Rassegna Stampa

 
Giornata mondiale della povertà: in Italia record di persone a rischio
Oggi, 17 ottobre, è la Giornata mondiale per l'eradicazione della povertà, ricorrenza istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1992. Proprio di tale fenomeno ha parlato questa mattina il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha affermato: "È indispensabile che ciascun Paese raddoppi i propri sforzi per porre fine alla malnutrizione, all'emarginazione sociale, alla malattia, contribuendo a dare migliori prospettive a quanti sono più esposti alle epidemie e alle calamità | SkyTg24, 17 ottobre 2018
 
Gli alloggi pignorati e invenduti nuova frontiera dell'housing
Gli alloggi pignorati e messi all’asta spesso precipitano a valori anche dieci volte inferiori a quelli commerciali. Per questa «convenienza» potrebbero essere restituiti all’utilizzo di famiglie in difficoltà. Parte di qui l’idea alla base di un innovativo progetto di housing che il Comune di Torino ha presentato al bando europeo Urban Innovative Actions e che la scorsa settimana è stato illustrato nel corso della prima giornata di Urbanpromo Social Housing | Maria Teresa Martinengo, La Stampa, 12 ottobre 2018
 
Oxfam, le donne in Europa devono lavorare due mesi in più per uno stipendio equo
Il pay gap continua a farsi sentire. Secondo lo studio Oxfam sull’occupazione femminile uscito mercoledì 3 ottobre, le donne in Europa devono sottostare a trattamenti economici inferiori del 16% rispetto a quelli degli uomini e sono occupate in mansioni nettamente al di sotto delle loro capacità professionali. Per questo, se volessero arrivare allo stesso livello di stipendio dei loro colleghi, dovrebbero lavorare 59 giorni in più | Valore D, 4 ottobre 2018
 
Pensioni, Boeri: "Quota 100? Così il debito sale di 100 miliardi, danneggia giovani"
Il ripristino di quota 100 premia gli uomini e i dipendenti pubblici ma penalizza le donne e i giovani. Lo ha affermato il presidente dell’Inps Tito Boeri, nell’audizione alla Commissione Lavoro della Camera. L’introduzione di quota 100, ha detto, «premia quasi in 9 casi su 10 gli uomini, quasi in un caso su tre persone che hanno un trattamento pensionistico superiore a quello medio degli italiani (e un reddito potenzialmente ancora più alto, se integrato da altre fonti di reddito) | La Stampa, 11 ottobre 2018
 
Oxfam boccia la manovra di governo: rischia di accentuare le disuguaglianze
C'è un nuovo indice che misura quanto un Paese e il suo governo siano in grado di combattere le diseguaglianze. Lo ha creato Oxfam presentandolo al Meeting annuale del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, un appuntamento ormai fisso per la società britannica. Tre sono i macro-ambiti di intervento sui quali è stato costruito: spesa pubblica, politica fiscale e politica del lavoro | Barbara Ardù, La Repubblica, 11 ottobre 2018
 
Un dibattito incompetente. Mai offendere i poveri
I discorsi e le azioni sulle povertà sono spesso inefficaci, se non dannosi, perché la mancanza di competenza li rende astratti. Per capire e operare nelle povertà il buon senso non basta e spesso produce molti danni. Dobbiamo invece lavorare molto, facendo di tutto per acquisire, con lo studio e la frequentazione delle persone che si vorrebbero aiutare, le competenze che non si hanno, ma che si devono avere | Luigino Bruni, Avvenire, 9 ottobre 2018
 
Bologna, addio ecomostro: diventerà un polo del welfare
L’ecomostro si trasforma e diventa un maxicentro sanitario, con 160 posti letto, ambulatori, un nido e persino un b&b. Ci vorrà un po’ di tempo - circa 5 anni tra progetti e cantieri - ma è l’ambiziosissimo piano che la Città metropolitana di Bologna ha messo nero su bianco per il futuro dell’immobile Inail abbandonato da decenni a San Benedetto Val di Sambro, sull’Appennino Bolognese | Corriere della Sera, 10 ottobre 2018
 
L'inverno demografico, nel 2050 saremo il 17% in meno
Come sarà l’Italia tra 32 anni? Meno popolata e assai più vecchia. Il nostro Paese si avvia verso un lungo “inverno demografico”. Lo scorso anno si sono volatilizzati più di 100mila concittadini e la popolazione continuerà a diminuire da qui al 2050 (saremo il 17% in meno). Non solo. I giovani diventeranno una rarità: oltre un italiano su tre sarà in età da pensione (il 12% in più di oggi) | Vladimiro Polchi, La Repubblica, 3 ottobre 2018
 
Più 750 mila assegni pagati da oltre 37 anni: se la pensione diventa "eterna"
Secondo l’Osservatorio a cura del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, all’1 gennaio 2018 risultano in pagamento presso l’INPS ben 758.372 le prestazioni pensionistiche - comprese quelle ex INPDAP relative ai pagamenti pubblici - liquidate da oltre 37 anni, vale a dire erogate a donne e uomini andati in pensione nel 1980, o anche prima | Mara Guarino, Il Punto - Pensioni&Lavoro, 9 ottobre 2018
 
Social housing a Trieste: nuova vita per l'ex cartiera
A Trieste nasce un nuovo progetto di social housing: la scorsa settimana sono stati inaugurati 83 nuovi alloggi a canone calmierato grazie all’iniziativa “Ex Saul Sadoch”. Il progetto è stato portato avanti dal Fondo Housing Sociale FVG, in cui Cassa Depositi e Prestiti ha investito oltre 60 milioni di euro attraverso il Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA) | Cassa Depositi e Prestiti, 5 ottobre 2018
 
Vecchiato (Fondazione Zancan): "La povertà non si sconfigge con l'assistenzialismo"
Nel nostro Paese, negli ultimi 15 anni, sono stati destinati circa 19 miliardi ai trasferimenti per il reddito, dall'RMI, il reddito minimo di inserimento di vent'anni fa, alla social card e, oggi, il reddito di cittadinanza. Con quali risultati? L'Italia, in Europa, è il Paese che dà più trasferimenti con meno servizi | Marco Dotti, Vita, 5 ottobre 2018
 
Perché il reddito di cittadinanza non abolisce la povertà
Con 10-11 miliardi di spesa annua dedicati al reddito di cittadinanza riusciremo ad azzerare la povertà? No, anche nei sistemi di welfare più avanzati resta sempre una quota di persone in povertà. Sarebbe meglio allora potenziare il reddito di inclusione. Questo il pensiero di Massimo Baldini | Massimo Baldini, La Voce, 5 ottobre 2018
 
Manovra finanziaria. Più debito, più povertà: questa catena va spezzata
Povertà e disoccupazione sono due piaghe che vanno affrontate, ma pretendere di risolverle facendo altro debito è un inganno. Per la situazione in cui si trova l’Italia, l’unico modo per finanziare la spesa in deficit è affidarsi alle banche e agli investitori privati, il che significa condannarci a maggiore povertà e ingiustizia futura | Francesco Gesualdi, Avvenire, 2 ottobre 2018
 
"Quota 100", altri 25 mila medici in fuga. Sanità in tilt
Smontare la legge Fornero introducendo quota 100, ossia consentendo il pensionamento a soli 62 anni con 38 di contributi, significherà perdere da un anno all’altro la bellezza di 25mila medici ospedalieri. Roba da far andare in tilt pronto soccorsi e sale operatorie | Paolo Russo, La Stampa, 2 ottobre 2018
 
Le donazioni? Valgono 7,7 miliardi all'anno (ma non si donano solo soldi)
Secondo la ricerca realizzata dall’Istituto Italiano della Donazione (Iid) in occasione della Giornata del Dono fissata per il 4 ottobre, sono circa 10 milioni gli italiani che hanno effettuato donazioni nel 2017 | Dario Di Vico, Corriere della Sera, 3 ottobre 2018
 
Le famiglie italiane restano pessimiste
I dati diffusi lo scorso 3 ottobre dall’Istat sul reddito delle famiglie e sul deficit della PA nel secondo trimestre dell’anno dimostrano che se l’Italia arranca è soprattutto per paura del futuro | Guido Salerno Aletta, Assinews, 4 ottobre 2018
 
Quel welfare all'italiana che conta sui nonni
Il welfare italiano è ormai sempre più a trazione familiare. E i perni su cui ruotano bisogni e necessità della famiglia sono i nonni (oltre alle donne, ma questa è un'altra storia). Se poi sono in pensione e godono di buona salute diventano elementi preziosi. Sono loro a tenere i nipoti quando i genitori vanno al lavoro. E sono sempre loro a fare da autisti per accompagnare i piccoli a scuola o a fare sport | Barbara Ardù, La Repubblica, 30 settembre 2018
 
Giuseppe Guzzetti: "Il mio cattolicesimo sociale, la cascina e i contadini analfabeti"
"In un mondo globalizzato, la Comunità locale è la dimensione su cui poggiare; aggrega le persone, collaborano e mettono anche soldi per risolvere i problemi delle famiglie, del vicino di casa; aziende, istituzioni, amministrazioni locali stanno dimostrando che si può cambiare il modello di welfare e alla parola Stato sostituire quella di Comunità". Questo il pensiero di Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo | Paolo Bricco, Il Sole 24 Ore, 30 settembre 2018
 
Welfare aziendale, la trevigiana Velvet Media porta la psicologa in ufficio
L’hanno chiamata “manager della felicità”. Più prosaicamente i 130 dipendenti dell’agenzia trevigiana Velvet Media avranno a disposizione una psicoterapeuta che, una volta alla settimana, sarà in ufficio per aiutarli a gestire lo stress e le emozioni sul posto di lavoro, contribuendo a creare un ambiente migliore fra le scrivanie e i computer | Veneto Economia, 12 settembre 2018
 
Cresce il welfare aziendale: l'assistenza sanitaria è il servizio più apprezzato
Una impresa su tre ha adottato piani di welfare e quasi la metà utilizza il premio di risultato per finanziarli, anche se non tutti i dipendenti aderiscono a questa proposta. Secondo il Rapporto Welfare e Wellbeing di OD&M Consulting, di Gi Group, i dipendenti sono in genere molto soddisfatti dei piani di welfare e si orientano soprattutto per l'assistenza sanitaria e la previdenza integrativa | Rosaria Amato, La Repubblica, 22 settembre 2018
 
Valutazione d'impatto, più del metodo contano le motivazioni
In un recente contributo Simone Castello evidenziava alcune idiosincrasie che caratterizzano l’attuale dibattito sulla valutazione dell’impatto, parlando in particolare di una “babele semantica” che rischia di arrecare un danno irreparabile alla credibilità delle pratiche valutative. Pur trovando molte affermazioni di Castello condivisibili, Federico Mento (Direttore Generale di Human Foundation) segnala qualche perplessità circa l'insistenza sull’utilizzo dei metodi sperimentali. | Federico Mento, Vita, 11 settembre 2018
 
Imprese sociali e welfare culturale. La sfida di Officine Culturali a Catania
Officine Culturali è una associazione che dal 2009 ha in gestione la sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università di Catania, un ex monastero del Seicento che nel 2002 è stato riconosciuto patrimonio dell'UNESCO. Ciccio Mannino - co-fondatore, presidente e supervisore dell'associazione - a partire da questa esperienza propone alcune riflessioni molto operative sul rapporto tra imprese sociali e welfare culturale. | Ciccio Mannino, Che-Fare, 24 settembre 2018
 
Toscana: piano regionale da 120 milioni contro la povertà
La crisi economica ha fatto impennare il numero delle famiglie toscane in povertà e, anche se nell'ultimo periodo il trend è cambiato, il 5,9% dei nuclei familiari ha ancora una spesa media per consumi al di sotto della soglia di povertà relativa. Per questo motivo, oggi la Giunta regionale ha approvato il piano regionale per la lotta alla povertà, finanziato con risorse statali e locali pari a 120 milioni | Il Sole 24 Ore, 18 settembre 2018
 
Lavorare ma essere lo stesso poveri: così l'Italia rischia un nuovo primato negativo
Lavorare (e guadagnare) ma essere poveri ugualmente. Una categoria che in Italia cresce da anni nel silenzio delle statistiche che mettono insieme tutti: occupati che possono spendere a piacimento e occupati che devono tirare la cinghia | Salvo Intravaia, La Repubblica, 23 settembre 2018
 
Neet, il Mezzogiorno maglia nera in Europa
La Sicilia si è conferma, anche nel 2017, maglia nera in Europa per numero di persone fra 18 e 24 anni che non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet. Il dato, 39,6%, è il peggiore dell’Europa continentale, seguito a ruota dal 38,6% della Campania. Fa peggio, solo la Guyana francese con il 45,4%. Mentre al top c’è l’Olanda, dove tra le varie regioni, si oscilla tra il 4,6% e il 5,3% | Eugenio Bruno e Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 19 settembre 2018
 
Confindustria Toscana Sud vara la piattaforma per il welfare aziendale
Confindustria Toscana Sud e Aon, gruppo leader nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, hanno realizzato una piattaforma per il welfare aziendale che sarà messa a disposizione delle aziende associate a Confindustria Toscana Sud | Il Sole 24 Ore, 15 settembre 2018
 
Tre milioni di anziani non autosufficienti in Italia, solo la metà presi in carico dai servizi
Sono sempre di più gli over 65 non autosufficienti: la popolazione invecchia (si stimano 2.847.814 persone) ma le risorse investite rimangono costanti. E' questo quello che emerge dal rapporto realizzato da Essity (azienda svedese che opera nel settore dell'igiene e della salute) e CERGAS SDA Bocconi sull’innovazione e il cambiamento nel settore Long Term Care | Vita, 17 settembre 2018
 
Part-time e asilo nido: spesso alle donne non conviene lavorare
Secondo quanto era emerso da un rapporto dell'Ispettorato nazionale del lavoro del 2017, delle 30 mila donne che si sono licenziate nel 2016 il 5% (1500 donne) l’aveva fatto per i costi troppo elevati nella gestione dei figli, a cui si aggiunge un altro 20% (6000 donne) che si è licenziato perché non aveva modo di portare il bambino all’asilo nido per mancanza di posti | Cristina Da Rold, L'Espresso, 17 settembre 2018
 
Testamento solidale, lo sceglie più di un milione di italiani
In Italia, considerando solo la popolazione over 50, sono circa un 1.300.000 le persone che hanno già fatto, o sono orientate a fare, un "lascito solidale". Una platea - pari al 5% della popolazione considerata - che sembra destinata ad estendersi anche oltre i tre milioni di italiani che di recente si sono dichiarati "propensi" a valutare questa ipotesi. | Alessandra Ziniti, Repubblica, 13 settembre 2018
 
Macron lancia il “reddito universale” per sconfiggere la povertà
Basta con l’assistenzialismo tradizionale, i sussidi sociali a pioggia e senza condizioni, il modello socialdemocratico di un tempo. Emmanuel Macron oggi, lanciando un ambizioso «piano povertà» per sconfiggere la miseria in Francia, ne ha approfittato per annunciare uno strumento nuovo nel suo Paese, il «reddito universale di attività», che decollerà con una legge ad hoc nel 2020. | Leonardo Martinelli, La Stampa, 13 settembre 2018
 
Se nasci povero, resti povero: nessun Paese peggio dell'Italia per immobilità sociale
Esiste un record negativo italiano che non è misurabile in debito pubblico, deficit, giovani Neet, evasione fiscale. Ma a guardarlo da vicino fa paura almeno quanto i primi. È l’immobilità sociale, o meglio: quanto della tua vita dipende dalla famiglia in cui sei nato | Roberta Carlini, L'Espresso, 6 settembre 2018
 
Papa Francesco: "Il welfare aziendale tra gli elementi importanti che tengono viva la dimensione comunitaria di un'azienda"
In una intervista al Sole 24 Ore ricca di messaggi, Papa Francesco tocca molti temi legati al lavoro. Parla anche di welfare aziendale, confermando la centralità di questo istituto e il richiamo alla responsabilità di chi lo utilizza | Aiwa, Associazione Italiana Welfare Aziendale, 9 settembre 2018
 
Alzheimer, un assistente virtuale alleato dei pazienti
"Come si chiama mia figlia?”. “Dove sono le chiavi di casa?”. “Ho preso le medicine?”. Sono alcune delle domande più comuni che si affollano nella mente di chi è affetto da Alzheimer, un male che affligge oltre 600mila italiani e i loro familiari. Mentre si attende che la ricerca metta a disposizione nuovi strumenti e terapie per curare questa patologia, la tecnologia e i social possono aiutare i pazienti a riconquistare la propria quotidianità. | Irma D'Aria, La Repubblica, 11 settembre 2018
 
Non autosufficienza: la necessità di un approccio integrato pubblico/privato
Sul sito di Welforum Licia Guzetti di Itinerari Previdenziali prova a offrire qualche spunto di riflessione sul grande tema dell'invecchiamento della popolazione italiana. Nei 2017 un Tavolo di lavoro sulla non autosufficienza promosso dal Centro Studi di Itinerari Previdenziali e Assoprevidenza ha infatti cercato di mettere a confronto stakeholder di estrazioni diverse per fare il punto della situazione e proporre lo sviluppo di potenziali sinergie. | Licia Guzzetti, Welforum, 30 agosto 2'018
 
Disuguaglianze in crescita: aumenta la spesa dei più ricchi e cala quella dei più poveri
Nel nostro Paese la spesa del 20% delle famiglie più ricche del paese - come calcola il Rapporto Coop 2018 - è salita nel 2017 del 3%. Quella del 20% più povero è scesa del 3%. Dati ancor più preoccupanti considerando che ll Belpaese - sul fronte del carrello della spesa - non ha ancora recuperato tutto il terreno perduto dopo la crisi del 2010 | Ettore Livini, La Repubblica, 6 settembre 2018
 
Fondazioni d'impresa: quale ruolo nella società odierna?
Il sito di Rai Economia segnala l'avvio della ricerca di Percorsi di secondo welfare sulle Fondazioni di impresa italiane, promossa da Fondazione Bracco e Fondazione Sodalitas a quasi dieci anni dalla precedente mappatura di questo segmento del Terzo Settore. | Rai Economia, 5 settembre 2018
 
Fondazioni d'impresa risorsa per i territori. Quante sono, dove sono e cosa fanno
Sul Sole 24 Ore Natascia Ronchetti racconta il ruolo delle Fondazioni di impresa italiane e segnala l'avvio della ricerca di Percorsi di secondo welfare, promossa da Fondazione Bracco e Fondazione Sodalitas a quasi dieci anni dalla precedente mappatura di questo segmento del Terzo Settore. | Natascia Ronchetti, Il Sole 24 Ore, 5 settembre 2018
 
Una fotografia dell'impatto delle fondazioni d'impresa
Vita Non Profit segnala l'avvio della ricerca di Percorsi di secondo welfare sulle Fondazioni di impresa, promossa da Fondazione Bracco e Fondazione Sodalitas a quasi dieci anni dalla precedente mappatura di questo segmento del Terzo Settore. La ricerca aiuterà a comprendere se, come e perché le fondazioni di impresa negli ultimi anni siano diventate facilitatori di servizi e diritti, catalizzatori di risorse finanziarie e provider di soluzioni innovative per affrontare le problematiche sociali. | Vita, 3 settembre 2018
 
Quale ruolo per le fondazioni d'impresa?
Sul Giornale delle Fondazione si segnala l'avvio della ricerca di Percorsi di secondo welfare sulle Fondazioni di impresa, promossa da Fondazione Bracco e Fondazione Sodalitas a quasi dieci anni dalla precedente mappatura di questo segmento del Terzo Settore. La ricerca aiuterà a comprendere se, come e perché le fondazioni di impresa negli ultimi anni siano diventate facilitatori di servizi e diritti, catalizzatori di risorse finanziarie e provider di soluzioni innovative per affrontare le problematiche sociali del nostro Paese. | Giornale delle Fondazioni, 3 settembre 2018
 
Sindacati, in Italia persi 450 mila iscritti in due anni
Il sindacato italiano continua a registrare un calo del consenso. In soli due anni, le principali organizzazioni sindacali hanno perso complessivamente circa 450 mila iscritti. Una contrazione, che poteva manifestarsi in forma ancora più allarmante se non fosse per la Uil che ha fatto registrare, al contrario, un incremento, seppur non particolarmente rilevante | Corriere della Sera, 4 settembre 2018
 
Toronto, il supermarket aperto a tutti dove si paga quello che si può
Apre a Toronto il supermarket aperto a tutti in cui si paga in base alla propria disponibilità economica e, se non si hanno del tutto i soldi per comprare il cibo, lo si può avere gratis. Gli scaffali del supermarket, che si chiama Feed it Forward e ha aperto a metà giugno, sono pieni di prodotti che sarebbero altrimenti destinati alla discarica. Si tratta di cibo donato da grandi supermarket della zona, contadini, panetterie e distributori, che non lo possono vendere per vari motivi | Cristina Barbetta, Vita, 28 agosto 2018
 
Dall'asilo alla materna: così Ferrero aiuta le famiglie dei dipendenti
Ferrero, l’impianto dolciario più grande d’Europa, mette in piedi un altro importante tassello nella politica di welfare aziendale. Dopo l’asilo nido per i figli dei dipendenti, la Ferrero avrà anche la scuola materna. L’asilo verrà costruito nell’area antistante lo stabilimento, garantendo così un servizio ai genitori con figli dai tre mesi ai cinque anni | Bimag, 31 agosto 2018
 
Al via la ricerca sulle Fondazioni di impresa italiane nella società di oggi
Volontariato Oggi segnala l'avvio della ricerca di Percorsi di secondo welfare sulle Fondazioni di impresa, promossa da Fondazione Bracco e Fondazione Sodalitas a quasi dieci anni dalla precedente mappatura di questo segmento del Terzo Settore. La ricerca aiuterà a comprendere se, come e perché le fondazioni di impresa negli ultimi anni siano diventate facilitatori di servizi e diritti, catalizzatori di risorse finanziarie e provider di soluzioni innovative per affrontare le problematiche sociali del nostro Paese. | VolontariatOggi, 3 settembre 2018
 
Reddito e salute: quale correlazione tra titolo di studio e malattie?
L’Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato il rapporto PASSI, che periodicamente fa il punto sullo stile di vita degli italiani e che, tra le altre cose, evidenzia i principali fattori che minano il nostro benessere, esponendoci al rischio di sviluppare malattie croniche. Tra i dati più interessanti, rielaborati dalla sezione Info Data del Sole 24 Ore, si segnala in particolare il legame tra malattie e titolo di studio e tra malattie e condizione economica, che rivelano come le disuguaglianze sociale abbiano pesanti conseguenze anche sul fronte della salute.
 
"Niente welfare, vogliamo più tempo per la vita". Il contratto dei chimici e l'ipotesi della riduzione di orario
Attraverso il nuovo CCNL del settore chimico, le parti sociali si propongono tra le altre cose di valorizzare le riduzioni dell’orario di lavoro. L’ipotesi di accordo sottoscritta il 19 luglio e sottoposta alla consultazione dei lavoratori consente, in sede di contratto integrativo, di tagliare gli orari utilizzando a tal fine anche le risorse per i premi aziendali | Enrico Marro, Il Corriere, 29 luglio 2018
 
In giacca e cravatta a servire i poveri, cresce il volontariato d'impresa
C'è il manager senza giacca e cravatta che distribuisce riso e pasta ai più poveri. La Ceo della multinazionale che dimentica le conference call e, in tuta e scarpe da ginnastica, rivernicia un centro di accoglienza. E ci sono gli impiegati che per un giorno salutano scrivania e pc per aiutare gli altri | Diana Cavalcoli, Corriere della Sera, 3 agosto 2018
 
Fondazione CRTrieste: in cinque anni 26 milioni tra welfare e cultura
La Fondazione Cassa di risparmio di Trieste metterà a disposizione nel corso dei prossimi 5 anni oltre 26 milioni per alimentare progetti di welfare (e non solo) attivi nel territorio regionale. Dal punto di vista del welfare locale, tra le iniziative finanziate si segnalano: il progetto per fornire nuove strumentazioni sanitarie destinate all’AsuiTs, il bando da 500 mila euro intitolato “Povertà e fragilità sociale”, le misure a supporto della terza età | Massimo Greco, Il Piccolo, 3 agosto 2018
 
Welfare aziendale, dieci borse di studio per Markas
Determinati, ambiziosi, preparati. Dieci ragazzi sono pronti a partire per l’Inghilterra. Direzione Brighton, dove per una settimana si divideranno tra corsi d’inglese, visite culturali ed escursioni. Il gruppo si compone di nove ragazze e un ragazzo, tra i 16 e i 25 anni, con origini e percorsi diversi, ma con una caratteristica comune: sono tutti figli dei dipendenti di Markas | Alto Adige Innovazione, 3 agosto 2018
 
I rifugiati nel mondo: i numeri del fenomeno oltre le percezioni e le polemiche
E’ uscito nei giorni scorsi il rapporto annuale dell’UNHCR sui rifugiati nel mondo, e come ogni anno disegna un quadro insieme drammatico e distante dal senso comune prevalente sull’argomento. A fine 2017 le persone costrette a una migrazione forzata e tutelate dall’UNHCR avevano raggiunto la cifra record di 71,4 milioni | Francesca Susani, Wellforum.it, 28 luglio 2018
 
Colf e badanti, l'immigrazione silenziosa
I lavoratori domestici - badanti comprese - sono in Italia oltre 2 milioni, molti dei quali stranieri. E quasi il 60 per cento non è in regola. Ricorrere come in passato a una sanatoria non basterebbe a garantire benefici sostenibili a lungo termine | Enrico Di Pasquale, Andrea Stuppini e Chiara Tronchin, La Voce, 3 agosto 2018
 
Dalla CSR alle società benefit, anche il profit è una buona notizia
Da qualche anno diverse imprese hanno scelto di dare sempre più spazio e attenzione ai profili della sostenibilità, della responsabilità sociale e sostenere tramite erogazioni il mondo non profit. L’obiettivo dello sviluppo sostenibile da tema politico che impegna Stati ed organizzazioni internazionali è diventato, insomma, anche regola di “buon governo” dell’impresa. | Piergaetano Marchetti, Corriere Buone Notizie, 31 luglio 2018
 
Milano. Allarme Cisl sul sociale: ci sono poche risorse
Incrementare le risorse del Fondo sociale regionale, tornando ai 70 milioni di euro del 2015, anche per dare ossigeno alle politiche sociali dei Comuni e consentire interventi efficaci di contrasto alla povertà. È quanto chiede la Cisl Lombardia alla Regione Lombardia, in vista dell'approvazione dell'assestamento di bilancio 2018 | Avvenire, 21 luglio 2018
 
A casa propria con "un'assistenza leggera", per invecchiare bene
Ripensare le relazioni con la casa e il contesto di quartiere per difendere il diritto degli anziani ad invecchiare a casa propria. Un obiettivo che passa per l’adeguamento ai nuovi bisogni dei modelli abitativi, la riduzione delle barriere architettoniche, un sistema continuo di assistenza sociosanitaria (nel quadro di Piani di zona integrati con la dimensione urbanistica) e rendere sempre più disponibili i servizi di tecno-assistenza intelligente | Redattore Sociale, 23 luglio 2018
 
Welfare. Lavorare meno e magari da casa
Lavorare meno e, magari, lavorare a casa, prendendo lo stesso stipendio. Sono le esperienze innovative che il profondo Nordest sta facendo nella contrattazione aziendale. Alla Salvagnini Italia di Sarego, in provincia di Vicenza, si lavorerà 38 ore alla settimana, fino alle 14 del venerdì, e poi tutti a casa. E questo grazie al nuovo welfare aziendale | Francesco Dal Mas, Avvenire, 25 luglio 2018
 
Quei "nidi" di futuro. L'investimento che manca all'Italia
Gli asili nido non dovrebbero rappresentare solo un sostegno alle coppie che lavorano, un "parcheggio" che consente di armonizzare i tempi della famiglia con quelli del lavoro: dovrebbero piuttosto essere visti come una forma di "investimento" sui bambini che può fornire delle carte in più a chi ha meno mezzi | Massimo Calvi, Avvenire, 25 luglio 2018
 
Affrontare le sfide dell'invecchiamento: la facoltà di Filosofia UniSR nel progetto InnovaCAre
Sul sito dell'Università Vita-Salute San Raffaele è stato pubblicato un articolo dedicato all'avvio di InnovaCAre, progetto di ricerca che nei prossimi due anni impegnerà un team multidisciplinare del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano e la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, grazie al sostegno di Fondazione Cariplo.
 
L'equazione welfare-tecnologie che ci sta cambiando
Quando il welfare passa dallo smartphone vuol dire che siamo in dirittura d’arrivo, e a Milano succede spesso. Sbaglia chi fa l’equazione: benessere (welfare) uguale città della sofferenza. Welfare oggi è la parola magica che cambia profilo ai contratti di lavoro, sollecita la tecnologia a correre incontro ai cittadini, accompagna ciascuno di noi in metropolitana, dal medico o in ospedale anche quando non se ne sente il bisogno | Daniele Bonecchi, Il Foglio, 21 luglio 2018
 
Salario e welfare migliorano con i contratti di secondo livello, ma solo al Nord
I premi di risultato, i turni, lo smart working, la formazione: a regolarli è sempre di più la contrattazione di secondo livello, in armonia con i sindacati e con i lavoratori. Una contrattazione sempre più strutturata e meno episodica, visto che il 55 per cento degli accordi è il rinnovo di accordi precedente: a fare il punto è il quarto Rapporto Ocsel, promosso dalla Cisl | Rosaria Amato, La Repubblica, 18 luglio 2018
 
Italia 2030? I malati cronici e i disabili saranno la vera emergenza
La vera emergenza dell'Italia fra dieci anni? I cinque milioni di anziani over 65 anni portatori di disabilità e gli otto milioni con almeno una malattia cronica. Saranno ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e respiratorie le bestie nere dell'Italia del futuro, che metteranno pressione sulla sostenibilità economica del sistema sanitario e assistenziale. Una piaga che colpirà sopratutto i 4,5 milioni di over 65 che vivranno da soli nel 2030 | Redattore Sociale, 11 luglio 2018
 
Easy Welfare. Si amplia il "pacchetto" salute
In Italia ci sono oltre quattro milioni di persone anziane non-autosufficienti e tre milioni di familiari che si prendono cura di salute, assistenza, gestione della casa, riorganizzazione della vita. Questo impegno mette a dura prova ogni individuo nella conciliazione vita e lavoro, generando stress psicofisico significativo. Partendo da questo presupposto, Easy Welfare ha deciso di ampliare ulteriormente il ventaglio dedicato alle prestazioni sanitarie aggiuntive | Avvenire, 18 luglio 2018
 
Sale dell'8% la spesa per la salute, per gli anziani soli +17,3%
Cresce la spesa sanitaria e pesa soprattutto sugli anziani soli. L'Istat registra un aumento dell'8% della spesa per salute e sanità nel 2017 fino a 123 euro al mese a famiglia. Per i single anziani l'incremento delle spese sanitarie, considerate largamente incomprimibili, è due volte più forte e raggiunge il 17,3% | Ansa, 19 luglio 2018
 
Più tempo al posto dell'aumento: ore libere come incentivo aziendale
Meglio un aumento da 50 euro in busta paga o mezza giornata libera in più ogni mese? Risposta scontata, fino a ieri: più danaro, senza se e senza ma. Ora non più. A fare da apripista è stata la Germania. A febbraio i metalmeccanici dell’Ig Metall hanno introdotto la settimana di 28 ore per chi ha particolari esigenze familiari. Negli ultimi mesi - ma meglio sarebbe dire nelle ultime settimane - le prime sperimentazioni in questa direzione stanno arrivando anche in Italia | Rita Querzé, Corriere della Sera, 15 luglio 2018
 
Istat: a parità di titolo di studio, gli uomini hanno la meglio nella ricerca del lavoro
Dal 2008 al 2017, la quota di popolazione con almeno il diploma secondario superiore è in deciso aumento. Più contenuta, rispetto alla media europea, è invece la crescita della quota di popolazione con un titolo terziario - questi, in sintesi, i risultati principali che emergono dallo studio Istat 'Livelli di istruzione della popolazione e ritorni occupazionali: i principali indicatori' per l’anno 2017 | Valore D, 17 luglio 2018
 
Lavoratori over 55, sfide e strumenti dell'invecchiamento attivo
Sotto la spinta dell’invecchiamento della popolazione e della normativa previdenziale vigente, aumentano i lavoratori di età compresa tra i 55 e i 64 anni. Sono ancora poche però le misure volte a favorirne la permanenza sul lavoro, il benessere psico-fisico e la produttività di questi lavoratori | Mara Guarino, Il Punto - Pensioni&Lavoro, 17 luglio 2018
 
Più scuola per i ragazzi del Sud
Le statistiche raccolte dall’Ocse (l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) sulle competenze degli studenti quindicenni documentano un divario molto ampio fra la qualità delle scuole del Nord e di quelle del Mezzogiorno. Non è colpa dei ragazzi ma di una scuola che non funziona e li fa partire svantaggiati rispetto ai loro coetanei nati al Nord o altrove in Europa | Alberto Alesina e Francesco Giavazzi, Corriere della Sera, 16 luglio 2018
 
Belluno: un fondo welfare territoriale per far ripartire la provincia
Un fondo di welfare territoriale che dovrebbe, negli intenti, nei prossimi tre anni, avviare dei piani concreti di sostegno ai giovani, alle famiglie, agli anziani per invertire la tendenza allo spopolamento del territorio. E' questo il progetto messo in atto a Belluno da: i Comuni del territorio, i sindacati, il Consorzio Bim Piave, le categorie economiche, sotto il coordinamento della Provincia di Belluno | Corriere delle Alpi, 13 luglio 2018
 
Da Costa Crociere Foundation un bando per le organizzazioni non profit
Si focalizza sulla lotta alle principali cause di povertà ed esclusione sociale la quarta edizione del bando di Costa Crociere Foundation alla ricerca di progetti di stampo sociale da sostenere. Le organizzazioni non profit, annuncia una nota della compagnia, potranno inviare le proprie proposte online tramite il sito web della Fondazione entro il 5 agosto 2018, sino al raggiungimento del limite massimo di 200 proposte | IlDenaro.it, 9 luglio 2018
 
Soldi a chi fa un figlio? Ci pensano le imprese
Sono sempre più le aziende che scelgono di sostenere economicamente (e non solo) i dipendenti che hanno un figlio. Tra queste c’è Lavazza (sede di Settimo Torinese) che ha deciso di garantire un bonus di 250 euro per tutti i neo genitori | Claudia Osmetti, Libero, 7 luglio 2018
 
Lamborghini, i dipendenti scelgono: più tempo libero, meno soldi
Grazie ad un referendum sul nuovo accordo integrativo aziendale, i dipendenti della Lamborghini di Sant'Agata Bolognese hanno potuto scegliere se avere una busta paga un po' più ricca, oppure godersi qualche ora in più fuori dall'azienda | Corriere della Sera, 7 luglio 2018
 
Toscana, l'infermiere di comunità segue i pazienti fuori dall'ospedale
Si chiama "infermiere di famiglia e di comunità" ed è la nuova figura professionale che fa il suo ingresso nella sanità toscana. Un infermiere che esce dall'ospedale e segue il paziente al suo domicilio, in famiglia, nella sua vita quotidiana, in stretta collaborazione con tutti gli altri professionisti impegnati nel percorso assistenziale | Redattore Sociale, 6 luglio 2018
 
Edimburgo, nasce il primo villaggio scozzese per gli homeless
A nord di Edimburgo, nel quartiere di Granton, è nato un innovativo villaggio per gli homeless, il primo in Scozia, una comunità inclusiva per 20 persone che ha aperto le porte ai primi residenti questo mese | Cristina Barbetta, Vita, 29 giugno 2018
 
La riscoperta del welfare condiviso
La crisi economica e le difficoltà incontrate dal welfare pubblico hanno riportato in auge i meccanismi di mutua assistenza per lungo tempo dimenticati a favore di una logica più individualistica. Si tratta di esperienze come: la badante di condominio e la baby sitter condivisa, le associazioni rionali e le social street, i gruppi di mutuo aiuto, i gruppi di acquisto solidale, gli orti urbani, le co-abitazioni, le piattaforme territoriali, le biblioteche aperte e i cortili sociali | Daniela Uva, TuttoWelfare.info, 6 luglio 2018
 
Tutta l'Irpef destinata al welfare state: come finanziare lo sviluppo del Paese?
Nel 2016 la spesa complessiva per pensioni, sanità e assistenza è stata di 451 miliardi di euro contro i 447 miliardi del 2015 (+4,5 miliardi pari al +1% circa). La quota finanziata da contributi sociali versati dalla produzione è stata pari a 181 miliardi di euro (176 nel 2015, con una crescita del 2,75%), a fronte di una restante quota pari a circa 270,678 erogata ricorrendo alla fiscalità generale (e quindi tramite le tasse). | Mara Guarino, Il Punto - Pensioni&Lavoro, 3 luglio 2018
 
Welfare aziendale territoriale, l'inizio di una riflessione
Uscire dal perimetro della singola impresa per integrare le esigenze del sistema territoriale nel suo complesso: sembra essere questa la nuova traiettoria di sviluppo del welfare aziendale. Il welfare aziendale territoriale si sta configurando come un fenomeno che comprende progettualità ed esperienze d’impresa condivise tra diversi attori a livello locale | Maria Sole Ferrieri Caputi, Welfare for People, 3 luglio 2018
 
Islanda, scatta la parità di salari obbligatoria per legge
E' scattata in Islanda la legge, la piú severa al mondo, che impone a istituzioni pubbliche e private, aziende, banche e a qualsiasi datore di lavoro con piú di 25 dipendenti di assicurare pari retribuzione alle donne a pari qualifica con gli uomini | Andrea Tarquini, La Repubblica, 9 luglio 2018
 
Per battere la povertà bisogna innanzitutto che finisca la propaganda
Qual è la strada migliore per intervenire contro la povertà? Secondo Titti Di Salvo è necessario partire dal ReI (Reddito di Inclusione), lo strumento varato dal precedente governo in stretto rapporto con l'Alleanza contro la povertà. Finanziare con più risorse il ReI in modo da ricomprendere l'intera platea delle persone in povertà assoluta è la strada più veloce per intervenire | Titti Di Salvo, Huffington Post, 27 giugno 2018
 
Il welfare italiano chiede un'immigrazione normale
Nel nostro Paese interi comparti del welfare si reggono su forza lavoro immigrata: la cura a domicilio con le badanti ad esempio, ma anche l’assistenza sanitaria, dove soprattutto tra gli operatori sociosanitari e ausiliari c'è una forte presenza straniera. È urgente mettere a tema l’attivazione di nuovi flussi di ingresso, senza i quali il welfare dei servizi rischia l’implosione. Sergio Pasquinelli e Giselda Rusmini, Welforum, 9 luglio 2018
 
Il lavoro si fa smart
Si sta facendo largo anche in Italia un nuovo modo di lavorare: al centro non c’è più l’orario di lavoro o la presenza fisica del dipendente in azienda, ma la sua soddisfazione. Numerose ricerche, infatti, dimostrano che maggiore è la soddisfazione, maggiore è anche il rendimento. | Repubblica, 2 luglio
 
Ania lancia l’allarme spread
L’Ania, Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici, lancia l’allarme spread e chiede uno scudo per difendersi meglio. Un sensibile allargamento dello spread comporta infatti «un forte rischio nel breve termine sui bilanci delle compagnie di assicurazione». A dirlo è stata il Presidente dell’associazione delle compagnie assicurative, Maria Bianca Farina, durante la relazione annuale di Roma. Anna Messia, Assinews, 5 luglio 2018
 
Economia circolare: Italia all'avanguardia, ma servono agevolazioni fiscali e nuovi sistemi per misurare il valore
I moniti della Commissione Europea e l’esigenza di salvaguardare l’ambiente risparmiando risorse hanno portato nel corso degli anni all’affermazione della cosiddetta “economia circolare”. Obiettivo: abbandonare l’usa e getta e favorire il riciclaggio in tutte le sue forme possibili. | Francesca Parodi, Business Insider Italia, 3 luglio 2018
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24