Tag: welfare

 
Il Gruppo Numero Blu Servizi investe 2,5 milioni di euro per smart working e welfare aziendale
Il Gruppo Numero Blu Servizi ha avviato un progetto per consolidare le iniziative di smart working e di welfare aziendale destinate ai suoi 1.300 collaboratori. L'intervento, per il quale sono stati stanziati 2,5 milioni di euro, è stato possibile grazie ad un apposito finanziamento di Intesa Sanpaolo disegnato per accompagnare gli sforzi delle imprese nella direzione di una maggiore sostenibilità sotto il profilo ambientale, sociale e di governance.
 
Informazioni e analisi per creare lavoro
Secondo Maurizio Ferrera attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza è possibile mettere a punto una strategia virtuosa che, mantenendo ferma la rotta verso il futuro, sia anche in grado di rispondere ai bisogni del presente. In questa direzione è cruciale investire per creare rapidamente nuova occupazione e rafforzare il sistema di protezione sociale.
 
Anziani: le prospettive per il settore socio-sanitario oltre la pandemia
Nell'anno segnato dalla pandemia globale di Covid-19 il settore della Long-Term Care e dell'assistenza agli anziani è tornato sotto i riflettori, mostrando fragilità e crepe già note da tempo. La terza edizione del Rapporto dell'Osservatorio CERGAS SDA Bocconi-Essity ha voluto contribuire al dibattito rispetto al futuro del settore, guardando ai prossimi mesi di convivenza con il virus, ma anche a quanto accadrà successivamente.
 
Le scomode verità di Itinerari Previdenziali sul welfare italiano
Nel 2019 l'Italia ha destinato al welfare il 56,08% dell'intera spesa statale: una percentuale che, nonostante il debito molto elevato, colloca il Paese ai vertici delle classifiche mondiali e che, come puntualizzato dall'Ottavo Rapporto Itinerari Previdenziali, smentisce il luogo comune secondo cui si spenderebbe poco per le prestazioni sociali.
 
Per un welfare 'a filiera corta': l'esperienza mutualistica delle BCC toscane
Dal 2016 le Banche di Credito Cooperativo di tutto il territorio italiano hanno avviato un progetto per promuovere la nascita di mutue per consentire ai loro soci e clienti di accedere a prestazioni di welfare di natura integrativa. L'iniziativa si è sviluppata in maniera particolare nel territorio toscano, dove sono sorte 11 mutue territoriali. Ce ne siamo occupati nel corso di una ricerca promossa dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena.
 
Fondo Sorriso: la solidarietà che riavvicina e sostiene
Il Fondo So.rri.so è un fondo di solidarietà ideato dalla Diocesi di Torino e Susa, in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti, allo scopo di dare una risposta ai problemi di credito e liquidità di famiglie, lavoratori e piccole attività. Attraverso i meccanismi del microcredito il progetto mira a offrire un aiuto economico immediato alle persone in difficoltà a causa della pandemia e, al tempo stesso, promuovere la logica della restituzione.
 
Terzo Settore e innovazione: a che punto siamo?
Quanto e come il non profit italiano sente il bisogno di fare innovazione? Questa è una dimensione considerata rilevante nei processi di sviluppo delle organizzazioni di Terzo Settore? E, nel caso, quanto vi si impegnano? Con quali strategie, quali scelte organizzative e quali strumenti? Sono alcune delle domande a cui cerca di rispondere il working paper "La domanda di innovazione del Terzo Settore" realizzato da Fondazione Italia Sociale, Deloitte Private e TechSoup Italia.
 
Lumacheria Italiana: l'inclusione lavorativa dei rifugiati come percorso di empowerment per le persone e l’azienda
Dopo avervi raccontato l'esperienza dell'impresa sociale Exar Social Value Solutions, torniamo ad approfondire il tema dell'inserimento lavorativo di rifugiati e richiedenti asilo. Questa volta vi raccontiamo di un'azienda del cuneese che, insieme a Exar, grazie all'elicicoltura ha avviato interessanti percorsi di professionalizzazione dei lavoratori stranieri.
 
Il terzo pilastro al centro: le proposte di Paolo Venturi per un ruolo contributivo del Terzo Settore al PNRR
In occasione dei lavori promossi dal Forum Terzo Settore sul Piano Nazionale di Ripresa Resilienza, il direttore di Aiccon Paolo Venturi ha preparato una nota in cui avanza alcune proposte di azione per la redazione del PNRR grazie al contributo del Terzo Settore.
 
Pubblicato il Terzo rapporto di ADAPT sul welfare occupazionale e aziendale in Italia
Nei giorni scorsi è stato pubblicato il terzo rapporto curato da ADAPT per UBI Banca "Il welfare occupazionale e aziendale in Italia". Il lavoro di analisi si riferisce ai contratti sottoscritti sino al 2019 e restituisce una fotografia dello scenario del welfare aziendale e occupazionale pre-pandemia da Covid-19.
 
Welfare aziendale “a filiera corta”: un’opportunità per innovare Welfare State e tessuto imprenditoriale
Il welfare aziendale può contribuire a una "rivoluzione" funzionale del welfare state, favorendo anche una rilettura delle relazioni tra capitale e lavoro. Carlo Rossi, presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, parte da questo assunto per raccontare le iniziative che la Fondazione, insieme al nostro Laboratorio, avvierà per promuovere un welfare aziendale "a filiera corta" nella provincia toscana.
 
Forza lavoro! Un ebook sulle sfide del lavoro e del welfare in tempi di pandemia
La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ha da poco pubblicato l’e-book “Forza lavoro!”. Questo volume, curato da Luca Cigna, raccoglie i contributi di numerosi studiosi e esperti di lavoro, ed è frutto dell'omonimo ciclo di incontri condotto dalla Fondazione nel 2020, in collaborazione con The Adecco Group, nell’ambito dell’Osservatorio sul Futuro del Lavoro.
 
L'infermiera di comunità e gli spazi di prevenzione: le proposte del progetto Integr-aree
Integr-aree è un progetto promosso da una rete multi-attore finalizzato a promuovere iniziative destinate agli anziani fragili. Tra gli interventi promossi c'è l'infermiera di comunità, una figura professionale che funge da tramite tra l'area sociale e sanitaria strettamente connessa con gli operatori del territorio.
 
Nuove reti di welfare contro il Covid-19: l'esperienza di Cantù
Nel maggio 2020 a Cantù, in provincia di Como, si è svolta una ricerca con l'obiettivo di fotografare le azioni che il Terzo Settore locale ha messo in campo per fronteggiare gli effetti della pandemia. In un contesto in cui sono presenti numerosi enti con scarse esperienze di collaborazione si è assistito a risultati molto diversi e, soprattutto, alla nascita di nuove reti con l'obiettivo di sviluppare soluzioni innovative per affrontare l'emergenza.
 
Terzo Settore e pandemia: i dati della Lombardia devono essere un monito per tutto il Paese
Fondazione Cariplo, insieme all’Istat, ha svolto una ricerca sullo stato di salute del sistema non profit in Lombardia e nelle province piemontesi di Novara e del VCO. I dati raccolti appaiono particolarmente allarmanti e dovrebbero destare l’attenzione non solo delle autorità regionali ma anche di quelle nazionali. Quello che sta accadendo al Terzo Settore in Lombardia, con ogni probabilità, è infatti lo specchio di una situazione trasversale all'interno Paese.
 
Welfare aziendale e mobilità sostenibile, nasce una nuova piattaforma
Anche a seguito della pandemia, il tema della mobilità e del mobility management sembra legarsi sempre di più alla questione del welfare aziendale. Una migliore gestione degli spostamenti casa-lavoro può infatti avere un impatto sia sul benessere dei lavoratori sia sull'ambiente. Ve ne parliamo in questo contributo, raccontandovi della piattaforma Easy Mobility recentemente lanciata da Edenred.
 
I GAL e il loro contributo al welfare delle aree rurali
I Gruppi di Azione Locale sono organizzazioni composte da soggetti pubblici e privati che si propongono di favorire lo sviluppo e contrastare lo spopolamento di aree rurali e montane. Dato il loro ruolo all’interno del territorio, questi soggetti possono promuovere iniziative interessanti anche nel campo del welfare e della coesione sociale. Ne abbiamo parlato con Matteo Aguanno, direttore del GAL Prealpi e Dolomiti.
 
La riqualificazione di spazi pubblici per incentivare il protagonismo dei giovani
Come spesso sottolineiamo la pandemia sta avendo conseguenze significative su bambini e ragazzi, a causa della chiusura delle scuole e della sospensione dei servizi educativi e ricreativi. Proprio per questo vogliamo raccontarvi del progetto "Cantieri di Cittadinanza, Cultura e Coesione" che, in provincia di Lecce, ha cercato di riqualificare alcuni spazi dismessi per promuovere iniziative dedicate ai più giovani.
 
Giornata di Raccolta del Farmaco: oggi più che mai è importante donare
A causa delle conseguenze economiche della pandemia sempre più persone sono impossibilitate ad acquistare i farmaci di cui avrebbero bisogno. Per questo dal 9 al 15 febbraio in oltre 5.000 farmacie in tutta Italia si potranno donare medicinali da banco per i bisognosi nel corso della Giornata di Raccolta del Farmaco. Gli organizzatori invitano a recarsi appositamente in farmacia per aderire all'iniziativa.
 
Metalmeccanici, rinnovato il contratto nazionale. Ecco le novità sul welfare
Lo scorso 5 febbraio le parti sociali del settore metalmeccanico hanno sottoscritto il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. L'accordo prevede la riforma dell'inquadramento professionale e un aumento salariale sui minimi contrattuali. Inoltre, come ci ha spiegato il Segretario Generale di FIM Cisl Roberto Benaglia, è stata rafforzata la previdenza complementare per gli under 35 e sono stati confermati i flexible benefit.
 
Nel PNRR non può mancare un piano di riforma per la non autosufficienza
Nonostante l'invecchiamento demografico e le evidenti difficoltà del settore, al momento il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza manca di un progetto complessivo riguardante l’assistenza agli anziani non autosufficienti. Per questo il Network Non Autosufficienza (NNA) ha elaborato una "proposta aperta" per introdurre nel PNRR una sezione dettagliata dedicata proprio a questo tema.
 
Reddito di Cittadinanza: lo sviluppo dei Progetti Utili alla Collettività nei Municipi XV e XIII di Roma
I Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono iniziative volte all'attivazione lavorativa dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza che stipulano i Patti per il lavoro e per l'inclusione sociale. In questo articolo vi proponiamo un'indagine che ha approfondito gli effetti, le criticità e le prospettive di tali interventi, partendo da due progettualità realizzate nei Municipi XIII e XV di Roma Capitale.
 
Per un welfare aziendale “a filiera corta”: spunti e riflessioni dalla provincia di Siena
Il 4 febbraio è stato presentato il Rapporto di ricerca curato da Secondo Welfare e promosso dalla Fondazione MPS per comprendere l’attuale sviluppo e le possibili evoluzioni innovative del welfare aziendale nel territorio senese. Nelle prossime settimane prenderà il via un percorso partecipato rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore, finalizzato a sostenerle nella loro capacità di azione in questo mercato.
 
Società di Mutuo Soccorso: APRIRSI, per affrontare il nuovo
In questa intervista, la direttrice del nostro Laboratorio e docente dell'Università degli Studi di Milano Franca Maino si concentra sul tema della sanità integrativa. In particolare, riprendendo i risultati di una recente ricerca realizzata dai ricercatori di Percorsi di secondo welfare, Maino analizza il ruolo che le Società di Mutuo Soccorso possono giocare nel prossimo futuro.
 
Reti collaborative e innovazione partecipata: il welfare aziendale di prossimità della Fondazione Bruno Kessler
L'ente di ricerca della Provincia autonoma di Trento, che opera nel campo scientifico, tecnologico e delle scienze umane con più di 600 dipendenti, ha sperimentato nuovi modelli di welfare intra e inter aziendale. La Fondazione ha infatti investito nella progettazione condivisa, nell'attivazione di reti territoriali e in innovazione digitale allo scopo di esplorare nuovi scenari di welfare territoriale e di prossimità.
 
Fondazione CRC ha approvato il Piano Operativo per il 2021
La Fondazione CRC ha approvato il suo Programma Operativo per il 2021. Il documento aggiorna e approfondisce i contenuti del Piano Pluriennale 2021-2024, approvato alla fine dell'anno scorso. Previste erogazioni per 22 milioni di euro allo scopo di sviluppare sostenibilità, comunità e competenze nella provincia di Cuneo.
 
Parte la Call to Action per promuovere interventi di valutazione dell'impatto sociale del welfare aziendale
Percorsi di secondo welfare, Social Value Italia, Avanzi e ALTIS - Università Cattolica lanciano una Call to Action rivolta a imprese, provider, parti sociali e centri di ricerca allo scopo di definire un percorso condiviso finalizzato ad approfondire la questione della valutazione dell'impatto sociale del welfare aziendale.
 
Welfare più locale e multi-attore con il volontariato protagonista. Una riforma in cinque mosse
La pandemia di Covid-19 ha reso ancora più evidenti le lacune del welfare italiano. Per questo, secondo la direttrice del nostro Laboratorio Franca Maino, innovare e includere sono le parole d'ordine per il futuro delle politiche sociali. A tale scopo sarà centrale il ruolo del non profit e del volontariato, che dovranno evolversi per divenire decisivi nel sostegno alle comunità e ai territori.
 
La riforma mancata. Cronache del ritardo, deficit e tracce di innovazione nel welfare sociale in Calabria
Su "Politiche Sociali/Social Policies" è stato pubblicato un articolo di Emanuela Pascuzzi e Giorgio Marcello che analizza lo stato di salute del sistema di welfare calabrese. Gli autori evidenziano come nella regione permangano elementi di profonda arretratezza per quanto riguarda le politiche sociali ma, allo stesso tempo, sembrano esserci punte di innovazione sia nelle pratiche sia nelle culture di riferimento del sistema dei servizi.
 
Il Piano Strategico 2021-2024 di Compagnia di San Paolo: azioni in partnership per un futuro sostenibile
La Compagnia di San Paolo ha presentato il suo Piano Strategico 2021-2024 nel corso di un evento online. La Fondazione torinese si propone di collaborare con tutti gli attori - locali, nazionali e sovranazionali - per promuovere un futuro sostenibile incentrato sullo sviluppo delle persone e del bene comune. Il Piano prevede erogazioni per oltre 500 milioni di euro nei prossimi quattro anni.
 
Un welfare aziendale "a filiera corta". Attuale sviluppo e possibili evoluzioni in provincia di Siena
A inizio 2020 la Fondazione Monte dei Paschi di Siena ha promosso una ricerca per esplorare lo sviluppo del welfare aziendale nella provincia senese e le sue possibili evoluzioni. L’indagine, condotta dai ricercatori di Secondo Welfare tra marzo e settembre 2020, ha inteso scattare una fotografia aggiornata del fenomeno sul territorio e, al contempo, mappare il posizionamento dei principali stakeholder territoriali - in modo particolare del mondo della cooperazione sociale - sul tema, anche alla luce della crisi pandemica.
 
Vogliamo capire come valutare l'impatto sociale dei piani di welfare aziendale
Il 28 gennaio è stato presentato il Position Paper "La valutazione d'impatto sociale come elemento costitutivo dei piani di welfare aziendale", curato dal nostro Laboratorio, insieme a Social Value Italia, Avanzi e ALTIS - Università Cattolica. Il documento, che contiene i dati di una ricerca originale, si concentra sulle opportunità legate alla valutazione degli effetti sociali generati dagli interventi di welfare aziendale.
 
Next Generation Eu and child inequality: how can an inclusive recovery be guaranteed?
The economic recession caused by Covid-19 has revealed the fragility of our socioeconomic systems and the importance of resilient welfare states. Children’s education, care and wellbeing have been at the centre of public debate. The Next Generation EU represents a unique opportunity to promote education and childhood care and, at the same time, to improve women’s employment.
 
Le prospettive del welfare aziendale per il 2021
La Legge di Bilancio 2021 non prevede novità normative rilevanti in materia di welfare aziendale. Questo però non significa che nel corso dell'anno il settore non affronterà cambiamenti importanti. Gli effetti della pandemia indicano infatti che, anche in assenza di interventi pubblici, le novità potrebbero essere numerose. Valentino Santoni ha provato a individuarle in questo articolo.
 
La Scuola ci appartiene: come progettare spazi scolastici collaborando
"Scuole al centro" è un progetto selezionato dall'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa. Attraverso l'iniziativa studenti e insegnanti di undici scuole secondarie di primo grado di Pavia sono stati coinvolti per ripensare insieme i propri istituti allo scopo di arricchire di contenuti e di esperienze i processi di apprendimento. Ecco come si è svolto il progetto e come si sono evolute le relazioni tra gli attori coinvolti.
 
Si può misurare il contributo della cultura allo sviluppo sostenibile?
È possibile rendere visibile il contributo della cultura alla realizzazione dall'Agenda 2030? È la domanda a cui cerca di dare una risposta il documento "Cultura per lo sviluppo sostenibile: misurare l’immisurabile?" di Fondazione Unipolis. Curato da Valentina Montalto, questo volume si propone come strumento di lavoro e riflessione che analizza e traccia possibili percorsi sul tema a partire dalla pubblicazione Unesco “Culture|Indicators 2030".
 
La valutazione d'impatto sociale come elemento costitutivo dei piani di welfare aziendale
Social Value Italia, Percorsi di secondo welfare, Avanzi, e ALTIS - Università Cattolica hanno collaborato insieme per approfondire il ruolo che la valutazione dell'impatto sociale può avere nel campo del welfare aziendale. La ricerca condotta mira a comprendere i punti di forza e di debolezza del welfare di natura occupazionale, fornendo alcuni strumenti per orientarsi meglio nella vorticosa crescita di questo settore.
 
Terza Economia: lo Stato regolatore a tutela dei beni comuni per sostenere i più fragili
Recentemente è stato pubblicato il Working Paper 2/2020 della Collana 2WEL, “Verso la Terza Economia: beni comuni, economia sostenibile, nuovi modelli di welfare e imprese di comunità”, scritto da Roberta Caragnano e Stanislao Di Piazza. Abbiamo chiesto al Sottosegretario Di Piazza di raccontarci i contenuti di questo lavoro e, in particolare, le prospettive del “Patto per la Terza Economia” varato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
Lavoro domestico e di cura: secondo l'Osservatorio Domina nel 2020 crescono le assunzioni e le regolarizzazioni
L'Osservatorio Domina ha reso disponibile il rapporto annuale sul lavoro domestico e di cura. Nell'anno del Covid-19, anche a seguito della cosiddetta Sanatoria, si è registrato un aumento delle regolarizzazioni per lavoratori e lavoratrici di questo settore. Permane però il forte ricorso al lavoro sommerso: si stima che quasi il 60% degli assistenti familiari non sia in regola dal punto di vista contributivo.
 
Oltre la metà dei contratti che prevedono Premi di risultato regolamentano anche il welfare aziendale
Secondo il report di gennaio 2021 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il 57,5% degli accordi aziendali e territoriali che regolamenta forme premiali prevede anche misure di welfare aziendale. Negli ultimi mesi sembra inoltre essersi diffusa in maniera rilevante la contrattazione territoriale.
 
Quale ruolo per le istituzioni non profit nella geografia del welfare territoriale?
A vent'anni dall'approvazione della Legge 328/2000 è importante riflettere sull'impatto della prima riforma nazionale nel campo dei servizi sociali alla luce della storica marginalità del settore in Italia. Massimo Lori e Flaviano Zandonai lo fanno in un articolo pubblicato su Politiche Sociali/Social Policies n. 3 /2020, analizzando il ruolo delle organizzazioni non profit e del Terzo Settore. Ecco una sintesi dei risultati.
 
A vent’anni dalla legge quadro 328/2000: i nodi dell’implementazione
A vent'anni dall'approvazione della legge 328/2000 il numero 3/2020 di Politiche Sociali/Social Policies propone un bilancio sulla sua implementazione, indagando i nodi irrisolti e interrogandosi sulle prospettive del sistema italiano dei servizi sociali. Marco Arlotti, responsabile di redazione della rivista, e Stefania Sabatinelli, del Laboratorio di Politiche Sociali del Politecnico di Milano, ci raccontano i contenuti del numero.
 
Rete EuGENIO: generare benessere in azienda (anche) in tempi di Covid
EuGENIO è una rete di imprese che dal 2014 collaborano per realizzare misure e interventi di welfare aziendale condivisi. Recentemente la rete ha avviato il progetto EuGenio 20-23, che intende continuare a generare benessere nonostante la pandemia. L'obiettivo è quello di dare continuità all'azione progettuale intrapresa sei anni fa e rispondere a necessità e fabbisogni legati all'emergenza sanitaria.
 
Quale welfare dopo la pandemia?
L'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 sta facendo emergere in maniera ancora più forte i limiti del sistema di welfare del nostro Paese. Durante un webinar organizzato da Auser Lombardia la nostra direttrice Franca Maino ha evidenziato come nella nuova normalità post-Covid sarà necessario investire sull'innovazione e sul cambiamento sociale, promuovendo reti e connessioni tra gli attori del welfare.
 
Anticorpi contro la crisi: le misure di contrasto alla povertà
Sul sito Slow News viene affrontato il problema della povertà in Italia, soprattutto alla luce della crisi economica e sanitaria causata dal Covid-19. L'articolo si concentra su alcuni importanti numeri e sulle possibili misure di contrasto da adottare per sconfiggere questo fenomeno che affligge oltre 1 milione e mezzo di famiglie italiane | Alberto Puliafito, Slow News, 16 Dicembre 2020
 
Mutualità sanitaria, le tre sfide da affrontare per aprirsi al futuro
Quale ruolo possono avere le Società di Mutuo Soccorso nella sanità integrativa? E a quali condizioni? Nel paper “APRIRSI” proviamo a dare un contributo all’avanzamento del dibattito analizzando gli attuali punti di forza, i problemi presenti nel mondo della mutualità e le sfide che questa è chiamata ad affrontare se intende dare un apporto significativo per costruire un’integrazione sostenibile e inclusiva del sistema sanitario pubblico.
 
Verso la Terza Economia: beni comuni, economia sostenibile, nuovi modelli di welfare e imprese di comunità
Percorsi di secondo welfare è felice di pubblicare il Working Paper 2/2020 della collana 2WEL scritto da Roberta Caragnano e Stanislao Di Piazza. Il lavoro approfondisce il contesto di sviluppo del Patto per una Terza Economia, progetto che si pone l’obiettivo di definire linee di indirizzo e interventi per la promozione dell’impresa sociale e il rafforzamento dell’economia sociale e solidale.
 
L’Ambito della Valle Seriana diventa partner di Secondo Welfare
I 18 Comuni che compongono l’Ambito, che col progetto Beatrice sono impegnati direttamente nello sviluppo di forme innovative di welfare aziendale territoriale, hanno scelto di sostenere le attività del nostro Laboratorio per il 2021. L'obiettivo è aprire la Val Seriana al confronto con idee e progetti realizzati oltre i propri confini, favorendo la contaminazione culturale con enti di ricerca e mondo accademico.
 
Patto per la Terza Economia: un paradigma di sviluppo per le nuove generazioni
Roberta Caragnano è co-autrice del Working Paper 2WEL 2/2020 “Verso la Terza Economia: beni comuni, economia sostenibile, nuovi modelli di welfare e imprese di comunità” insieme al Sottosegretario Stanislao Di Piazza. Caragnano ci racconta alcuni aspetti salienti del documento, che approfondisce il contesto di sviluppo del "Patto per una Terza Economia" voluto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
Anziani, assistenti e familiari: come si può cambiare il "triangolo della cura"
Nel nostro Paese l'assistenza agli anziani tramite l'impiego delle cosiddette "badanti" è una realtà di fatto da diversi anni. Maurizio Artero e Minke Hajer, ricercatori dell'Università degli Studi di Milano, ci presentano una recente indagine, condotta nell'ambito del progetto InnovaCAre, che si è proposta di comprendere cosa pensano di questo fenomeno i diretti interessati: gli assistenti, gli assistiti e i loro familiari.
 
Edenred amplia la sua rete di partner per i buoni welfare
Nel corso delle ultime settimane il provider di welfare aziendale Edenred-Easy Welfare ha realizzato nuovi accordi per rafforzare la sua rete di partener. Il provider ha scelto così di ampliare la spendibilità dei suoi voucher e del credito welfare nel periodo delle festività, per consentire ai lavoratori di avere maggiori possibilità di scelta.
 
Sussidiarietà orizzontale ed enti del Terzo Settore
In questo articolo per la rivista Impresa Sociale Gregorio Arena approfondisce come e perché gli Enti del Terzo Settore abbiano un ruolo fondamentale all'interno della società italiana. Il privato sociale, infatti, contribuisce a dare attuazione al principio di sussidiarietà definito dalla Costituzione, sia collaborando con l'attore pubblico, ad esempio per lo sviluppo di servizi sociali, sia sostenendo le azioni dei cittadini nella cura dei beni comuni.
 
Se la pandemia cambia il mercato del welfare aziendale
Anche in conseguenza della pandemia, alcuni operatori del welfare aziendale sembrano aver rimodulato parte della loro offerta allo scopo di interagire in modo più efficace con gli Enti pubblici. Un esempio concreto arriva dall'ambito dei buoni pasto e buoni acquisto: molti provider stanno affiancando le Pubbliche Amministrazioni nella distribuzione di buoni per le persone in difficoltà economica a causa del Covid. Ce ne parla Valentino Santoni.
 
Giunta: le Fondazioni di impresa possono fecondare microclimi sociali generatori di libertà
Le Fondazioni di impresa possono modificare in modo duraturo determinanti ambientali, di salute, di benessere e di sviluppo economico-sociale, ma per farlo devono saper collaborare coi territori assumendo sempre più una valenza di tipo storico-strategico. A dirlo è Gaetano Giunta, Segretario Generale della Fondazione di Comunità di Messina, in questa intervista parte del nostro ciclo sulle Fondazioni di impresa italiane, realizzato insieme a Fondazione Bracco.
 
Collaborazione digitale: proposte per affrontare la nuova normalità imposta dal Covid
Franca Maino ci introduce a "Writing and working smart. Proposte per la collaborazione digitale", volume edito da Secondo Welfare in collaborazione con Pares. Il testo, scaricabile liberamente dal nostro portale, raccoglie riflessioni, esperienze, apprendimenti e strumenti ritenuti utili per quanti, grazie al digitale, stanno provando a fronteggiare in maniera adattiva e creativa alcune difficoltà imposte dalla pandemia.
 
Livia Turco: serve un welfare di prossimità che rifletta la cultura della 328
Al nostro incontro "Più bisogni, quali risorse?" ha partecipato anche Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti, che per problemi tecnici non è tuttavia riuscita a intervenire durante il webinar. Come promesso, abbiamo ricontattato la Presidente Turco chiedendole di rispondere alle domande che avremmo voluto farle nel corso dell'evento. Qui potete leggere l'intervista curata da Chiara Agostini.
 
Leggere bene i dati sugli sbarchi, oltre le fake news
Nonostante i numeri indichino chiaramente che l'Italia accoglie meno migranti degli altri Paesi europei, la narrazione mediatica e politica usa un approccio che, confondendo sbarchi, richieste di asilo e persone in accoglienza, disegna un'altra realtà. L’attenzione è infatti rivolta esclusivamente agli arrivi via mare e li carica di una forte valenza simbolica che permette di costruire una comunicazione che ha poco a che fare con la vera dimensione del fenomeno. Ce ne parla Paolo Moroni.
 
Tra rischi presenti e sfide future: dove va il welfare italiano
Il 15 dicembre si è tenuta una tappa molto importante del nostro percorso verso il Quinto Rapporto: l’incontro pubblico "Più bisogni, quali risorse? Le sfide del secondo welfare di fronte alla pandemia", svoltosi online a causa delle misure per il contenimento del virus. In questo articolo vi raccontiamo brevemente cosa è accaduto durante l'evento, nel corso del quale sono intervenuti anche il Presidente di Acri, Francesco Profumo, e il Presidente del Cnel, Tiziano Treu.
 
Dall'adempimento all'innovazione: i 25 anni dell'Ente Bilaterale dell'Artigianato di Bergamo
Recentemente sono stati presentati i risultati di una ricerca interamente dedicata all'Ente Bilaterale dell'Artigianato di Bergamo. L'indagine evidenzia come il ruolo dell'Ente Bilaterale si sia evoluto nel tempo, divenendo nel corso degli anni un vero e proprio promotore di innovazione per le piccole imprese del settore artigiano. Ecco una sintesi dei risultati.
 
Come sta cambiando il welfare italiano di fronte al Covid-19?
Il 15 dicembre Secondo Welfare organizza l'incontro "Più bisogni, quali risorse? Le sfide del secondo welfare di fronte alla pandemia", parte del percorso verso il nostro Quinto Rapporto. All'evento, che sarà trasmesso su Zoom e in diretta su Facebook, parteciperanno Francesco Profumo, Presidente di Acri, Tiziano Treu, Presidente del Cnel, e Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti. C'è ancora tempo per iscriversi.
 
Ripensare l'abitare nell'Italia che invecchia
Siamo un Paese vecchio e che continua a invecchiare, ma nonostante questo fatichiamo a trovare soluzioni adeguate alle esigenze abitative degli anziani, specialmente quelli fragili e non autosufficienti. Dove si può intervenire per affrontare questa situazione? Ne parla Paolo Riva nell'articolo di contesto della nostra inchiesta dedicata all'abitare degli over 65, pubblicata su Corriere Buone Notizie dell'8 dicembre 2020.
 
Cohousing e sanità, il benessere del nostro futuro passa da qui
All'interno della nostra inchiesta per Corriere Buone Notizie dedicata a abitare e invecchiamento, Chiara Lodi Rizzini individua due sfide principali su cui occorre concentrarsi. La prima riguarda il sentimento di solitudine che spesso accompagna la vecchiaia, che si può affrontare investendo in soluzioni abitative che favoriscono le relazioni. La seconda concerne la cura domiciliare, che dovrebbe essere riformata seguendo un approccio olistico che integri il più possibile casa e servizi.
 
Investiamo le risorse di Next Generation EU nei servizi per la prima infanzia
Dedicare una quota significativa del Fondo Next Generation EU al rafforzamento dei servizi educativi e scolastici per i bambini tra 0 e 6 anni e degli interventi a sostegno della genitorialità. È la proposta avanzata dall’Alleanza per l’infanzia insieme alla rete EducAzioni nel rapporto “Investire nell'infanzia: prendersi cura del futuro a partire dal presente”. Chiara Agostini ci racconta in sintesi i contenuti del documento.
 
''Nuove sinergie'', in Lombardia parte un bando per promuovere una rete di imprese per il welfare e la conciliazione
"Nuove sinergie: reti territoriali a sostegno della conciliazione" è un progetto sostenuto da Spazio Aperto Servizi nell'ambito dei piani di conciliazione promossi da Regione Lombardia allo scopo di promuovere la costituzione di una rete tra imprese per avviare iniziative di welfare aziendale e conciliazione vita-lavoro. Le aziende interessate possono manifestare il loro interesse fino al 15 gennaio 2021.
 
Nasce welfareXcremona, la piattaforma per rafforzare il welfare territoriale
Da qualche settimana è attiva la piattaforma welfareXcremona. Il progetto, realizzato dal Consorzio Sol.co, è finalizzato a veicolare in maniera semplice i servizi realizzati dalle cooperative sociali del territorio. Inoltre, nei prossimi mesi, la piattaforma gestirà anche l'erogazione dei servizi comunali affidati, tramite coprogettazione, accreditamento o appalto, alle cooperative.
 
Co-progettazione, società civile e partnership pubblico-privato: come cambiare il paradigma del welfare di prossimità
Nell'ambito del nostro percorso di avvicinamento al Quinto Rapporto sul secondo welfare si è recentemente svolto il terzo Focus Group dedicato al tema del welfare di prossimità, a cui hanno partecipato autorevoli esponenti del Terzo Settore, dell'associazionismo, degli enti locali, dei sindacati e della Pubblica Amministrazione. Qui una piccola sintesi di quanto emerso in questo momento di confronto.
 
Come salvare il reddito di cittadinanza dal peccato originale di Luigi Di Maio
Fin dai giorni in cui si discuteva dell’introduzione del reddito di cittadinanza in Italia, della sua struttura e delle sue finalità, emergevano importanti criticità ignorate dagli estensori del provvedimento, per il carattere politico del provvedimento e per la fretta nella sua introduzione. Oggi, spiega Francesco Seghezzi, quasi due anni dopo quella fase, Luigi Di Maio sembra riproporre esattamente queste critiche.
 
Vent’anni di 328, tra passato e futuro
Quest'anno ricorre il 20° anniversario dell'approvazione della Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Per questo abbiamo dato il via a una serie di approfondimenti in merito allo stato dell'attuazione della legge 328/2000. In questo articolo Mariangela Remondini, funzionaria presso il Comune di Mantova, fa una riflessione operativa sugli obiettivi mancati e sugli ostacoli da affrontare nel contesto della pandemia.
 
L’illusione del Reddito di cittadinanza
Su oltre 3 milioni di beneficiari complessivi solo 200mila persone hanno trovato un'occasione di lavoro grazie al Reddito di Cittadinanza. Un dato, spiega Dario Di Vico, che gli stessi grillini hanno considerato poco spendibile sul fronte del consenso. Da qui l’inattesa autocritica di Luigi Di Maio, che ha parlato di ripensare alcuni meccanismi della misura.
 
Shelter from the Storm: 'Virtuous' Systems of Urban Asylum Governance Coping with Italy’s Immigration Crackdown
Immigration and asylum became tremendously contested in Italy over the last decade and the climax was reached in 2018 with the “Security Decree I”, which contributed to further deteriorate the already deficient standards of first reception facilities. Since then, the most “virtuous” components of Italy’s asylum system have been reduced and the “burden of integration” fell on municipalities. How did virtuous cities respond?
 
A Torino c'è un'edicola che spaccia cultura e welfare di prossimità
A Torino è nato lo Spaccio di Cultura, un’iniziativa di portineria comunitaria che realizza sul territorio una rete di servizi di prossimità. Il progetto ha anche l'obiettivo di promuovere forme di economia circolare e rafforzare il tessuto sociale e culturale del quartiere di Porta Palazzo. In questo articolo abbiamo intervistato Antonio Damasco, direttore della Rete Italiana di Cultura Popolare, per farci raccontare il significato dello Spaccio e il percorso di coprogettazione che ha portato alla sua nascita.
 
Stereotipi e frame nei media italiani a proposito di migranti e accoglienza
In che modo i media descrivono i fenomeni dell'immigrazione e dell'accoglienza? Le immagini utilizzate dai mezzi di comunicazione sono realistiche o fuorvianti? Paolo Moroni, nell'ambito del progetto Interreg Italia-Svizzera Minplus, in cui è coinvolto anche il nostro Laboratorio, ricostruisce i frame dominanti sul tema delle migrazioni, dell’accoglienza, dei richiedenti asilo e dei minori stranieri non accompagnati.
 
Il Gruppo Assimoco presenta il bando ''IdeeRete'' per la ripresa dei territori più colpiti dall'emergenza sanitaria
Il Gruppo Assimoco, prima compagnia assicurativa italiana ad acquisire la qualifica di società Benefit, ha presentato il bando "IdeeRete" attraverso il quale saranno stanziati 650mila euro a sostegno della ripresa del tessuto sociale ed economico dei territori più colpiti dall'emergenza sanitaria. Il bando, attivo fino al 28 febbraio 2021, è aperto a tutte le organizzazioni profit e non che evidenzino il perseguimento di un agire responsabile dell'attività d'impresa.
 
Maino: per affrontare le complessità del nostro tempo serve il contributo di tutti
Un’intervista a Franca Maino curata dal nostro Laboratorio per l’Eco di Biella sulla nascita dell’Osservatorio Territoriale. Un progetto, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, che mira a portare avanti un lavoro di ricerca locale e territoriale, in collaborazione con gli stakeholder locali, per favorire l'implementazione di interventi e servizi effettivamente rispondenti alle necessità del territorio.
 
In Veneto prende il via il sistema regionale di accreditamento delle forme di welfare collettive
Prende formalmente avvio il sistema di accreditamento delle forme di welfare collettive previsto dalla Regione Veneto. L'attività sarà portata avanti da Veneto Welfare, realtà parte di Veneto Lavoro, allo scopo di favorire la promozione e lo sviluppo del welfare integrato. L'accreditamento è aperto a fondi pensione e di sanità integrativa, agli enti bilaterali e ad altre forme di welfare aziendale e territoriale.
 
Integrazione pubblico-privato e apertura ai territori: le sfide per il welfare aziendale
Il secondo Focus Group, tappa del nostro percorso di avvicinamento al Quinto Rapporto sul secondo welfare, è stato dedicato al tema del welfare aziendale e alle sue opportunità di sviluppo in una prospettiva territoriale e di rete. Al Focus hanno partecipato rappresentanti del mondo dell'impresa, di quello sindacale, del Terzo Settore e della Pubblica Amministrazione. Ecco alcune delle riflessioni emerse.
 
La Cura è di Casa: la rete a supporto degli anziani fragili
Il progetto "La Cura è di Casa" si propone di aiutare le persone anziane a invecchiare in autonomia all'interno del proprio domicilio, migliorando così la qualità della loro vita. L'iniziativa, avviata nel 2016, assume oggi un valore nuovo a seguito delle problematiche causate dalla pandemia. È questo il tema al centro del Working Paper 2WEL 1/2020 "L'esperienza La Cura è di Casa. Una partnership tra pubblico, privato e cittadinanza per l'innovazione del sostegno alla domiciliarità".
 
Auser Lombardia: un premio di laurea per valorizzare il ruolo del Terzo Settore
Auser Lombardia, organizzazione che si occupa di volontariato, aiuto alla persona e invecchiamento attivo, ha lanciato la seconda edizione del premio di laurea Sergio Veneziani. L'opportunità è rivolta a studenti magistrali delle Università lombarde che abbiano discusso una tesi sul Terzo Settore tra settembre 2019 e marzo 2021. C'è tempo fino al 15 maggio 2021 per candidarsi.
 
La violenza maschile contro le donne si può fermare
Nel 2020, a causa della pandemia, la parola d'ordine è stata "Restare a casa". Il luogo sicuro e protettivo per definizione non è stato tale per molte donne vittime di violenza. Per fronteggiare la situazione sono state avviate azioni pubbliche e private, ma per passare dall’intervento in emergenza a politiche integrate servono ricerca, risorse economiche e una governance forte. Una riflessione di Paola Maria Torrioni.
 
La Cura è di Casa. Una partnership tra pubblico, privato e cittadinanza per l’innovazione del sostegno alla domiciliarità
Percorsi di secondo welfare è felice di pubblicare il Working Paper 1/2020 della collana 2WEL. Il lavoro di Ester Gubert affronta il tema del sostegno alla domiciliarità degli anziani fragili analizzando in tal senso strategie e strumenti operativi adottati dal progetto "La Cura è di Casa", promosso da un’ampia rete di soggetti pubblici e privati nella provincia del Verbano Cusio Ossola (Vco) e di sette comuni dell’Alto Novarese.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28