moving TFF è una rassegna cinematografica itinerante per la città di Torino, nata nel 2012 con l’intento di valorizzare la storia del Torino Film Festival e di portare gratuitamente i film delle precedenti edizioni fuori dalle sale cinematografiche del centro, per raggiungere luoghi inusuali e periferici alla ricerca di nuovi pubblici. In occasione della sesta edizione della rassegna – prevista per ottobre 2017 - gli organizzatori hanno ideato una campagna di crowfunding, il cui ricavato sarà destinato a espandere l'iniziativa.In occasione della sesta edizione della rassegna – prevista per ottobre 2017 - gli organizzatori hanno ideato una campagna di crowfunding, il cui ricavato sarà destinato a espandere il Moving TFF, coinvolgendo luoghi ancora più inusuali nei quali il cinema non rappresenta l’attività principale, rifunzionalizzando delle location particolari.
 
Sviluppo delle competenze: dalla UE nuove opportunità per gli adulti
La Commissione Europea con il bando "Awareness-raising activities on Upskillling pathways: new opportunities for adults"ha stanziato un milione di euro per sostenere progetti volti al miglioramento del livello di competenze negli adulti. Fino al 30 giugno 2017 gli enti pubblici incaricati della formazione a livello regionale o nazionale, in partenariato con attori pubblici e privati, potranno presentare progetti che vanno in questa direzione.
 
Youth in Action for Sustainable Development Goals: 180 idee, 93 ammesse
Nei giorni scorsi si è conclusa la prima fase di “Youth in Action for Sustainable Development Goals”, il concorso promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per raccogliere e premiare le migliori idee progettuali di giovani universitari under 30 in grado di favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) in Italia. Il 6 giugno a Milano saranno annunciati i vincitori.
 
La Buona Scuola: cosa prevedono i decreti attuativi?
Lo scorso 7 aprile, il Consiglio dei Ministri ha approvato otto provvedimenti, esercitando otto delle nove deleghe previste dalla legge di riforma sulla scuola approvata a luglio del 2015. La nona riguardava la revisione del Testo unico sulla scuola per la quale è previsto un disegno di legge delega specifico e successivo. Barbara Payra analizza i punti trattati da ogni provvedimento.
 
Al via il concorso per diffondere la cultura della sostenibilità nelle scuole
Dal 7 marzo scorso è online il bando di concorso nazionale "Facciamo 17 goal. Trasformare il nostro mondo: l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile" promosso dal Ministero dell’Istruzione e dall'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. Scopo dell'iniziativa è quello di favorire la diffusione di una cultura della sostenibilità tra i più giovani e di richiamare la loro attenzione sui limiti dell'attuale modello di sviluppo umano e sociale, incoraggiando una visione integrata e sostenibile delle diverse dimensioni di sviluppo.
 
Below 10: un'iniziativa internazionale per contrastare l'abbandono scolastico in provincia di Cuneo
Below 10 è un progetto internazionale volto a ridurre il tasso di abbandono scolastico. Promosso da un ricco partenariato, composto da 9 enti di 6 differenti Paesi, si pone l’obiettivo di sviluppare una ricerca-azione di lotta alla demotivazione degli studenti e all’abbandono scolastico precoce. In questo contributo vi raccontiamo le prospettive italiane dell'iniziativa, che ne nel nostro Paese è sostenuta da Fondazione CRC e dall'Azienda di Formazione Professionale di Dronero.
 
Quali prospettive per la mutualità in Piemonte?
Nel corso del convegno “Le prospettive della mutualità alla luce dell’analisi dei fabbisogni socio-sanitari in alcune aree della Città metropolitana e del Cuneese” svoltosi venerdì 14 ottobre presso il Consiglio regionale del Piemonte in occasione del 20° Anniversario della Società Mutua Pinerolese, sono stati presentati i risultati di una ricerca svolta da Percorsi di secondo welfare su commissione dalla Mutua Pinerolese. Vi prensentiamo alcuni dei dati e delle indicazioni più interessanti emersi nel corso della ricerca.
 
Save the Children's strategy to fight educational poverty
Access to knowledge and culture remains a problem for many children in Italy, in particular for those who are born in underprivileged familiar contexts. This is the bitter reality that emerges from “Illuminiamo il futuro 2030”, Save the Children’s research launched in 2014 and specifically dedicated to educational poverty. In this paper, Save the Children has identified a strategy to “illuminate the future” of children who live in Italy and to eliminate educational poverty before 2030.
 
A brighter future for Europe: Innovation, integration and the migrant crisis
On the eleventh and the twelfth of April, an event promoted by the European Commission - in collaboration with Impact Hub Siracusa - entitled “A brighter future for Europe: Innovation, integration and the migrant crisis” took place in Siracusa. The event (that lasts one day and a half) aimed at exploring integration policies and practices for migrants within Member States while connecting and creating new synergies between projects for future collaborations.
 
Cosa si attendono i giovani dal futuro? Il Premio GNP2016 racconta le loro aspettative
Dal 10 al 12 maggio si svolgerà in Piazza del Plebiscito a Napoli la Giornata Nazionale della Previdenza e del Lavoro. In vista dell'evento, in collaborazione con Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, è stato lanciato il Premio GNP2016, che chiede ai giovani delle scuole secondarie di II grado di raccontare, in un video di 30 secondi, come si immaginano e cosa si aspettano dalla loro vita futura.
 
Un futuro migliore per l’Europa: innovazione, integrazione e migrazione
L'11 e 12 aprile si terrà a Siracusa un evento di Social Innovation Europe, promosso dalla Commissione Europea in collaborazione con Impact Hub Siracusa, intitolato "Un futuro migliore per l’Europa: innovazione, integrazione e migrazione". L'intento dell'evento è quello di esplorare le politiche e le pratiche di integrazione dei migranti nei Paesi UE, in modo da connettere e creare nuove sinergie tra i progetti per sviluppare future collaborazioni per affrontare la sfida migratoria.
 
A Torino parte il progetto Youth Work Net
Il 16 marzo ha preso ufficialmente avvio Youth Work Net, progetto di politiche attive del lavoro pensato per i giovani tra i 18 e i 25 anni residenti nell'area torinese, promosso dalla Cooperativa Sociale Madiba e dalla Cooperativa Sociale I.So.La grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo. Per capire i dettagli dell'iniziativa ne abbiamo parlato con i suoi responsabili: Enrico Da Vià, Fabio di Falco e Andrea Panero Geymet.
 
Quale futuro per i nostri diplomati?
Il rapporto AlmaDiploma 2016, che scaturisce dalla decima Indagine sugli Esiti a distanza dei Diplomato, vuole essere funzionale sia alle politiche per l’orientamento sia al miglioramento del rapporto fra formazione/istruzione e mondo del lavoro. Tutto questo nell’ottica del contrasto alla dispersione scolastica e al fenomeno dei NEET (giovani di 15-29 anni né occupati né impegnati in percorsi formativi o educativi) che in Italia interessa il 26% dei giovani (il 10% in più rispetto alla media europea).
 
Italian Mutual Aid Societies
Italian public healthcare cannot provide all services requested by a new society that is increasingly demanding, because of the social and cultural changes. Furthermore the long-lasting-economic crisis has exacerbated the situation by contributing to the impoverishment of Italian families and by increasing the number of people who fit in the ‘grey slot’ and who do not have the means to access private healthcare. In this context, it is fundamental to start a fruitful collaboration between public and private actors in order to elaborate and strengthen health sector proposals directed at satisfying citizens’ needs.
 
Laboratorio Share 2016
Come salvaguardare alti standard di welfare in modo sostenibile, trasformando il “libro dei sogni” in politiche concrete e realizzabili? Quali sono i modelli e le idee innovative che possono offrire soluzioni? Qual è il contributo del Terzo Settore a questo processo? Sono queste le domande che aprono il percorso del Laboratorio Share2016 di Torino: il primo incontro è stato dedicato al tema della modalità attraverso cui è possibile finanziare il welfare.
 
La mutualità di territorio
Il Servizio Sanitario Nazionale da solo non riesce più a dare una risposta alle crescenti esigenze di una società in rapida trasformazione. In questo contesto è necessario avviare una proficua collaborazione tra soggetti pubblici e privati per realizzare proposte di assistenza sanitaria integrativa tese a soddisfare i nuovi bisogni dei cittadini: tra questi attori ci le Società di Mutuo Soccorso che ricoprono un ruolo fondamentale nella costruzione del welfare sussidiario.
 
A teatro….Contiamo Insieme
Il 14 dicembre a Torino è andato in scena lo spettacolo di Teatro forum “Dindi, grana, spiccioli e altre quisquilie!”. La serata è il frutto di un percorso teatrale sul tema delle difficoltà economiche svolto nell’ambito del progetto Contiamo Insieme, sviluppato da ActionAid in partnership con l'Associazione TeatroContesto, il CEPSI, il Dipartimento di Psicologia dell'Università degli Studi di Torino e realizzato grazie alla collaborazione della Città Metropolitana di Torino e il sostegno della Compagnia di San Paolo.
 
Al via SIBEC, la Scuola Italiana Beni Comuni
Da marzo 2016 prenderà il via la prima scuola nazionale per la formazione alla gestione condivisa dei beni comuni, promossa da Euricse, Labsus e l’Università degli Studi di Trento, con il sostegno di IFEL Fondazione Anci. La scuola si propone di formare professionisti in grado di contribuire alla rivitalizzazione dell’enorme patrimonio pubblico italiano e alla creazione di nuove opportunità di sviluppo e di occupazione per la comunità.
 
 
Pagina 1 2