Tag: pensioni

 
Un cinque per mille a favore del lavoro ai giovani
Il nesso fra oneri sociali e lavoro dei giovani non è oggi adeguatamente percepito e compreso dall’opinione pubblica. Eppure si tratta del principale nodo da sciogliere per spezzare il circolo vizioso «alti contributi-bassa occupazione» che mina la sostenibilità del nostro modello sociale. C’è un modo per sollecitare la consapevolezza di questa sfida e il sostegno a misure che spalmino il finanziamento del welfare su tutti i tipi di reddito? Maurizio Ferrera ha formulato una proposta in tale senso: un cinque per mille a favore del lavoro ai giovani.
 
Nuovi patti generazionali: non bastano le pensioni
Preoccuparsi per il futuro dei giovani e la sicurezza degli anziani è più che normale in tempi di crisi. Occorre però evitare che le preoccupazioni si trasformino in lamentazioni intrise di pessimismo e sorde all’evidenza empirica. Purtroppo il dibattito italiano indulge spesso a questa brutta abitudine, soprattutto quando si parla di mercato del lavoro e di previdenza. Nel loro nuovo volume Del Boca e Mundo mostrano come gran parte dei lamenti in circolazione siano appunto esagerati e quasi sempre infondati. Fuori linea rispetto ai dati empirici.
 
MioWelfare, la piattaforma online che aiuta a conoscere il proprio welfare
MioWelfare è una piattaforma online nata nel febbraio 2014 da un’idea di di alcuni professionisti esperti di welfare, informatica e comunicazione. L'idea è offrire uno strumento tecnologico che sia in grado di risolvere, con soluzioni rapide ed efficaci, la complessità informativa nell’ambito del welfare. Per capire meglio gli obiettivi presenti e futuri di MioWelfare Valentino Santoni ha intervistato per noi Stefano Bruni, sales manager della startup che lo ha creato.
 
Le misure sulle pensioni e l’equità che manca
Le misure sulle pensioni saranno il piatto forte della prossima legge di stabilità. Il “pacchetto” costerà circa sei miliardi di euro nel corso dei prossimi tre anni. Con i tempi che corrono, non è certo una cifra da poco. Ma in un paese che non riesce a riprendersi dalla crisi è davvero una priorità aumentare (in deficit) la spesa pensionistica, che peraltro è già fra le più alte d’Europa? Non sarebbe più opportuno investire nel welfare “per la crescita”?
 
Female Poverty Trap: Gender Pension Gap in the European Union
For 25% of the European population, pensions are the primary source of income. Furthermore, the number of pensioners is expected to double in the next 40 years. In this situation is crucial, now more than ever, to find a way to keep the pensions both adequate and sustainable. Adequate for the need not only to avoid poverty but also to ensure acceptable life standards. And this is particularly challenging when it comes to women.
 
Patto Generazionale e Bonus Vita: Luxottica allarga (ancora) il proprio welfare
Per affrontare le trasformazioni in atto e intervenire sui nuovi bisogni dei suoi dipendenti, Luxottica ha scelto di rinnovarsi e adottare due nuove importanti misure che guardano al futuro. Il Gruppo ha scelto di ampliare ulteriormente il proprio sistema di welfare aziendale introducendo un "Bonus vita" a favore dei propri dipendenti e avviando operativamente i primi percorsi per il cosiddetto "Patto generazionale’ in azienda.
 
Le trincee generazionali di un'Italia sempre più vecchia
Sono sempre di più gli italiani che non vogliono avere rapporti con le altre generazioni. Per l'esattezza si tratta di 8 milioni di persone che quando devono sottoporsi a una visita medica, fare acquisti, farsi consigliare su questioni personali, andare in vacanza o impegnarsi sul luogo di lavoro preferiscono non rapportarsi con persone di un'età troppo distante dalla propria. È il quadro sconcertante che emerge dalla ricerca «L'Italia delle generazioni» realizzata dal Censis.
 
Inps, mezzo milione in pensione da oltre 36 anni. Boeri: "Serve contributo da importi elevati"
I dati solo sul settore privato non comprendono i baby pensionati del pubblico impiego, usciti dal lavoro prima del '92 con almeno 14 anni di contributi. Baretta "Legge Fornero va difesa" ma bisogna "agire sulla flessibilità in uscita". Così "è impraticabile"
 
Spesa per pensioni: la sostenibilità, l’Europa, le Riforme
La riforma Fornero ha assicurato un contenimento della spesa di 68 miliardi entro il 2020, al netto dei 12 miliardi impegnati per le salvaguardie degli esodati. Ma nonostante questo, l’attenzione della Commissione Europea sulla “partita pensioni”, come confermato dal "Rapporto sulla sostenibilità fiscale 2015" redatto da Bruxelles, è sempre molto alta. Perché? Alberto Nalin su "Il Punto" propone alcuni numeri per capire le ragioni di questo atteggiamento della Commissione.
 
Pensioni, il cantiere infinito
Il cantiere della legge di Stabilità sta per aprirsi ed ecco arrivare, puntali come orologi, nuove proposte in materia di pensioni. Quest’anno non si tratta solo di salvaguardie per gli esodati o deroghe per questa o quella categoria. Si vorrebbe ripristinare la pensione di anzianità generalizzata a partire da 62 anni, non appena il totale fra età e durata della contribuzione raggiunge «quota 100». La cosiddetta flessibilità in uscita è un’idea su cui è opportuno riflettere.
 
Previdenza, la difficile tutela dei giovani
La recente sentenza della Consulta ha aperto una controversia spinosa e delicata: a differenza di precedenti pronunciamenti, questa volta i giudici costituzionali hanno scelto di non considerare il quadro generale del nostro sistema previdenziale e del nostro bilancio pubblico. Il governo si trova ora costretto a un difficile atto di equilibrismo, dovendo bilanciare fra loro principi e vincoli trascurati dalla Corte e al tempo stesso evitare contrapposizioni fra gruppi sociali. Tutelando in particolare le generazioni più giovani.
 
Il secondo welfare protagonista della Giornata della Previdenza di Napoli
Mutualità e bilateralità vanno assumendo un ruolo sempre più significativo nell'arena del welfare nazionale, rendendo più efficiente un sistema di tutele che, fino ad oggi, si è basato quasi esclusivamente sull’intervento dello Stato. Al ruolo di queste due declinazioni del secondo welfare sarà dedicata la tavola rotonda “Mutualità e bilateralità per la tutela delle famiglie. Le prospettive del welfare integrativo nel Mezzogiorno” che Percorsi di secondo welfare, in collaborazione con il Centro Einaudi e SRM-Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, organizza all’interno della Giornata Nazionale della Previdenza 2015.
 
Presentazione del 2° Rapporto "Il bilancio del sistema previdenziale italiano”
Mercoledì 15 Aprile 2015 dalle ore 14.30 presso la Sala della Regina, Palazzo Montecitorio, Roma, si terrà la presentazione del 2° Rapporto "Il bilancio del sistema previdenziale italiano. Andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell'assistenza". Il Rapporto, che segue quello dello scorso anno relativo ai bilanci 2011 e 2012, analizza il bilancio del sistema previdenziale 2013, con previsioni per gli anni successivi e di medio lungo periodo.
 
La dignità da riconoscere al lavoro autonomo
Nei confronti delle partite Iva in sede di Legge di Stabilità erano stati commessi due errori: non erano stati bloccati gli aumenti della contribuzione alla gestione separata Inps e si era ritoccato il regime dei minimi Irpef pasticciando e aumentando la pressione fiscale. Con due emendamenti inseriti nel decreto Milleproroghe il governo ha rimesso le cose al loro posto, ma il difficile per certi versi comincia adesso. Bisogna infatti passare a una fase costruttiva, che cerchi di tenere insieme riconoscimento professionale, promozione, welfare e carico fiscale anche per partite Iva e freelance.
 
Il gambero delle pensioni
Il decreto 90 sulla pubblica amministrazione è in fase di conversione in Parlamento. Maurizio Ferrera riflette sui possibili esiti di questa misura, l’ennesima sul fronte pensionistico, fronte dove spesso si opera con le modalità del gambero, cioè tornando indietro rispetto al punto in cui si è oggi. Se determinati aggiustamenti sono necessari al fine di correggere esiti sottovalutati, l’assenza di una giusta base tecnica rischia infatti di compromettere efficacia finanziaria ed equità distributiva.
 
L'investimento domestico dei fondi pensione. Opportunità o vincolo per l’economia italiana?
La proposta di alcuni esponenti del mondo politico di incentivare la ripresa dell’economia italiana mediante un maggiore investimento domestico dei fondi pensione ha generato non poche perplessità per la sicurezza dei patrimoni degli iscritti e il timore che i fondi pensione italiani possano essere spinti verso investimenti meno redditizi e più rischiosi. A chiarimento di tale dibattito proponiamo un’intervista a Silvio Bencini, partner di European Investment Consulting, società specializzata nella consulenza a investitori istituzionali e in particolare su fondi pensione negoziali.
 
Welfare integrato: qualcosa in più di un’idea
In occasione della Giornata Nazionale della Previdenza che si svolgerà a Milano dal 14 al 16 maggio, Assoprevidenza e Percorsi di secondo welfare si confronteranno sui cambiamenti che stanno interessando il modello di welfare del nostro Paese, nella convinzione che le politiche sociali non possano essere viste come mero costo ma come investimento per il rilancio dell’Italia. L'appuntamento è per giovedì 15 maggio con l'evento "Welfare integrato: qualcosa più di un'idea", che si terrà alle 14.00 presso la Borsa di Milano.
 
ItaliaCamp e Assogestioni cercano idee per il welfare
C’è tempo fino al 20 marzo per presentare il proprio progetto alla Call4Ideas sulla previdenza complementare lanciata da Assogestioni, l’associazione che rappresenta la maggioranza delle società di gestione del risparmio italiane e straniere operanti nel nostro Paese, e ItaliaCamp, associazione non profit che nasce con l’obiettivo di sostenere e promuovere l’innovazione sociale.
 
La crisi, le famiglie e il risparmio: l'indagine 2013
E’ stata presentata a Torino l’Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2013, un progetto annuale del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo che grazie alle sue serie storiche consente di comparare le scelte di risparmio dei cittadini dal 1983 a oggi. Come ogni edizione, l'indagine è arricchita con un focus tematico: quest'anno il tema monografico riguarda le donne.
 
Giovani e no: è possibile un equilibrio tra generazioni?
Giovani contro anziani, un problema molto italiano – ma non solo – su cui è stato detto e scritto di tutto, fatto molto poco. Ma aldilà dei luoghi comuni e delle polemiche che spesso accompagnano il dibattito, quali sono queste diseguaglianze? E’ importante capirlo, perché ritrovare l’equilibrio e la coesione tra generazioni è una delle vie dirette per creare delle società solide e sostenibili, oltre che un aiuto per recuperare risorse e superare la fase nera della crisi economica.
 
Welfare Day, III Edizione
Si terrà martedì 4 giugno a Roma la III edizione del Welfare Day “Scenari evolutivi per il Welfare Integrativo: Sanità, Previdenza e Assistenza nel secondo pilastro”. Si tratta di una giornata dedicata al welfare contrattuale e all'assistenza sanitaria integrativa e quest'anno sarà focalizzata sulla ricerca ”Sanità pubblica, Sanità privata ed Assistenza Sanitaria Integrativa”, condotta dalla Direzione Attuariale di RBM Salute in collaborazione con il CENSIS.
 L'evento si terrà a Roma martedì 4 giugno 2013 presso il Westin Excelsior di via Vittorio Veneto, 125.
 
Contratti a termine flessibili per i giovani. Lavoro part-time prima della pensione
Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, sta approfondendo il suo dossier in vista dell'incontro di dopodomani con i sindacati e i rappresentanti delle imprese. Alcuni passaggi sono ancora da valutare e restano molti nodi da sciogliere.
 
Pensioni, la riforma Fornero a regime
Dal 1 gennaio 2013 sono operative le nuove regole pensionistiche introdotte dalla riforma Fornero. Giampiero Falasca sul Sole 24 Ore segnala le novità più importanti introdotte in campo previdenziale.
 
Sul welfare peserà il nodo degli "anziani importanti"
Gian Carlo Blangiardo sulle pagine del Sole 24 Ore analizza i recenti dati sull'invecchiamento cercando di capire quali saranno le prospettive per il futuro, anche tenendo conto del sempre più alto numero di stranieri che risiedono in Italia inciderà sempre più drasticamente sul nostro sistema di welfare.
 
Forum Ania-Consumatori: Nuove tutele oltre la crisi
E’ stata presentata a Roma lo scorso 11 dicembre la seconda indagine sulla percezione degli italiani rispetto ai rischi sociali, realizzata da Censis e Forum Ania Consumatori. Il secondo rapporto registra un peggioramento della già rilevata sfiducia da parte dei cittadini nei confronti della tutela pubblica, e più in generale un sentimento di sconforto di fronte alla crisi economica che non passa. Gli italiani si aspettano un ulteriore arretramento della copertura pubblica, e giudicano inadeguati i servizi per la tutela dei “nuovi rischi”, primo tra tutti quello della non autosufficienza.
 
I redditi da lavoro dopo il pensionamento
Nel corso degli ultimi anni le politiche sociali e occupazionali europee hanno evidenziato come la società vada verso un progressivo prolungamento della vita lavorativa e dell’età di pensionamento reale. Nei paesi dell’Unione Europea il tasso di occupazione tra i 65 e i 69 anni di età è salito dall’8,8% al 10,5% tra il 2005 e il 2011. Ma chi sono oggi i pensionati lavoratori? Quali attività svolgono? Quali iniziative possono intraprendere policy-makers, datori di lavoro e pensionati per gestire al meglio l’impatto di questa tendenza sull'intera società?
 
Festival delle generazioni: facciamo un bilancio?
Il Festival delle Generazioni, la tre giorni di incontri organizzata a Firenze dalla Federazione Nazionale Pensionati Cisl con la S3.Studium per affrontare la questione inter-generazionale, si è svolto nel fine settimana del 12-14 ottobre con un denso programma di eventi informativi, culturali e di svago in diversi luoghi della città. Paola Gilardoni, Segretario USR CISL Lombardia e "giovane" dell'organizzazione, ci ha dato le sue impressioni sul Festival e ci ha raccontato come vede le prospettive del sindacato per il prossimo futuro.
 
Festival delle Generazioni: l'intervista a Valeriano Formis
Il panorama delineato dallo studio “Generazioni. Giovani e anziani nel 2020” evidenzia certamente l’opportunità di un momento di incontro e dialogo tra le generazioni, e al tempo stesso introduce la necessità di una seria riflessione circa il futuro dell’organizzazione e il suo compito di rappresentanza. Abbiamo chiesto a Valeriano Formis, Segretario Generale Pensionati della Cisl lombarda, un bilancio a caldo rispetto all’iniziativa, e un commento sulle conclusioni dello studio presentato durante i lavori.
 
Pensioni: in arrivo nuovi aggiustamenti
Sul Corriere descritte alcune novità relative alla riforma delle pensioni: dal 2013 l'aggancio alle speranze di vita, e i giovani potrebbero andare in pensione a 70 anni. Roberto E. Bagnoli, Corriere della Sera, 8 ottobre 2012
 
Il mercato assicurativo italiano: opportunità nella patria del Rinascimento
L’esecutivo guidato da Mario Monti ha accompagnato la severa riforma fiscale a provvedimenti mirati a modificare la legislazione in materia di lavoro e competitività dei servizi. Interventi che, non lasciando inalterato il sistema di welfare, influiscono inevitabilmente sul costo sociale della crisi finanziaria. Questo è lo scenario descritto dal recente studio pubblicato da Swiss Re, che presenta un'analisi del contesto macro-economico, demografico e sociale del paese al fine di aprire alla discussione circa le sfide e le prospettive di sviluppo del settore assicurativo in Italia.
 
Nuove regole per gli investimenti: un'opportunità per i Fondi Pensione?
E’ scaduto il termine per l’invio di osservazioni sul nuovo regolamento in consultazione relativo ai limiti agli investimenti dei Fondi Pensione. Abbiamo chiesto un parere circa le nuove disposizioni e le prospettive per gli investitori istituzionali al prof. Riccardo Cesari, in occasione del suo intervento al seminario tecnico organizzato da Mefop lo scorso 12 luglio.
 
Cosa succede con la spending review?
Negli ultimi giorni il dibattito sulla spending review si è fatto più intenso, ma quali conseguenze comporterà l’attivazione delle misure di revisione della spessa pensate dal Governo Monti? Cerchiamo di capirlo analizzando brevemente il decreto principale del provvedimento e alcune opinioni apparse recentemente sulla stampa nazionale.
 
A luglio 40 mila anziani rischiano di rimanere senza pensione
Valentina Conte, La Repubblica, 28 giugno 2012
 
Le casse privatizzate e i tagli al welfare
Nel dicembre scorso il ministro Fornero aveva promesso equità in materia previdenziale, garantendo che eventuali tagli sarebbero stati vagliati e attuati con attenzione dal governo. Tale promessa, tuttavia, sembra non essere stata mantenuta giacchè due milioni di soggetti continuano a godere di trattamenti pensionistici privilegiati, mentre altre categoria "deboli" subiscono bruschi ridimensionamenti previdenziali.
 
Pensione più lontana ma più ricca
La Ragioneria dello Stato comunica che, a seguito delle misure contenute nel cosiddetto decreto "Salva-Italia", andremo in pensione più tardi ma con assegni tendenzialmente più ricchi. Tuttavia tali previsioni cambiano a seconda della categoria lavorativa di appartenenza e, soprattutto, bisognerà tener conto dei rischi legati a bassa crescita e disoccupazione, che potrebbero incidere notevolmente sull'importo finale della pensione.
 
La crisi, gli italiani e il risparmio: l'indagine 2012
Lo scorso 18 giugno è stata presentata l’edizione 2012 dell’Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani. Il tema monografico affrontato quest'anno riguarda i "baby boomers", i cittadini nati tra il 1951 e il 1976, dedicando loro un campionamento aggiuntivo e alcune domande specifiche.
 
Invecchiamento demografico e rapporto tra generazioni
L’invecchiamento demografico è un fenomeno tanto rilevante quanto ormai diffuso nelle nostre società. Un problema sempre più discusso dagli esperti, e vissuto con preoccupazione dalle famiglie. In Italia, i protagonisti del secondo welfare sono da tempo impegnati nella ricerca di risposte al problema dell’invecchiamento e della non autosufficienza, ma anche nella discussione circa il ruolo degli anziani nella società e il rapporto tra generazioni.
 
Fondi pensione: il nuovo 703/1996
L’evoluzione dei mercati finanziari, la riforma del sistema di previdenza complementare e il recepimento nel nostro ordinamento della direttiva europea sui fondi pensione hanno reso necessaria una revisione del 703, il decreto che dal 1996 definisce criteri e limiti di investimento, nonché i conflitti di interesse dei fondi pensione. Il nuovo schema di regolamento ministeriale è ora in fase di consultazione pubblica.
 
Informazione previdenziale e nuove prospettive di welfare alla GNP 2012
La Giornata Nazionale della Previdenza si è aperta a Milano lo scorso 10 maggio con il messaggio del Presidente della Repubblica, che ha ricordato la necessità di fornire a tutti i cittadini, e soprattutto ai giovani, una corretta e completa informazione previdenziale. Soprattutto ora, con il passaggio al regime contributivo. Hanno partecipato all’edizione 2012 più di 80 espositori e 170 relatori tra esperti, rappresentanti delle istituzioni e operatori del settore si sono confrontati durante gli incontri in programma.
 
Divieto di discriminazione in ambito assicurativo: le linee guida
La Commissione europea ha recentemente reso note le linee direttrici per l’applicazione della direttiva 2004/113 dopo la sentenza Test Achats, che sancisce il divieto di discriminazione tra uomini e donne in ambito assicurativo. Avevamo parlato con la Professoressa Olivia Bonardi, coautrice insieme a Laura Calafà della ricerca per il Parlamento europeo “The use of gender in insurance pricing”, del significato della sentenza e delle sue possibili implicazioni per i cittadini e le compagnie assicurative. A seguito dell’intervento della Commissione, abbiamo chiesto un parere alla Professoressa Calafà, docente di Diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Verona.
 
Premier svedese Reinfeldt: lavorate fino a 75 anni
Marco lo Conte, il Sole 24 Ore, 8 febbraio 2012
 
Governo: il rapporto sulla spesa pubblica
E’ stato pubblicato lo scorso 23 gennaio sul sito del Governo Italiano il rapporto sulla spesa pubblica redatto dal Ministro per i rapporti con il Parlamento Piero Giarda. I dati, che anticipano la “spending review” del Governo, presentano l’evoluzione della spesa pubblica negli ultimi sessant’anni, dal 1951 al 2010. Riportiamo alcuni risultati significativi.
 
UE: Stop alle tabelle differenziate per il calcolo della pensione
La Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha stabilito che dal 21 dicembre 2012 non sarà più possibile per le compagnie assicurative offrire polizze differenziate per uomini e donne, come invece oggi accade per Rc-auto e polizze vita. Unanime la reazione del settore assicurativo, che si appella alle statistiche e avverte circa possibili aumenti dei prezzi. Abbiamo chiesto alla Prof.ssa Olivia Bonardi, docente di Diritto del lavoro e di Diritto della sicurezza sociale, di spiegarci meglio di che cosa si tratta.
 
Le generazioni prive di difesa
Dalle pagine del Corriere della Sera Maurizio Ferrera spiega come la recente riforma delle pensioni costituisca un primo passo verso un più radicale cambiamento del "ciclo di vita" degli italiani.
 
La ricerca del sentiero dell’equità
Alla vigilia della conferenza stampa del Governo, che ha annunciato le misure della attesissima manovra “salva Italia”, Maurizio Ferrera commentava dalle pagine del Corriere della Sera indiscrezioni e paure, più o meno giustificate, dei cittadini.