Tag: sussidiarieta

 
Torino: Comune e Chiesa insieme per affrontare i bisogni della città
Unire le forze per affrontare i problemi più urgenti della città, in special modo quelli che riguardano le periferie. È questo il senso di un recente incontro tra Comune di Torino e Diocesi, in cui sono state gettate le basi per un protocollo di collaborazione che permetta una maggiore sinergia tra gli attori pubblici ed ecclesiastici che nel capoluogo piemontese si occupano di welfare. L'obiettivo è garantire una maggiore inclusione sociale, evitando il più possibile forme di assistenzialismo.
 
Youth Guarantee: il dialogo tra Ferrera e Giovannini
All'inizio di quest'anno ha finalmente preso avvio la cosiddetta Youth Guarantee, la Garanzia Giovani promossa dall'Unione Europea per stimolare l’inserimento occupazionale degli oltre 6 milioni di under 25 europei che sono attualmente disoccupati. Maurizio Ferrera, referente scientifico di Percorsi di secondo welfare, e Enrico Giovannini, Ministro del Lavoro e del Welfare, sulle pagine del Corriere della Sera si sono confrontati sulle misure che saranno sviluppate nei prossimi mesi per contrastare la disoccupazione giovanile nel nostro Paese. Vi proponiamo i loro contributi.
 
Italiani sciapi e malcontenti, ma non dobbiamo rassegnarci
Il 6 dicembre è stato presentato a Roma il 47° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese, documento che ogni anno analizza da diversi punti di vista come stanno andando l’Italia e gli italiani. Tanti gli elementi critici emergenti che indicano una società “sciapa e malcontenta”, apparentemente rassegnata alla mera sopravvivenza, ma anche alcuni fattori che danno speranza per il futuro. Come lo sviluppo di molteplici e variegate esperienze di secondo welfare.
 
Le grandi reti del non profit insieme per far rete
Il 4 dicembre è stato presentato a Roma il manifesto “Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore”. Il documento, che mira a porre in sinergia i numerosi attori che operano nella galassia del non profit, è promosso da Acri, Assifero, Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariparo, Fondazione con il Sud, Forum del Terzo Settore, Alleanza Cooperative Italiane e Banca Prossima. Queste nove realtà hanno sottoscritto il manifesto di fronte a più di trecento rappresentati associazioni, cooperative, fondazioni e istituzioni, invitandoli ad aderire al progetto che vuole valorizzare e sviluppare il ruolo che il Terzo settore svolge nel nostro Paese.
 
Cosa è successo alle Giornate di Bertinoro
Nelle giornata dell’11 e 12 ottobre si è svolta la XIII edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, tradizionale appuntamento promosso da AICCON che ogni anno riunisce numerosi rappresentanti del mondo del Terzo Settore, dell’Università, delle Istituzioni e delle imprese. Il tema scelto per la tredicesima edizione dell’evento “Ri-Generare le Istituzioni. Il contributo dell’Economia Civile all’Innovazione Sociale” ha permesso di sviluppare riflessioni utili ed attuali per affrontare lo scenario di crisi presente.
 
La seconda giornata di Bertinoro 2013
Sabato 12 ottobre si è svolta la seconda ed ultima giornata delle Giornate di Bertinoro 2013, durante la quale si è tenuta la sessione conclusiva dei lavori dedicata al tema “Ridisegnare il nuovo universalismo: pluralità di attori per il nuovo welfare” cui hanno partecipato Chiara Saraceno, Collegio Carlo Alberto di Torino, Cristiano Gori, Università Cattolica di Milano, Ugo Ascoli, Università Politecnica delle Marche, Pier Luigi Sacco, IULM Milano, Wladimiro Boccari, Sindaco di Perugia, e Giuliano Poletti, Presidente Lega Coop e Lega Italiana Cooperative.
 
La prima giornata di Bertinoro 2013
Il racconto della prima giornata di lavoro della XIII edizione delle Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile. Nel corso della mattinata si è svolta la sessione di apertura della due giorni “Il contributo dell’economia civile alla riforma delle istituzione economiche e sociali”. Nel pomeriggio due sessioni parallele dedicate rispettivamente al tema dell'innovazione istituzionale e ai modelli di ibridazione organizzativa nelle cooperative e al tema del passaggio dall'advocacy alla governance nel settore dell'associazionismo,
 
La valenza economica di solidarietà, non profit e partecipazione civica
L’ultimo numero della rivista Quaderni di Economia Sociale affronta il delicato tema della crisi del welfare prendendo in esame il crescente ruolo del terzo settore nella fornitura di servizi a carattere sociale. A partire dai risultati dell’ultimo censimento Istat relativo alle organizzazioni non profit, la rivista prende in esame funzioni, strumenti finanziari e politiche di investimento capaci di cambiare il volto dei nostri territori, e propone alcuni casi che dimostrano la concretezza e la bontà di quei progetti sviluppati in un’ottica di secondo welfare. Vi proponiamo di seguito una breve recensione della rivista, dove compaiono anche alcuni contributi curati dai ricercatori di Percorsi di secondo welfare.
 
Welfare sussidiario per una mutualità locale
Nell’ambito della giornata nazionale della previdenza 2013, la Fondazione Welfare Ambrosiano organizza il seminario “Welfare sussidiario per una mutualità locale"in cui verrà presentato il progetto per la costituzione di un fondo mutualistico “dedicato" di carattere sanitario, rivolto ai lavoratori milanesi e al loro nucleo familiare, aperto, interprofessionale e a carattere territoriale, con una quota di mutualità a carattere etico. L’incontro si terrà venerdì 17 maggio alle ore 10.00 presso la sala Telecom di Piazza degli Affari 2, Milano.
 
Congresso AIDP. Dalla crisi alle opportunità.
Il 17 e 18 maggio, presso il Teatro della Pergola di Firenze, si è svolto il 42º Congresso AIDP (Associazione Nazionale per la Direzione del Personale), nel corso del quale si è cercato di individuare nuove strade e progetti attraverso cui superare la crisi. In tale occasione è stato presentato anche il volume "Welfare: dalla crisi alle opportunità. Sussidiarietà, organizzazione e nuovi servizi" edito da Arel.
 
Il convegno "Un'impresa comune. Riprogettare il welfare"
Lunedì 6 maggio presso il Teatro Regio di Torino si è volto il convegno “Un’impresa comune. Riprogettare il welfare”. L’evento, organizzato da Compagnia di San Paolo e Fondazione Cariplo, ha cercato di individuare le grandi sfide che il welfare state italiano si trova a dover affrontare, ponendo particolare attenzione al ruolo che le fondazioni di origine bancaria possono ricoprire per favorirne il superamento. Grazie alla partecipazione di accademici, amministratori pubblici e operatori del terzo settore, il convegno ha offerto interessanti spunti di discussione che di seguito proviamo a offrirvi, in attesa che vengano pubblicati gli atti completi.
 
Per un nuovo welfare: Equità, Crescita, Sussidiarietà
Venerdì 15 marzo, ore 9.00, presso il Salone de’ Dugento di Palazzo Vecchio, Firenze, si terrà il convegno “Per un nuovo welfare: equità, crescita, sussidiarietà” promosso dalla Fondazione "Filippo Turati".
 
Accoglienza, educazione e formazione: l'esperienza di Cometa
Grazie a una serie di incontri imprevisti, una famiglia comasca offre la propria disponibilità per ospitare un bambino in affido. Un gesto semplice, che tuttavia rappresenta l’origine di una realtà educativa imponente che oggi accompagna nella crescita centinaia di bambini e ragazzi attraverso le vie più diverse. Oltre 50 famiglie in rete, 200 volontari, 250 operatori retribuiti, 250 aziende coinvolte nella creazione di percorsi professionali ed educativi e tantissimi bambini e ragazzi sostenuti grazie alle proprie attività. Ecco cosa può fare una società disponibile a sperimentare forme innovative di welfare, sviluppando percorsi e storie altrimenti impensabili.
 
The New York Community Trust
Dopo aver introdotto il tema della filantropia comunitaria negli Stati Uniti abbiamo cercato di capire meglio quale sia l'impatto di questa realtà sul tessuto sociale americano. Siamo quindi andati a scoprire una delle fondazioni comunitarie più grande degli Stati Uniti, la New York Community Trust, che da oltre 90 anni è attiva sul territorio della Grande Mela, nei confronti della quale nel 2011 ha erogato oltre 137 milioni di dollari.
 
Fare rete per aiutare le famiglie: a Como nasce il progetto Famigliamoci
La Fondazione provinciale della Comunità Comasca lancia Famigliamoci, un progetto volto a sostenere le famiglie comasche che a causa della crisi si trovano in difficoltà. Le modalità operative scelte, che mirano a creare una rete integrata tra diverse associazioni operanti sul territorio e coinvolgere maggiormente i beneficiari degli interventi, appaiono un’importante novità nel panorama della filantropia comunitaria italiana.
 
Guzzetti: "Fondazioni pilastro del nuovo welfare"
Quanto sta accadendo nel panorama economico-finanziario italiano, caso Mps in primis, ha spinto Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo e dell’Acri, a rilasciare una lunga intervista ad Avvenire. Ha scelto di farlo per spiegare «ancora una volta», sospira, «il ruolo che hanno svolto e stanno svolgendo le Fondazioni di origine bancaria nel nostro Paese: sono il pilastro del nuovo Welfare».
 
La filantropia comunitaria negli Stati Uniti: dalla Cleveland Foundation ai giorni nostri
Ormai da alcuni mesi ci stiamo occupando delle Fondazioni di comunità italiane, realtà non profit che operano per lo sviluppo sociale della collettività attraverso strumenti in grado di favorire la canalizzazione delle risorse, economiche e non, presenti su un determinato territorio. Ma qual è l'origine di questi soggetti? Quale l'evoluzione che ne ha permesso la diffusione in Italia? Per capirlo meglio abbiamo ripercorso la storia delle Fondazioni di comunità degli Stati Uniti, il primo Paese in cui questi enti filantropici sono sorti e si sono sviluppati.
 
Il Fondo Famiglia Lavoro
Il Fondo Famiglia Lavoro è una iniziativa promosso dall'arcidiocesi di Milano per sostenere coloro che, a causa della crisi, hanno perso il lavoro e si trovano in situazioni di difficoltà. I risultati raggiunti in questi primi anni di vita, oltre 14 milioni di euro distribuiti a circa 7.000 famiglie, e il particolare modello operativo su cui si fonda il Fondo, hanno spinto il Cardinale Angelo Scola a lanciare una nuova fase del progetto, in cui sarà centrale il tema del lavoro.
 
Fondazione della Comunità di Monza e Brianza
Nata nel dicembre 2000 su iniziativa di Cariplo, La Fondazione della Comunità di Monza e Brianza si è progressivamente affermata quale attore in grado di erogare risorse, sostenere progetti a favore del territorio brianzolo e mettere in rete istituzioni, organizzazioni del terzo settore e cittadini, che hanno trovato in essa un punto di riferimento molto importante. Dalla sua costituzione la Fondazione è stata infatti capace di erogare oltre 12 milioni di euro e sviluppare interessanti iniziative promosse dalla società civile.
 
La Fondazione della Comunità Veronese
Continuano i nostri approfondimenti sulla filantropia comunitaria nel nostro Paese. Dopo l'intervista a Piermario Vello, Segretario Generale di Cariplo, il dialogo con Bernardino Casadei, Segretario Generale di Assifero, e l'analisi di alcune esperienze presenti sul territorio, abbiamo incontrato i vertici della Fondazione della Comunità Veronese, giovane realtà sviluppatasi a Verona nel 2010.
 
Il Banco Alimentare: "Condividere i bisogni per condividere il senso della vita"
La Rete Banco Alimentare raccoglie annualmente migliaia di tonnellate di cibo da destinare a chi si trova in stato di indigenza, rispondendo a bisogni crescenti cui il settore pubblico fatica a far fronte. La struttura, le modalità operative e le iniziative varate da tale realtà, in particolare l'annuale appuntamento della Colletta Alimentare, rappresentano un interessante esempio di secondo welfare in cui corpi intermedi, istituzioni e cittadini collaborano attivamente per aiutare chi ha bisogno.
 
Verso un welfare sussidiario: la sfida del cambiamento
Il prossimo 20 novembre, presso la Facoltà di Scienze Politiche del'Università degli Studi di Milano, in occasione dell'uscita del volume La sfida del cambiamento, come superare la crisi senza sacrificare nessuno (L.Violini, G. Vittadini, Ed. Rizzoli, 2012) si svolgerà l'incontro "Verso un welfare sussidiario".
 
I servizi per la prima infanzia del Comune di Parma: l’esperienza di ParmaInfanzia
La crisi economico-finanziaria che ha investito il nostro paese rischia di compromettere la capacità degli enti locali di continuare ad erogare servizi per la prima infanzia di qualità e a costi sostenibili per le famiglie. Nel contesto nazionale, la realtà di Parma appare, da questo punto di vista, particolarmente interessante: nel 2003, da una collaborazione tra il Comune di Parma e Pro.Ges. s.c.r.l., è nata ParmaInfanzia SpA, una società per azioni a capitale misto pubblico/privato che gestisce e sviluppa servizi rivolti all’infanzia. Abbiamo intervistato la dott.ssa Isabella Menichini, che ha svolto per diversi anni il ruolo di direttore dell’Area Servizi alla persona e alla famiglia del Comune di Parma.
 
Vittadini: educazione, libertà e valutazione. Ecco le parole chiave del welfare sussidiario
Nelle scorse settimane ci siamo occupati del volume "La sfida del cambiamento, superare la crisi senza sacrificare nessuno" con cui la Fondazioni per la Sussidiarietà ha definito le caratteristiche, le applicazioni e le prospettive del welfare sussidiario. Mossi dal desiderio di comprendere meglio alcuni aspetti di tale modello abbiamo chiesto a Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la sussidiarietà, di approfondire con noi alcune questioni relative al modello di welfare proposto. Nel corso del dialogo sono state toccate diverse tematiche legate al volume ma anche argomenti di stretta attualità, come le posizioni recentemente assunte dal governo Monti in materia sociale e le prospettive della Big Society di David Cameron
 
Verso un “Fondo europeo di aiuto agli indigenti”? Ecco la proposta della Commissione Europea
La Commissione europea ha recentemente proposto l’introduzione, nel Quadro finanziario pluriennale 2014-2020, di un Fondo volto a sostenere le persone più indigenti, destinato ad assumere l'eredità del Programma per la distribuzione delle derrate alimentare agli indigenti (MDP programme). Il Fondo potrebbe costituire un importante tassello della dimensione sociale dell’Ue, fornendo sostanza al principio di solidarietà intra-europea.
 
La sfida del cambiamento: verso un welfare sussidiario
Continuano gli approfondimenti relativi ai modelli di welfare innovati, che propongono di affiancare alle azioni tradizionalmente garantite da soggetti istituzionali quelle svolte da realtà non appartenenti. Dopo l'analisi del welfare 2.0 dell'Ufficio Pio di Torino proponiamo l'esperienza del welfare sussidiario impostato dalla Fondazione per la Sussidiarietà, le cui caratteristiche sono presentate all'interno del volume "La sfida del cambiamento, superare la crisi senza sacrificare nessuno".
 
Passera: il welfare non va indebolito ma riformato
Il ministro per lo sviluppo economico Corrado Passera, nel corso di un evento svoltosi a Padova, ha sottolineato come sia più che mai necessario riformare il welfare in un senso maggiormente sussidiario, che permetta il passaggio dal welfare state alla welfare community. ASCA, 22 ottobre 2012
 
Aspettando le Giornate di Bertinoro
Il 9 e 10 novembre prossimi si svolgerà la XII edizione delle Giornate di Bertinoro per l’economia civile, evento che ogni anno permette a associazioni, fondazioni, istituzioni, università, cooperative sociali e imprese di confrontarsi sui diversi temi legati al ruolo e alle attività svolte dal Terzo settore. Anticipiamo il tema e il programma dell'evento, che quest'anno avrà come titolo "Co-operare, proposte per uno sviluppo umano integrale".
 
Vittadini: una grande intesa su welfare e bene comune
Segnaliamo l'intervista che Giorgio Vitaddini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, ha rilasciato ad Avvenire sottolineando la necessità di un nuovo approccio al welfare. Giorgio Vittadini, Avvenire, 25 settembre 2012
 
Quei 35 milioni che risparmieremmo facendo lavorare i detenuti
In relazioni all'articolo sulle attività delle imprese sociali nelle carceri pubblicato nelle scorse settimane su questo sito, segnaliamo l'articolo di Luigi Ferrarella inerente queste tematiche, apparso il 17 settembre sulle pagine del Corriere della Sera. Luigi Ferrarella, Corriere della Sera, 17 settembre 2012
 
Il welfare 2.0 dell'Ufficio Pio di Torino
L'Ufficio Pio di Torino, ente strumentale della Compagnia di San Paolo, nei mesi scorsi ha concettualizzato un modello di welfare innovativo denominato "welfare 2.0". Incuriositi dalla proposta, presentata all'interno del Rapporto di Missione 2012, abbiamo chiesto ai funzionari dell'Ufficio Pio di spiegarci meglio le caratteristiche di questo modello che si fonda sul concetto di sussidiarietà operativa e pone al centro di ogni attività la persona.
 
Il non profit motore dell’Europa
Nel corso dell’incontro “Il non profit, motore dell’Europa”, svoltosi il 22 agosto nel corso del XXIII Meeting per l’amicizia tra i popoli di Rimini, si sono confrontati sui temi legati all'impresa sociale Giuseppe Guerini, presidente di Federsolidarietà, Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima e Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea e commissario per l’industria e l’imprenditoria.
 
Sviluppo e welfare sussidiario: l’intervento del ministro Passera al Meeting di Rimini
Nel corso della XXXIII edizione del Meeting per l’amicizia tra i Popoli si è svolto l’incontro “La sfida del cambiamento: welfare e sviluppo. Come uscire dalla crisi senza sacrificare nessuno” cui hanno partecipato Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, Corrado Passera, Ministro per lo Sviluppo, e Mauro Moretti, Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato.
 
La Carta delle Fondazioni di origine bancaria
Il 4 aprile scorso l’assemblea dell’Acri ha approvato la Carta delle Fondazioni, un codice di riferimento volontario che individua alcuni principi fondamentali che le fondazioni di origine bancaria si impegnano a perseguire nello svolgimento delle proprie attività. Proponiamo una breve analisi dei contenuti del documento e il significato che sta dietro alla sua approvazione, anche a fronte del dibattito degli ultimi giorni circa il ruolo delle fondazioni di origine bancaria.
 
Novara e il Fondo emergenza lavoro: rispondere alla crisi partendo dal bisogno
Dal 2009 il Fondo emergenza lavoro promosso dalla Fondazione della Comunità del Novarese ha consentito di emettere bandi in favore di famiglie che, a fronte della perdita del posto di lavoro, si sono improvvisamente trovate in difficoltà economica.
 
Patto per il welfare: ecco come realizzare un vero sistema sussidiario
Roberto Albonetti, Direttore generale della Direzione Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale della Regione Lombardia, commenta il "Patto per il welfare" in fase di definizione.
 
Petteni (Cisl): pubblico-privato, ecco il “mix” che serve alla Lombardia
Gigi Petteni, segretario generale di Cisl Lombardia, in un'intervista a www.ilsussidairio.net spiega quale welfare mix serve alla Lombardia, sottolinenado rischi e opportunità derivanti dalla collaborazione tra pubblico e privato in tema di we...
 
Una Fondazione di Comunità per Parma
Nel corso della Giornata di San Giovanni per il Volontariato, tradizionale appuntamento di Fondazione Cariparma rivolto al mondo del Terzo settore, quest’anno si è affrontato il tema “Una Fondazione di Comunità per Parma”, durante il quale è stato presentato il progetto per dar vita a una Fondazione di comunità che possa incanalare la filantropia, sostenere le organizzazioni del Terzo settore e diffondere la cultura del dono anche nell’area del parmense.
 
Pier Mario Vello ci racconta il Progetto Fondazioni di Comunità
Dopo l’intervista a Bernardino Casadei, con cui abbiamo introdotto il tema delle Fondazioni di comunità, proponiamo il dialogo avuto con Pier Mario Vello, Segretario Generale di Fondazione Cariplo, che ci ha raccontato di sviluppi, obiettivi e risultati del progetto di Cariplo che ha introdotto anche in Italia le Fondazioni di comunità con l’intento di favorire la crescita della filantropia, la promozione della cultura del dono e lo sviluppo della società civile anche nel nostro Paese.
 
Fondazione con il Sud festeggia cinque anni di attività
In questi giorni Fondazione con il Sud festeggia i suoi primi cinque anni di attività. In questo breve lasso di tempo la Fondazione è stata in grado di rispondere con efficacia alle esigenze di molte aree del Meridione, attivando politiche e progetti che hanno favorito lo sviluppo di reti di solidarietà ed iniziative di cui il Mezzogiorno oggi più che mai ha un estremo bisogno.
 
Guzzetti: per una vera Sussidiarietà occorre valorizzare il Secondo welfare
Nel corso dell'intervento inaugurale del XXII Congresso delle Fondazioni di Origine Bancaria e delle Casse di Risparmio, il Presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti ha parlato di sussidiarietà e secondo welfare, indicandoli come vie da seguire per rispondere al progressivo arretramento dello Stato sulle politiche sociali.
 
The English Compact, un esempio di governance territoriale per il Terzo settore
Il Compact è un accordo che regola i rapporti intercorrenti tra la pubblica amministrazione inglese e organizzazioni del Terzo settore in materia di politiche sociali. Attivo dal 1998, questo accordo nel corso degli anni è riuscito a strutturare e sviluppare le relazioni tra queste realtà creando, specialmente a livello locale, strutture di governance in grado di rispondere positivamente sia alle richieste provenienti dal mondo del non profit che alle esigenze proprie della pubblica amministrazione.
 
Le Fondazioni di Comunità in Italia: uno sguardo d'insieme
In un’ottica di secondo welfare appare quanto mai necessario comprendere quali approcci e quali soggetti, specialmente a livello locale, possano contribuire allo sviluppo di pratiche innovative per lo sviluppo della società civile e del nostro sistema di welfare. Non si può pertanto evitare di prendere in considerazione alcuni soggetti che, una quindicina d’anni fa, hanno iniziato ad affermarsi in Italia contribuendo in maniera positiva allo sviluppo di diverse aree del Paese: le fondazioni di comunità