Tag: terzo settore

 
Il progetto “News dal Monviso”. Quale modello per le reti del territorio?
Il report di Chiara Agostini, elaborato su incarico del Consorzio Monviso solidale, analizza l'esperienza del progetto “News dal Monviso” di fronte ai cambiamenti in atto nel sistema di welfare italiano e offre indicazioni utili al suo consolidamento delle attività avviate. Il progetto è stato sviluppato nell'ambito del progetto WeCaRe di Regione Piemonte ed è stato finanziato attraverso fondi europei.
 
Quotidiana: una rete di edicole per orientarsi nelle città
Negli ultimi anni stanno sorgendo presidi di welfare territoriale all'interno di edicole abbandonate o in difficoltà. Questi luoghi rappresentano un'opportunità di inclusione per il territorio e offrono risposte a bisogni che faticano a trovare risposta: al loro interno sono infatti spesso offerti servizi per rispondere alle esigenze quotidiane delle persone. In questo articolo vi raccontiamo un recente progetto promosso a Milano.
 
Accoglienza: le linee guida di Minplus per una comunicazione pubblica incisiva
Nell'ambito del progetto Minplus sono state presentate le linee guida per una comunicazione volta a promuovere forme di coesione sociale tra comunità locali e migranti stranieri. In questo senso, l'obiettivo del documento è favorire la nascita di un sentire comune sul tema dell’integrazione nelle comunità ospitanti.
 
Quando il welfare aziendale genera valore per tutto il territorio: il caso di Beatrice
Nella provincia di Bergamo è in corso un progetto innovativo che si propone di diffondere un’idea di welfare aziendale fortemente aperto al territorio. L’iniziativa, grazie a una governance a guida pubblica, mette in rete imprese, enti locali, cooperative sociali, sindacati e associazioni della Val Seriana allo scopo di creare nuovi strumenti e risposte per i bisogni sociali delle comunità. Ce ne parla Valentino Santoni.
 
Vaccini a homeless e migranti irregolari: dalla Sicilia alla Lombardia scende in campo il Terzo Settore
In una campagna vaccinale che punta a immunizzare l’80% della popolazione entro settembre è necessario pensare anche a chi non ha fissa dimora. A questo riguardo sono molte le associazioni impegnate sui territori per permettere a centinai di persone in difficoltà, talvolta immigrati senza permesso di soggiorno, di accedere alla vaccinazione | Il Sole 24 ore, 20 maggio 2021
 
Welfare aziendale, se chi semina raccoglie
Le ridotte dimensioni delle aziende e le specificità del settore rendono complesso introdurre misure di welfare aziendale in agricoltura. Nell'Alto Milanese è nato un progetto - Agriwel - che sta promuovendo partenariati e reti tra le imprese per dar vita a piani di welfare e azioni di conciliazione vita-lavoro in questo settore. Ce ne hanno parlato Gabriella Merlo e Michela Allievi dell'Associazione Irene.
 
Luoghi di ascolto e di welfare: è questa la sfida per le "nuove" edicole
Le reti familiari sono sempre più sfilacciate ed è quindi difficile soddisfare piccoli bisogni quotidiani, sociali e non. Cresce l’attenzione al commercio di prossimità e, più in generale, alla dimensione locale e di quartiere. Le esigenze di conciliazione si fanno sempre più complesse. Sono alcune ragioni alla base della nascita delle edicole “sociali”, di cui Elisabetta Cibinel ci parla nel suo commento pubblicato su Buone Notizie.
 
L'edicola apre alla comunità
Quotidiani e riviste, ma anche piccole commissioni, documenti e servizi alla persona. Le edicole del futuro potrebbero occuparsi di tutto questo, diventando nuovi presidi comunitari. Questi spazi, infatti, hanno da sempre un grande potenziale sociale e la crisi che stanno attraversando potrebbe farlo riemergere, facendoli evolvere con un'ottica di prossimità. Ce ne parla Paolo Riva nel suo articolo "di contesto" della nostra nuova inchiesta pubblicata su Buone Notizie.
 
Il volontariato si candida a essere bene immateriale Unesco
A conclusione dell'esperienza di Padova Capitale Europea del Volontariato, unitamente alla presentazione della nuova versione della "Carta dei Valori del Volontariato", è stata annunciata la candidatura del volontariato come bene immateriale Unesco. Lo scopo è quello di portare alla luce l'importanza di questo fenomeno, anche a fronte del grande sforzo profuso da centinaia di migliaia di volontari durante la pandemia, e valorizzarlo adeguatamente.
 
Operai e volontari si alleano contro la povertà
In una recente intervista Roberto Benaglia, segretario generale di Fim Cisl, racconta la volontà della confederazione dei metalmeccanici di Cisl di costruire un progetto di solidarietà in partnership con il Terzo Settore. L'idea è quello di implementare misure di welfare contrattuale per il contrasto alla povertà e di operare per una riduzione del digital divide | Lorenzo Maria Alvaro, Vita, 4 maggio 2021
 
Le piattaforme digitali nel campo del welfare: tra intermediazione e dis-intermediazione
Se da una parte riescono a facilitare l'incontro tra domande e offerta di welfare sui territori, dall'altra rischiano di eliminare il processo di intermediazione tra beneficiari e servizi sociali. Per questo, spiega Valentino Santoni, le piattaforme non dovrebbero limitarsi al digitale ma strutturarsi anche attraverso luoghi fisici che possano offrire informazioni e contatti utili, evitando così i problemi legati alla disintermediazione tra bisogni e servizi.
 
Skillando Italian Tour: il viaggio per supportare sei organizzazioni non profit attraverso il volontariato digitale
Sei settimane, in bici e treno, da Nord a Sud, per supportare enti e organizzazioni non profit attraverso il volontariato digitale. È questo l’obiettivo del Tour Italiano di Skillando, una community di volontari digitali che opera in Italia e nei paesi emergenti per combattere il digital divide e sostenere attività di impatto sociale che ancora non hanno sfruttato appieno il potenziale degli strumenti digitali.
 
Collegialità negli organi di governo: alla ricerca di spunti operativi
Far parte di un consiglio di amministrazione e governare collegialmente è impegnativo, richiede pazienza, un piano di lavoro e orientamenti comuni. Graziano Maino e Maria Giovanna Salaris in questo secondo articolo del ciclo "Collaborare e partecipare" offrono alcune riflessioni per promuovere il confronto e intraprendere passi concreti e utili per le organizzazioni.
 
Il cambiamento possibile dell’Ufficio Pio
Il nuovo Consiglio d'Amministrazione dell’Ufficio Pio, ente strumentale di Compagnia di San Paolo, ha reso pubblico il suo Piano programmatico pluriennale 2021-2023. Grazie all'investimento di oltre 42 milioni di euro, il Piano intende sostenere progetti di impatto sociale volti a rispondere alle problematiche emerse con l'emergenza Covid-19. In questo articolo Valeria De Tommaso ci racconta le linee strategiche che saranno seguite a tale scopo.
 
Digital fundraising e pandemia: 350 milioni raccolti in totale, di cui 1,8 milioni in Italia
Nell'anno della pandemia anche il mondo della raccolta fondi è stato permeato dal digitale. In Italia il digital fundraising è incrementato del 125% arrivando a una somma totale di 1,8 milioni di euro. iRaiser, piattaforma dedicata al fundraising, ha raccolto i principali dati nel suo ultimo report | Bernardetta Cairo, Confini Online, 7 aprile 2021
 
Sfruttare la tecnologia per favorire l'autonomia e l'inclusione: l'obiettivo di NeMOLab
NeMOLab è un nuovo polo tecnologico per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni altamente innovative per rispondere ai bisogni di chi vive una patologia neurodegenerativa e neuromuscolare. Il progetto vuole introdurre un nuovo modo di fare ricerca in questo campo, grazie alla partnership tra i Centri Clinici NeMO, che da anni sono specializzati nella presa in carico multidisciplinare, e il Gruppo CGM.
 
Il valore del lavoro al centro del progetto VALI di Fondazione Cariparo
VALI - Valore Autonomia Lavoro Inclusione grazie a un approccio innovativo supporterà le persone disoccupate nella ricerca fattiva di una occupazione e, contemporaneamente, le accompagnerà in percorsi per aiutarle a superare le condizioni di disagio determinate dalla mancanza di lavoro. Per realizzare il progetto la Fondazione si avvarrà di un'ampia rete di partner territoriali e stanzierà 3 milioni di euro.
 
Governare insieme per il bene comune
I Regolamenti di amministrazione condivisa sono la cornice giuridica entro cui cittadini e enti locali stabiliscono patti di collaborazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni. Nell'ambito della nostra inchiesta per Corriere Buone Notizie Lorenzo Bandera riflette sul ruolo di questi strumenti alla luce dei cambiamenti in atto nel welfare locale e della crisi pandemica.
 
Autismo e comunità a Bergamo: attività nel quartiere e per il quartiere
Nel 2016 il Centro Socio-Educativo per l’autismo del Comune di Bergamo ha avviato un ripensamento complessivo del proprio modello di servizio, in precedenza fortemente standardizzato e codificato. La trasformazione intendeva creare una struttura maggiormente flessibile, con progetti personalizzati, ma soprattutto con una forte apertura e integrazione “nel” e “con” il territorio. Un'esperienza interessante da conoscere.
 
Come valutare un'impresa sociale?
I bilanci sono una fonte di informazioni preziosa, ma gli indicatori che se ne traggono per valutare e comprendere un'impresa sociale non possono essere gli stessi che utilizziamo per un'azienda for profit. È il tema del nuovo numero di Impresa Sociale, rivista parte del network di Secondo Welfare, che nella prima pubblicazione dell'anno apre una riflessione, sia teorica sia fondata su dati empirici, che mira a ripensare gli strumenti necessari a fare valutazione.
 
Se le aziende ''adottano'' le buone pratiche del non profit
Valorizzare e diffondere le buone pratiche realizzate dalle associazioni non profit italiane in questo lungo periodo di emergenza. È questo l'obiettivo del progetto "Adotta una Buona Pratica" che, grazie al contributo diretto di imprese private, intende diffondere le iniziative più interessanti promosse dal mondo del Terzo Settore come reazione alle crisi sanitaria, economica e sociale.
 
Povertà educativa: 6 milioni di euro per colmare il gap digitale sui territori lombardi più colpiti dalla pandemia
Fondazione Cariplo e l'impresa sociale Con i Bambini hanno deciso di sostenere congiuntamente tre progetti di sistema volti a contrastare la povertà educativa e digitale realizzati dalle Fondazioni di Comunità di Brescia, Bergamo e Lodi con la collaborazione di oltre 100 partner pubblici e privati. Secondo i promotori, grazie a uno stanziamento 6 milioni di euro, i progetti andranno a intercettare complessivamente 32.000 minori in condizione di fragilità.
 
Filiere inclusive e coesive: il report di Aiccon e UBI Banca sulle imprese sociali di inserimento lavorativo
Il ruolo delle imprese a finalità sociale all’interno delle catene del valore territoriali è sempre più importante e permettere di includere soggetti vulnerabili, erogare servizi di prossimità, prendersi cura della comunità, producendo un potenziamento del territorio in termini di competitività, oltre che di coesione. È il tema al centro del nuovo report curato da AICCON con il supporto e la collaborazione di UBI Banca.
 
Obiettivi di cambiamento e una cultura dell’evidenza per superare il “solipsismo”
Diversi operatori dell'ecosistema filantropico si sono detti favorevoli a sviluppare nuove forme di collaborazione sistemica per superare la logica "a silos" che spesso vede ogni ente confinato in sé stesso. Simone Castello, segretario generale di Fondazione Mazzola, suggerisce tre punti tra loro collegati che possono contribuire al superamento di quello che Carola Carazzone ha indicato come il “solipsismo” delle realtà italiane.
 
Fondo Sorriso: la solidarietà che riavvicina e sostiene
So.rri.so è stato ideato dalle Diocesi di Torino e Susa, in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti, per dare una risposta ai problemi di credito e liquidità di famiglie, lavoratori e piccole attività. Attraverso i meccanismi del microcredito il progetto mira a offrire un aiuto economico immediato alle persone in difficoltà a causa della pandemia e, al tempo stesso, promuovere la logica della restituzione.
 
Mi licenzi? E io ti compro. Come funzionano i Workers Buyout
Quando un'azienda è in crisi e rischia il fallimento i dipendenti possono costituirsi in cooperativa, subentrare alla proprietà e rigenerarla, salvaguardando così lavoro e produzione. I dati ci dicono che i Workers Buyout sono ancora un fenomeno di nicchia, ma la pandemia può cambiare le cose. È questo il tema della nostra ultima inchiesta pubblicata su Corriere Buone Notizie: in questo articolo Paolo Riva ci aiuta a contestualizzarlo.
 
Workers Buyout: non è solo mercato ma una rivoluzione culturale su valori condivisi
Diventare una cooperativa attraverso un Workers Buyout non significa semplicemente modificare il proprio modello organizzativo. Per questo aiutare i nuovi cooperatori a far propri gli ideali della cooperazione vorrebbe dire rafforzare resilienza, capacità di azione e speranza nel futuro. A dirlo è Lorenzo Bandera nel commento della nostra inchiesta sui Wbo pubblicata da Corriere Buone Notizie.
 
Un cantiere aperto per la costruzione di filiere integrate nei servizi di cura alla persona: la proposta di Legacoopsociali
Il 4 marzo Legacoopsociali presenta il Working Paper 2WEL “Ripensare la filiera integrata dei servizi di cura alla persona. Riflessioni, strumenti, proposte”. Da qui partirà un percorso di confronto allargato che, attraverso l’ascolto e la legittimazione delle esigenze di tutti i protagonisti coinvolti nei processi di cura, possa portare un contributo concreto nell’interlocuzione con le istituzioni e le comunità.
 
Terzo Settore e innovazione: a che punto siamo?
Quanto e come il non profit italiano sente il bisogno di fare innovazione? Questa è una dimensione considerata rilevante nei processi di sviluppo delle organizzazioni di Terzo Settore? E, nel caso, quanto vi si impegnano? Con quali strategie, quali scelte organizzative e quali strumenti? Sono alcune delle domande a cui cerca di rispondere il working paper "La domanda di innovazione del Terzo Settore" realizzato da Fondazione Italia Sociale, Deloitte Private e TechSoup Italia.
 
Pratiche educative domiciliari: un libro per esplorare la figura dell’educatore professionale
“Pratiche educative domiciliari. Educatori e famiglie tra case e cimase” è un libro che parla dell'educatore professionale/domiciliare, un complesso lavoro di/sul confine, praticato in prima linea e spesso svolto in solitudine. Anna Di Nardo, co-autrice, ci racconta la gestazione e i principali contenuti di questo volume che cerca di esplorare il ruolo e la funzione di questa figura professionale.
 
Welfare aziendale “a filiera corta”: un’opportunità per innovare Welfare State e tessuto imprenditoriale
Il welfare aziendale può contribuire a una "rivoluzione" funzionale del welfare state, favorendo anche una rilettura delle relazioni tra capitale e lavoro. Carlo Rossi, presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, parte da questo assunto per raccontare le iniziative che la Fondazione, insieme al nostro Laboratorio, avvierà per promuovere un welfare aziendale "a filiera corta" nella provincia toscana.
 
Mutuo soccorso: ritorno al futuro per una sanità inclusiva
La Fondazione Cesare Pozzo e Percorsi di secondo welfare hanno recentemente condotto una ricerca i cui risultati, confluiti in un position paper dal titolo ''APRIRSI per ritornare al futuro", approfondiscono il ruolo del mutuo soccorso. Il documento è l'esito di un lavoro di ricerca sul campo in cui i ricercatori hanno interloquito con esperti e professionisti del settore. Ne ha parlato il Presidente della Fondazione Cesare Pozzo, Stefano Maggi.
 
L'infermiera di comunità e gli spazi di prevenzione: le proposte del progetto Integr-aree
Integr-aree è un progetto promosso da una rete multi-attore finalizzato a promuovere iniziative destinate agli anziani fragili. Tra gli interventi promossi c'è l'infermiera di comunità, una figura professionale che funge da tramite tra l'area sociale e sanitaria strettamente connessa con gli operatori del territorio.
 
Nuove reti di welfare contro il Covid-19: l'esperienza di Cantù
Nel maggio 2020 a Cantù, in provincia di Como, si è svolta una ricerca con l'obiettivo di fotografare le azioni che il Terzo Settore locale ha messo in campo per fronteggiare gli effetti della pandemia. In un contesto in cui sono presenti numerosi enti con scarse esperienze di collaborazione si è assistito a risultati molto diversi e, soprattutto, alla nascita di nuove reti con l'obiettivo di sviluppare soluzioni innovative per affrontare l'emergenza.
 
Giornata di Raccolta del Farmaco: oggi più che mai è importante donare
A causa delle conseguenze economiche della pandemia sempre più persone sono impossibilitate ad acquistare i farmaci di cui avrebbero bisogno. Per questo dal 9 al 15 febbraio in oltre 5.000 farmacie in tutta Italia si potranno donare medicinali da banco per i bisognosi nel corso della Giornata di Raccolta del Farmaco. Gli organizzatori invitano a recarsi appositamente in farmacia per aderire all'iniziativa.
 
In Provincia di Trento arrivano i “pacchi educativi” contro le conseguenze del Covid-19
In Provincia di Trento le autorità pubbliche locali e il mondo della cooperazione hanno avviato il progetto "Prima classe. Destinazione futuro". L'intento è distribuire in collaborazione con le scuole "pacchi educativi" contenenti voucher per interventi di supporto educativo professionale, acquisto di libri e PC, visite a musei e esperienze di socializzazione. I pacchi sono destinati ai bambini e ai ragazzi più colpiti dalla pandemia.
 
Reddito di Cittadinanza: lo sviluppo dei Progetti Utili alla Collettività nei Municipi XV e XIII di Roma
I Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono iniziative volte all'attivazione lavorativa dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza che stipulano i Patti per il lavoro e per l'inclusione sociale. In questo articolo vi proponiamo un'indagine che ha approfondito gli effetti, le criticità e le prospettive di tali interventi, partendo da due progettualità realizzate nei Municipi XIII e XV di Roma Capitale.
 
Per un welfare aziendale “a filiera corta”: spunti e riflessioni dalla provincia di Siena
Il 4 febbraio è stato presentato il Rapporto di ricerca curato da Secondo Welfare e promosso dalla Fondazione MPS per comprendere l’attuale sviluppo e le possibili evoluzioni innovative del welfare aziendale nel territorio senese. Nelle prossime settimane prenderà il via un percorso partecipato rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore, finalizzato a sostenerle nella loro capacità di azione in questo mercato.
 
Reti collaborative e innovazione partecipata: il welfare aziendale di prossimità della Fondazione Bruno Kessler
L'ente di ricerca della Provincia autonoma di Trento, che opera nel campo scientifico, tecnologico e delle scienze umane con più di 600 dipendenti, ha sperimentato nuovi modelli di welfare intra e inter aziendale. La Fondazione ha infatti investito nella progettazione condivisa, nell'attivazione di reti territoriali e in innovazione digitale allo scopo di esplorare nuovi scenari di welfare territoriale e di prossimità.
 
Fondazione CRC ha approvato il Piano Operativo per il 2021
La Fondazione CRC ha approvato il suo Programma Operativo per il 2021. Il documento aggiorna e approfondisce i contenuti del Piano Pluriennale 2021-2024, approvato alla fine dell'anno scorso. Previste erogazioni per 22 milioni di euro allo scopo di sviluppare sostenibilità, comunità e competenze nella provincia di Cuneo.
 
Welfare più locale e multi-attore con il volontariato protagonista. Una riforma in cinque mosse
La pandemia di Covid-19 ha reso ancora più evidenti le lacune del welfare italiano. Per questo, secondo la direttrice del nostro Laboratorio Franca Maino, innovare e includere sono le parole d'ordine per il futuro delle politiche sociali. A tale scopo sarà centrale il ruolo del non profit e del volontariato, che dovranno evolversi per divenire decisivi nel sostegno alle comunità e ai territori.
 
La riforma mancata. Cronache del ritardo, deficit e tracce di innovazione nel welfare sociale in Calabria
Su "Politiche Sociali/Social Policies" è stato pubblicato un articolo di Emanuela Pascuzzi e Giorgio Marcello che analizza lo stato di salute del sistema di welfare calabrese. Gli autori evidenziano come nella regione permangano elementi di profonda arretratezza per quanto riguarda le politiche sociali ma, allo stesso tempo, sembrano esserci punte di innovazione sia nelle pratiche sia nelle culture di riferimento del sistema dei servizi.
 
Bracco: empowerment femminile fondamentale per affrontare le nuove sfide globali
Fondazione Bracco, in collaborazione con Percorsi di secondo welfare, ha promosso un ciclo di approfondimenti sulle Fondazioni di impresa italiane coinvolgendo osservatori privilegiati, studiosi ed esperti di varie discipline. Il contributo che conclude il ciclo è quello di Diana Bracco, presidente di Fondazione Bracco e presidente e CEO del Gruppo Bracco, leader globale nell’imaging diagnostico e nelle scienze della vita.
 
Un welfare aziendale "a filiera corta". Attuale sviluppo e possibili evoluzioni in provincia di Siena
A inizio 2020 la Fondazione Monte dei Paschi di Siena ha promosso una ricerca per esplorare lo sviluppo del welfare aziendale nella provincia senese e le sue possibili evoluzioni. L’indagine, condotta dai ricercatori di Secondo Welfare tra marzo e settembre 2020, ha inteso scattare una fotografia aggiornata del fenomeno sul territorio e, al contempo, mappare il posizionamento dei principali stakeholder territoriali - in modo particolare del mondo della cooperazione sociale - sul tema, anche alla luce della crisi pandemica.
 
Servizi di cura: le proposte (aperte) di Legacoopsociali per affrontare le sfide della pandemia
Eleonora Vanni, Presidente di Legacoopsociali e co-autrice del Working Paper 2WEL 1/2021 "Ripensare la filiera integrata dei servizi di cura alla persona", ci ha raccontato quanto emerso dal laboratorio promosso dalla sua organizzazione per definire i requisiti essenziali di un sistema capace di sostenere le persone in condizione di fragilità e come iniziare un percorso da sperimentare a livello nazionale e territoriale.
 
Terza Economia: lo Stato regolatore a tutela dei beni comuni per sostenere i più fragili
Recentemente è stato pubblicato il Working Paper 2/2020 della Collana 2WEL, “Verso la Terza Economia: beni comuni, economia sostenibile, nuovi modelli di welfare e imprese di comunità”, scritto da Roberta Caragnano e Stanislao Di Piazza. Abbiamo chiesto al Sottosegretario Di Piazza di raccontarci i contenuti di questo lavoro e, in particolare, le prospettive del “Patto per la Terza Economia” varato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
A vent’anni dalla legge quadro 328/2000: i nodi dell’implementazione
A vent'anni dall'approvazione della legge 328/2000 il numero 3/2020 di Politiche Sociali/Social Policies propone un bilancio sulla sua implementazione, indagando i nodi irrisolti e interrogandosi sulle prospettive del sistema italiano dei servizi sociali. Marco Arlotti, responsabile di redazione della rivista, e Stefania Sabatinelli, del Laboratorio di Politiche Sociali del Politecnico di Milano, ci raccontano i contenuti del numero.
 
Aiccon lancia un'indagine sull'innovazione sociale in Emilia-Romagna
Aiccon sta conducendo un'indagine volta a raccogliere le esperienze di innovazione sociale sviluppate sul territorio della regione Emilia-Romagna a partire dal 2020. La esperienze raccolte potranno essere pubblicate in una ricerca - a cui Aiccon sta lavorando per Ancescao - che racconterà le caratteristiche peculiari dell’innovazione sociale sul territorio regionale.
 
Lotta alla povertà, si cambi logica e si aiuti chi già aiuta
Di fronte all'esplodere della povertà, spiega Gian Paolo Gualaccini, forse è arrivato il momento di cambiare completamente l’approccio usato finora, cominciando a seguire le indicazioni che ci vengono da quelle reti della solidarietà sociale che sono in grado di arrivare dove lo Stato non arriva più. Quelle comunità intermedie che sono diventate ormai indispensabili al buon funzionamento dello Stato. È necessario aiutare chi aiuta.
 
Mutualità sanitaria, le tre sfide da affrontare per aprirsi al futuro
Quale ruolo possono avere le Società di Mutuo Soccorso nella sanità integrativa? E a quali condizioni? Nel paper “APRIRSI” proviamo a dare un contributo all’avanzamento del dibattito analizzando gli attuali punti di forza, i problemi presenti nel mondo della mutualità e le sfide che questa è chiamata ad affrontare se intende dare un apporto significativo per costruire un’integrazione sostenibile e inclusiva del sistema sanitario pubblico.
 
Patto per la Terza Economia: un paradigma di sviluppo per le nuove generazioni
Roberta Caragnano è co-autrice del Working Paper 2WEL 2/2020 “Verso la Terza Economia: beni comuni, economia sostenibile, nuovi modelli di welfare e imprese di comunità” insieme al Sottosegretario Stanislao Di Piazza. Caragnano ci racconta alcuni aspetti salienti del documento, che approfondisce il contesto di sviluppo del "Patto per una Terza Economia" voluto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
Recupero e distribuzione dei prodotti alimentari ai fini di solidarietà sociale: attuazione e risultati delle politiche di Regione Lombardia
Il Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione del Consiglio regionale della Lombardia, d’intesa con la Commissione consiliare Sanità e Politiche sociali, ha promosso una missione valutativa sull’attuazione e sugli esiti delle misure regionali in tema di recupero e distribuzione dei prodotti alimentari a fini di solidarietà sociale. Alla ricerca hanno contribuito anche Franca Maino e Lorenzo Bandera di Percorsi di secondo welfare.
 
Sussidiarietà orizzontale ed enti del Terzo Settore
In questo articolo per la rivista Impresa Sociale Gregorio Arena approfondisce come e perché gli Enti del Terzo Settore abbiano un ruolo fondamentale all'interno della società italiana. Il privato sociale, infatti, contribuisce a dare attuazione al principio di sussidiarietà definito dalla Costituzione, sia collaborando con l'attore pubblico, ad esempio per lo sviluppo di servizi sociali, sia sostenendo le azioni dei cittadini nella cura dei beni comuni.
 
Profumo: la rigidità della BCE sui dividendi mette in seria difficoltà le Fondazione di origine bancaria
La Banca Centrale Europea ha raccomandato alla banche del Vecchio Continente di estendere fino al 30 settembre 2021 la sospensione della distribuzione dei dividendi. Per il sistema italiano delle Fondazioni di origine bancaria (Fob) si tratta di un problema non da poco. Parte dei rendimenti patrimoniali che le Fob utilizzano per finanziare le erogazioni territoriali arrivano infatti da dividendi da diverse banche, di cui sono azioniste di primo piano fin dalla riforma Amato del 1990.
 
Economia circolare: da Fondazione Cariplo 3,7 milioni di euro per sostenere 13 progetti innovativi
Fondazione Cariplo prosegue la sua attività di sviluppo e sostegno di progetti legati all'economia circolare. È stata deliberata la concessione di 13 contributi, per un totale di 3,7 milioni di euro, a iniziative che puntano su questo asset fondamentale. La crisi generata dalla pandemia da Coronavirus ha infatti imposto con ancora più urgenza la necessità di investire in questo campo e ripensare i modelli di business e filiere.
 
Giunta: le Fondazioni di impresa possono fecondare microclimi sociali generatori di libertà
Le Fondazioni di impresa possono modificare in modo duraturo determinanti ambientali, di salute, di benessere e di sviluppo economico-sociale, ma per farlo devono saper collaborare coi territori assumendo sempre più una valenza di tipo storico-strategico. A dirlo è Gaetano Giunta, Segretario Generale della Fondazione di Comunità di Messina, in questa intervista parte del nostro ciclo sulle Fondazioni di impresa italiane, realizzato insieme a Fondazione Bracco.
 
Livia Turco: serve un welfare di prossimità che rifletta la cultura della 328
Al nostro incontro "Più bisogni, quali risorse?" ha partecipato anche Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti, che per problemi tecnici non è tuttavia riuscita a intervenire durante il webinar. Come promesso, abbiamo ricontattato la Presidente Turco chiedendole di rispondere alle domande che avremmo voluto farle nel corso dell'evento. Qui potete leggere l'intervista curata da Chiara Agostini.
 
Tra rischi presenti e sfide future: dove va il welfare italiano
Il 15 dicembre si è tenuta una tappa molto importante del nostro percorso verso il Quinto Rapporto: l’incontro pubblico "Più bisogni, quali risorse? Le sfide del secondo welfare di fronte alla pandemia", svoltosi online a causa delle misure per il contenimento del virus. In questo articolo vi raccontiamo brevemente cosa è accaduto durante l'evento, nel corso del quale sono intervenuti anche il Presidente di Acri, Francesco Profumo, e il Presidente del Cnel, Tiziano Treu.
 
Nasce welfareXcremona, la piattaforma per rafforzare il welfare territoriale
Da qualche settimana è attiva la piattaforma welfareXcremona. Il progetto, realizzato dal Consorzio Sol.co, è finalizzato a veicolare in maniera semplice i servizi realizzati dalle cooperative sociali del territorio. Inoltre, nei prossimi mesi, la piattaforma gestirà anche l'erogazione dei servizi comunali affidati, tramite coprogettazione, accreditamento o appalto, alle cooperative.
 
Vent’anni di 328, tra passato e futuro
Quest'anno ricorre il 20° anniversario dell'approvazione della Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Per questo abbiamo dato il via a una serie di approfondimenti in merito allo stato dell'attuazione della legge 328/2000. In questo articolo Mariangela Remondini, funzionaria presso il Comune di Mantova, fa una riflessione operativa sugli obiettivi mancati e sugli ostacoli da affrontare nel contesto della pandemia.
 
Fondazione Cariparma presenta la sua nuova strategia per il periodo 2021-2023
Il Consiglio Generale di Fondazione Cariparma ha recentemente approvato il Piano Strategico Pluriennale 2021-2023 e il Documento Programmatico Previsionale dell'Esercizio 2021, cioè i principali documenti che inquadrano e definiscono le strategie dell'ente filantropico per i prossimi anni. Per il prossimo triennio è prevista un'erogazione complessiva di 45 milioni di euro per il territorio.
 
Il Gruppo Assimoco presenta il bando ''IdeeRete'' per la ripresa dei territori più colpiti dall'emergenza sanitaria
Il Gruppo Assimoco, prima compagnia assicurativa italiana ad acquisire la qualifica di società Benefit, ha presentato il bando "IdeeRete" attraverso il quale saranno stanziati 650mila euro a sostegno della ripresa del tessuto sociale ed economico dei territori più colpiti dall'emergenza sanitaria. Il bando, attivo fino al 28 febbraio 2021, è aperto a tutte le organizzazioni profit e non che evidenzino il perseguimento di un agire responsabile dell'attività d'impresa.
 
Come sarà il volontariato dopo la pandemia? Un volume prova a immaginarlo
È stato pubblicato il nuovo numero di Vdossier, pubblicazione curata da alcuni Centri di Servizi per il Volontariato, incentrato interamente sul volontariato di fronte alla pandemia. Al volume hanno partecipato studiosi, esperti e specialisti con contributi su svariate tematiche, come il welfare, la co-progettazione, la relazione government-governance, la formazione, l'impatto sociale, il ruolo del servizio civile e il fundraising.
 
AttivAree: come sono cambiate le Valli Bresciane e l'Oltrepò Pavese grazie a Fondazione Cariplo
AttivAree è il programma intersettoriale di Fondazione Cariplo nato nel 2016 per riattivare le aree interne dei territori in cui opera, si sta avviando alla sua conclusione. Durante un convengo svoltosi in streaming sono state presentate alcune delle esperienze più interessanti realizzate nelle Valli Trompia e Sabbia, in provincia di Brescia, e nell’Oltrepò Pavese.
 
La Cura è di Casa: la rete a supporto degli anziani fragili
Il progetto "La Cura è di Casa" si propone di aiutare le persone anziane a invecchiare in autonomia all'interno del proprio domicilio, migliorando così la qualità della loro vita. L'iniziativa, avviata nel 2016, assume oggi un valore nuovo a seguito delle problematiche causate dalla pandemia. È questo il tema al centro del Working Paper 2WEL 1/2020 "L'esperienza La Cura è di Casa. Una partnership tra pubblico, privato e cittadinanza per l'innovazione del sostegno alla domiciliarità".
 
Auser Lombardia: un premio di laurea per valorizzare il ruolo del Terzo Settore
Auser Lombardia, organizzazione che si occupa di volontariato, aiuto alla persona e invecchiamento attivo, ha lanciato la seconda edizione del premio di laurea Sergio Veneziani. L'opportunità è rivolta a studenti magistrali delle Università lombarde che abbiano discusso una tesi sul Terzo Settore tra settembre 2019 e marzo 2021. C'è tempo fino al 15 maggio 2021 per candidarsi.
 
L'educazione finanziaria entra nei progetti di welfare aziendale e territoriale
L'impresa sociale eQwa e CGMoving hanno siglato un accordo al fine di promuovere azioni per l'educazione finanziaria all'interno di piani di welfare aziendale e progetti di welfare territoriale. Attraverso la piattaforma WelfareX saranno così realizzate iniziative per aiutare cittadini e lavoratori a comprendere come gestire al meglio i propri risparmi.
 
Scuola: la sfida degli spazi tra salute ed educazione
La pandemia di Covid-19 ha accelerato i processi trasformativi in molti settori e non ha di certo risparmiato il mondo dell’educazione e della scuola. Di fronte alla sfida di garantire contesti sicuri, si sono accesi da alcuni mesi i riflettori sulla cosiddetta dimensione outdoor dell’educazione, considerata particolarmente adeguata agli attuali standard di sicurezza per la salute. Ce ne parla Francesca Gennai.
 
Palazzo: transparency and democratic accountability must guide the involvement of private actors in social change
We interviewed Guido Palazzo, Professor of Business Ethics at HEC, University of Lausanne, about the role of strategic philanthropy in promoting social change. Palazzo’s research deals with corporate responsibility in global supply chains, the mechanisms of (un)ethical decision making in organizations, the fight against organized crime and the impact of storytelling on behavior.
 
Presentato il Comitato Nazionale per l'housing sociale: ecco i suoi obiettivi
È stato presentato il Comitato Nazionale per l'housing sociale, organismo che aggrega alcuni dei soggetti italiani più rappresentativi del settore dell'abitare sociale: Federcasa, Legacoop Abitanti, Confcooperative Habitat, Fondazione Housing sociale, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Sviluppo e Crescita CRT. L'obiettivo è quello di promuovere un'azione trasversale e sinergica per costruire una visione di sistema e nuove partnership pubblico-privato.
 
La Colletta Alimentare non si ferma: card e passaparola per contrastare la povertà
Cambia la forma ma non la sostanza. La Colletta Alimentare assume una formula inedita - dematerializzata e per più giorni - in modo da garantire un'ampia partecipazione in un momento drammatico per il nostro Paese: a causa del Covid-19 il livello di povertà alimentare in Italia non è mai stato così grave. Chi vuole aderire all'iniziativa e dare il suo contributo può farlo fino all'8 dicembre prossimo. Lorenzo Bandera ci spiega come.
 
ActionAid: al via la nuova edizione di 'Lavoro di Squadra', il progetto che aiuta i NEET a rimettersi in gioco
Il progetto ha l'obiettivo di aiutare i giovani che non studiano e non lavorano a rimettersi in gioco attraverso la pratica sportiva, l'allenamento motivazionale, attività laboratoriali e career coaching. La terza edizione, per fare fronte alla situazione di emergenza dovuta a Covid-19, prevede di dotare i partecipanti di tablet e connessione internet, offrendo loro anche un corso di alfabetizzazione digitale.
 
Contrastare gli effetti del Covid costruendo il futuro: il piano di Fondazione Cariplo per il 2021
La Fondazione Cariplo ha approvato il Documento previsionale programmatico per il 2021, che definisce gli obiettivi e le risorse per sostenere l’impegno filantropico dell’ente per il prossimo anno. La Fondazione ha confermato il livello dell’attività filantropica complessiva, con un budget previsto di circa 140 milioni di euro, e individuato nove obiettivi strategici da perseguire il prossimo anno.
 
Gli assistenti sociali, la 328 e la rivoluzione culturale: intervista a Gianmario Gazzi
L'8 novembre ricorre il ventesimo anniversario dell'approvazione della Legge 328/2000 per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Abbiamo incontrato Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali, per parlare del rapporto tra la professione e la legge 328/2000 e per cercare di individuare qualche sfida prioritaria per i prossimi anni.
 
WILL, Welfare Innovation Local Lab: un progetto per innovare i sistemi di welfare locale
WILL è un progetto sperimentale di ampio respiro che ha l'ambizione di favorire il rinnovamento dei sistemi di welfare locale. L'iniziativa, che vede coinvolti 10 Comuni capoluogo di Provincia di 4 Regioni del Nord, si propone di individuare interventi che rispondano ai bisogni dei cittadini e che siano in grado di autosostenersi senza pesare sulle finanze pubbliche locali. Nel progetto, che durerà fino al 2024, è coinvolto anche Secondo Welfare.
 
La 328 ha vent'anni: ha raggiunto la maturità?
Quest'anno ricorre il ventesimo anniversario dell’approvazione della 328/2000, la legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Il provvedimento, atteso per decenni, ha cercato di ordinare una materia frammentata imponendo un cambio di paradigma nel sistema. Questo articolo è il primo di una serie di approfondimenti che il nostro Laboratorio dedicherà al ventennale della legge.
 
Impresa sociale e rilancio delle edicole. Il caso di Edicola 518, un presidio culturale e sociale a Perugia
A causa della crisi del mercato editoriale tante edicole vengono chiuse, divenendo spazi inutilizzati nel cuore delle nostre città. A Perugia una di esse è stata recuperata e ripensata come "presidio sociale e culturale del territorio". In questo articolo, uscito su Impresa Sociale, vi raccontiamo il percorso fatto dall'associazione culturale Emergenze grazie a un’azione dal carattere fortemente partecipato.
 
Cultura, welfare e inclusione sociale: a Torino nasce Spazio BAC
In questi giorni in cui è stata prevista la chiusura di molti spazi "culturali", vogliamo sottolineare come - molto spesso - la cultura si possa unire ai temi del welfare e dell'inclusione sociale. È il caso del progetto torinese Spazio BAC, il quale si propone come centro culturale di prossimità finalizzato a coinvolgere e includere la comunità locale e a favorire la nascita di nuove relazioni.
 
Compagnia di San Paolo: cresce l'impegno per il territorio, nonostante tutto
Il Consiglio Generale della Compagnia di San Paolo ha approvato il Documento di Programmazione Annuale 2021, che definisce le linee di intervento e la previsione di spesa nelle aree statutarie della Fondazione. Le nuove condizioni imposte dal Covid-19 hanno spinto il Consiglio a prevedere 155 milioni euro di investimenti da usare strategicamente per sostenere le comunità nell'attuale periodo di difficoltà.
 
Fondazione Cariplo lancia il bando “Per il libro e la lettura” a sostegno dei progetti di promozione della lettura
Fondazione Cariplo promuove il bando "Per il libro e la lettura” rivolto ad enti pubblici e organizzazioni culturali private non profit. Il bando sarà aperto fino al 16 dicembre e intende supportare le proposte che hanno come obiettivo l'estensione della “base sociale” della lettura favorendo il coinvolgimento di nuovi pubblici e l’aumento del numero dei lettori nei territori operativi della Fondazione, o che abbiano come focus i territori marginali e le aree periferiche delle grandi città italiane.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6