Rassegna Stampa

 
Il doveroso sostegno a chi aiuta
Secondo Carlo Verdelli, nelle manovre e nei decreti che il Governo sta realizzando per rispondere alla crisi legata al Coronavirus il ruolo del Terzo Settore e del mondo del volontariato è tristemente sottovalutato | Carlo Verdelli, Corriere della Sera, 8 luglio 2020
 
Fondazione 'Mission Bambini', ecco l'educatore a domicilio all'aperto
Sono circa 1.000 le famiglie con bambini al di sotto dei 6 anni che vivono in contesti di degrado economico ed educativo in molte città italiane. Per questo la Fondazione "Mission Bambini" ha ideato e avviato azioni specifiche, tra cui un servizio di educatori a domicilio che garantirà l'accompagnamento educativo dei bambini | QdS.it, 7 luglio 2020
 
Sussidiario o integrativo? Come il welfare entrerà nel rinnovo dei contratti nazionali
Il dibattito sul tema del welfare aziendale è ancora oggi di grande attualità. Recentemente questa tematica è stata ripresa dal Presidente di Confindustria Carlo Bonomi (in una lettere rivolta al Premier Conte) e dalla Segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan. Secondo Emmanuele Massagli tale dibattito mette in risalto il welfare aziendale non più come un mero contenitore di benefit, ma come strumento sempre più centrale nello scambio del rapporto di lavoro | Emmanuele Massagli, Bollettino ADAPT, 6 luglio 2020
 
Asili nido, Italia sotto la media europea per spesa e utenza raggiunta
L'offerta di posti in asili nido in Italia è ancora inferiore al 25% dei potenziali utenti: si tratta di una delle più basse se confrontata con quella dei principali paesi europei. Per raggiungere un tasso di copertura di almeno il 33%, come richiesto dall'Europa, i Comuni dovrebbero investire circa un miliardo in più ogni anno | Repubblica, 8 luglio 2020
 
Lavoratori stranieri: essenziali durante l'emergenza ora tra i più vulnerabili alla crisi economica
Contratti più precari, salari più bassi e occupazioni che raramente possono essere svolte da remoto: i cittadini stranieri che hanno dato un grande contributo durante la fase più acuta dell’emergenza sanitaria rischiano di diventare le prime vittime della conseguente crisi economica. Una problematica europea che vale ancora di più per il nostro paese | Paolo Riva, Open Migration, 9 luglio 2020
 
Lo spirito solidale delle organizzazioni risvegliato dal lockdown
Su Vita.it si parla del nostro rapporto di ricerca "Organizzazioni solidali ai tempi del Covid-19" scritto da Franca Maino e Federico Razetti, che raccoglie i dati emersi da una “Open call for good practices”, volta a capire come la pandemia stesse o meno influenzando il comportamento delle organizzazioni e diffusa nei mesi tra marzo e maggio.
 
La strada per una nuova assistenza a domicilio
Una rete di cure territoriali robusta, diffusa, competente. Questi mesi di emergenza a causa del Covid-19 ne hanno dimostrato l’importanza, ma siamo ancora lontani dal raggiungerla. Ora forse si sta aprendo la strada per costruirla. I servizi di assistenza a domicilio sono una parte importante di questa territorialità e il Decreto Rilancio ne prevede un rafforzamento. Si tratta di un'opportunità per superare i limiti attuali | Sergio Pasquinelli, Welforum.it, 14 giugno 2020
 
La macchina da cucire invece del computer, anche così si può fare smart working
La macchina da cucire invece del computer, anche così si può fare smart working, anzi «smart tailoring»: a Bene Vagienna la Fly In, azienda leader nella produzione di gonfiabili per il mondo della pubblicità e degli eventi, ha affidato alle dipendenti a casa la cucitura di una parte del grande nastro rosso che ora avvolge l’Hotel Splendid a Baveno | Alberto Prieri, La Stampa, 18 giugno 2020
 
Dimissioni delle neo-mamme: oltre 37 mila lasciano il lavoro
Aumentano ancora le dimissioni delle neo-mamme. Secondo il rapporto dell'Ispettorato del Lavoro, nel 2019 sono state 37.611 le lavoratrici neo-genitori che si sono dimesse a causa delle crescenti difficoltà nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Ne parla un articolo uscito per L'Economia, inserto del Corriere della Sera | Corinna De Cesare, L'Economia - Corriere della Sera, 24 giugno 2020
 
Smart working, adesso si fa sul serio ma a chi conviene tra capi, dipendenti e aziende?
"La più grande sperimentazione di massa dello smart working è partita con la riapertura dell’Italia del 3 giugno scorso. Quello che abbiamo praticato nei tre mesi precedenti era il vecchio, claustrofobico telelavoro: operativi solo e sempre da casa, senza alternative". Un interessante articolo curata da Rita Querzè per il Corriere della Sera e interamente dedicato al tema dello smart working | Rita Querzè, Corriere della Sera, 12 giugno 2020
 
Working poor, in Europa 10% lavoratori sotto la soglia di povertà. Un progetto per combattere le diseguaglianze
Il fenomeno dei working poor (letteralmente "lavoratori poveri") è in crescita costante dal 2008 in quasi tutti i paesi europei, tanto che nel 2018 il 9,5% dei lavoratori era a rischio di povertà o al di sotto della soglia di povertà. Anche per questo è nato il gruppo di ricerca WorkYP, che si occupa di studiare e alimentare il dibattito su questo fenomeno | Sofia Ficocelli, La Repubblica, 16 giugno 2020
 
Un welfare sotto stress: come uscirne?
Tra vincoli di bilancio e nuove richieste di protezione sociale, i sistemi di welfare nazionali sono andati inevitabilmente sotto stress. Uno Stato che torni attore protagonista di una solida politica strategica di investimenti sociali e la valorizzazione di tutto ciò che è rimasto fuori dal mercato (dalla cura familiare al volontariato) possono essere una buona medicina per uscirne. Vita non profit ne ha parlato con Andrea Ciarini | Erica Battaglia, Vita non profit, 8 giugno 2020
 
Piano Colao: Welfare di prossimità, Impresa sociale, Servizio civile e dote educativa
Nel documento recentemente realizzato dalla task force di Vittorio Colao ci sono numerosi passaggi dedicati al Terzo settore, alla promozione del welfare di stampo comunitario e alla cittadinanza attiva. L'obiettivo dei suggerimenti è quello di innescare trasformazioni profonde del sistema socio-economico italiano e comunicabile nel suo insieme per generare fiducia nel Paese | Riccardo Bonacina, Vita non profit, 8 giugno 2020
 
Dopo-Covid, la «rivoluzione delle reti». L'altro pilastro del welfare
In un articolo pubblicato per Avvenire, Leonardo Becchetti (docente di Economia Politica presso la Facoltà di Economia dell'Università di Roma Tor Vergata) sottolinea come la crisi sanitaria e sociale portata dal Covid-19 abbia fatto emergere la centralità di proposte di welfare generative, basate sulla costruzione di reti di cooperazione decentrate, territorialmente diffuse e capaci di fare leva sui legami di comunità | Leonardo Becchetti, Avvenire, giovedì 4 giugno
 
Emergenza Coronavirus, più che raddoppiato il numero dei 'nuovi poveri': i dati del monitoraggio Caritas italiana
A distanza di circa due mesi dall'inizio del lockdown nel nostro Paese si registra un forte aumento della povertà. Ad evidenziarlo è la rete delle Caritas diocesane, la quale sostiene che nelle ultime settimane sono state circa 40 mila le persone che hanno usufruito dei loro servizi | Federica De Lauso, WelForum.it, 27 maggio 2020
 
Donne equilibriste, tra figli e lavoro domestico aumentato alle prese con il lockdown
Secondo il recente report "Le Equilibriste: la maternità in Italia 2020", curato da Save the Children Italia, nel corso dei mesi del lockdown le difficoltà legate alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro sono aumentate soprattutto per la componente femminile. In particolare questo è dovuto a un aumento dei carichi di cura familiari. | Rai News 26 maggio 2020
 
E ora investiamo nel nostro bene più prezioso, i bambini
Questa fase di "ripartenza" può essere un'opportunità per costruire un futuro migliore. Per questo, secondo Vittorio Pelligra, oggi è necessario investire sui bambini e i giovani. Le politiche pubbliche rivolte ai più piccoli e alle loro famiglie sono infatti quelle che producono, nel tempo, dei risultati più importanti | Vittorio Pelligra, Il Sole 24 Ore, 24 maggio 2020
 
Coronavirus, in un'azienda di elettronica del padovano genitori al lavoro con i figli
La chiusura delle scuole e tutti i limiti imposti dell'emergenza sanitaria sta generando degli effetti drammatici per quanto riguarda la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Date le scarse possibilità presenti ora, alcuni imprenditori si stanno muovendo autonomamente per predisporre dei servizi integrativi per i loro dipendenti | Il Gazzettino, 22 Maggio 2020
 
Per il post Covid-19 la parola d’ordine è sussidiarietà. Parola di Francesco Profumo
Il presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo ha rilasciato un'interessante intervista al portale Formiche.net allo scopo di presentare i principali progetti promossi dalla fondazione nel corso dell'emergenza sanitaria | Enrico Salemi, Formiche.net, 25 maggio 2020
 
Enel, Amazon, Fastweb: qui lo smart working va oltre l'emergenza
Smart working oltre l'emergenza Covid-19. In questo articolo di Rita Querzè uscito per il Corriere della Sera si sottolinea come vi siano alcune aziende che danno ai loro lavoratori la possibilità di lavorare dalla propria abitazione anche oltre il periodo di emergenza, che a oggi scade il 31 luglio. Tra queste ci sono colossi come Enel, Amazon e Fastweb | Rita Querzè, Corriere della Sera, 19 maggio 2020
 
Guzzetti: ''Il privato sociale è l'ultimo presidio della democrazia''
In una interessante intervista rilasciata per l'inserto economico di “La Repubblica”, poi ripresa anche dalla piattaforma Vita non profit, Giuseppe Guzzetti affronta a tutto tondo l'emergenza Covid-19, il ruolo delle Fondazioni di origine bancaria e quello del Terzo settore. Qui alcuni passaggi interessanti del dialogo con Andrea Greco | La Repubblica, 18 maggio 2020 (via Vita non profit)
 
L'aiuto di Fondazioni bancarie e Terzo settore per uscire dalla crisi
Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Cariplo, ha rilasciato un interessante intervista al portale Il Sussidiario per parlare delle iniziative messe in atto dalla Fondazione nel corso dell'emergenza Covid-19 e delle strategie che saranno avviate nel corso della "fase 2". Fosti sottolinea come la Fondazione abbia investito da subito per fornire una risposta immediata alla crisi fornendo un aiuto concreto al Terzo Settore e avviando progetti per il contrasto alla povertà | IlSussidiario.net, 19 maggio 2020
 
Fase 2, i bambini restano a casa o con i nonni? Sono loro i veri dimenticati della ripartenza
C’è chi ha lasciato per la prima volta il figlio da solo a casa. C’è chi se l’è dovuto portare in ufficio. Chi lo ha affidato ai nonni. E chi ha dovuto trovare una babysitter nel giro di una settimana. In queste prove pratiche di normalità i bambini si confermano i grandi dimenticati dagli strateghi della ripartenza. Ne parla questo articolo uscito sul Corriere della Sera | Elvira Serra, Corriere della Sera, 18 maggio 2020
 
Una casa da godere insieme agli altri
Le misure restrittive e di quarantena imposte in queste settimane stanno avendo un impatto anche su una serie di esperienze e pratiche dell’abitare condiviso, solitamente richiamate sotto le espressioni ombrello di housing sociale e co-housing. Rossana Zaccaria, presidente di Legacoop Abitanti, racconta le molte ricerche in questo campo, anche nell’ambito del progetto Cambiare l’Abitare Cooperando | Il Manifesto, 9 aprile 2020
 
Massagli: interventi sul welfare aziendale utili per affrontare gli effetti del Coronavirus
Nell'ex "decreto aprile", che dovrebbe definire le risorse per affrontare l'emergenza Coronavirus, secondo il presidente di Aiwa Emmanuele Massagli non si parlerà di welfare aziendale. Eppure azioni su questo fronte da parte del Governo potrebbero essere importanti per la ripartenza. | Marco Barbieri, Il Messaggero, 6 maggio
 
Il welfare dei Comuni passa dagli stili di vita
Guido Castelli, Presidente della Fondazione IFEL dell'ANCI, riflette sul ruolo che i Comuni avranno nei prossimi mesi alla luce dell'emergenza Coronavirus. | Guido Castelli, HuffPost, 7 maggio 2020
 
Beneficenza contro il Coronavirus, superato il miliardo: e adesso?
La generosità degli italiani è l’anticorpo più veloce attivato contro il Covid-19. L’enorme manovra della solidarietà è partita dal basso subito: quantificarla con esattezza in euro è impossibile. Ma Buone Notizie ha analizzato, incrociato e comparato i dati forniti da diverse indagini. Il risultato è la stima della più grande operazione di raccolta fondi di sempre: almeno 1,2 miliardi di euro in denaro, beni e servizi messi a disposizione da aziende, enti e cittadini. Senza queste risorse private, gli ospedali non avrebbero retto il colpo dell’emergenza. | Giulio Sensi, Corriere Buone Notizie, 5 maggio 2020
 
Anticorpi contro la crisi: l'intervento di Chiara Agostini su Slow News
La nostra ricercatrice Chiara Agostini ha partecipato alla diretta streaming organizzata dagli amici Slow News sul tema "Anticorpi contro la crisi: quali misure di constrasto alla povertà?". Chiara ha riflettuto di come la pandemia rischi di avere effetti devastanti sulla nostra società, e ha parlato di diverse misure che andrebbero implementate per fronteggiare al meglio la situazione. Di seguito potete rivedere l'intera diretta.
 
Le 5 domande di Save the Children al governo sul futuro dei bambini
Cinque domande sul futuro dei bambini e dei ragazzi in questo momento difficile. Mentre si apre la difficile Fase2, Save the Children pone cinque quesiti cruciali al Governo che riguardano la scuola e le necessità educative dei minori, i limiti e le necessità dettate dalla didattica a distanza, le necessità dei bambini con disabilità e la crescente emergenza legata all'impoverimento delle famiglie.
 
Coronavirus, perché i bimbi in povertà crescono di un milione
Secondo Save the Children, i bambini e gli adolescenti in povertà assoluta rischiano di diventare un milione in più a causa di questa emergenza e delle sue conseguenze. Secondo la ONG, data la peculiarità della crisi attuale, ad aggravarsi non sarà solo la condizione economica ma anche quella educativa e formativa | Goffredo Buccini, Corriere della Sera, 9 aprile 2020
 
Luxottica integra la Cassa Integrazione al 100% e riduce lo stipendio dei manager
Grazie ad un accordo aziendale, Luxottica farà pervenire un contributo mensile di 500 euro ai dipendenti che continueranno a lavorare in questo periodo e integrerà la Cassa Integrazione a chi non potrà. Inoltre, l'intesa introduce la possibilità per il management aziendale di decurtarsi (su base volontaria) lo stipendio fino al termine dell'emergenza | Maria Silvia Sacchi, Corriere della Sera, 2 aprile 2020
 
Coronavirus, azienda napoletana integrerà la Cassa Integrazione per i dipendenti
Allo scopo di dare un sostegno ai suoi lavoratori che non possono lavorare, l'azienda napoletana specializzata in servizi di ingegneria NetCom Group ha scelto di integrare con un proprio contributo economico quello già riconosciuto della Cassa Integrazione. In questo modo i suoi dipendenti continueranno a percepire la normale retribuzione | Il Mattino, 1 aprile 2020
 
Verso una democrazia della cura
Il decreto “"Cura Italia" non include chi svolge lavoro di cura: per le lavoratrici e i lavoratori domestici non è prevista la cassa integrazione né il divieto di licenziamento. Colf, assistenti familiari (badanti) e babysitter con figli non possono inoltre godere del bonus baby-sitter, né sono previste per loro indennità specifiche | inGenere.it, 2 aprile 2020
 
Ferrero pagherà il 50% delle ferie a chi rimane a casa, e darà premi economici a chi va a lavorare
Grazie ad un nuovo accordo aziendale firmato con le rappresentanze sindacali, Ferrero ha previsto misure urgenti per sostenere i suoi lavoratori in questo periodo di emergenza. In particolare, l'accordo prevede permessi retribuiti per i lavoratori che rimarranno a casa per via delle misure di sicurezza adottate e premi da 250 a 750 euro per coloro che continueranno a lavorare | Gazzetta d'Alba, 31 marzo 2020
 
Idee per un nuovo welfare
La crisi legata alla pandemia di Covid-19 rischia di creare nuove disuguaglianze di natura economica e sociale. Proprio per questo bisogna tutelare ogni persona a rischio, sia i garantiti, sia gli esclusi. Lo spiega Cristiano Gori, docente di politica sociale all'Università di Trento, in un interessante articolo uscito per La Repubblica | Cristiano Gori, La Repubblica, 26 marzo 2020
 
Aumenta il rischio concreto della povertà
In due mesi di "quarantena" le famiglie italiane al di sotto della soglia di povertà potrebbero aumentare di circa 260mila unità. L'impossibilità di recarsi al lavoro e la chiusura di molte imprese e attività avranno un terribile impatto economico. I più colpiti saranno i lavoratori autonomi e quelli a tempo determinato. Ne parla un articolo de Il Sole 24 Ore | Il Sole 24 Ore, 26 marzo 2020
 
Coronavirus, Zamagni: un errore aver dimenticato il Terzo settore. Non si riparte senza il sociale
"In questa crisi del Covid-19 è stata prestata scarsa attenzione alla dimensione socio-relazionale". È questo il pensiero di Stefano Zamagni, che sottolinea come fino ad ora il Governo ha fatto un grave errore nel non coinvolgere a pieno il Terzo Settore in questa emergenza.
 
Coronavirus, Giovanni Rana aumenta gli stipendi: piano straordinario da 2 milioni di euro
Come si legge in un interessante articolo de La Repubblica, il pastificio veronese Giovanni Rana ha scelto di realizzare un importante investimento per fornire un sostegno agli oltre 700 dipendenti. Il piano straordinario dell'azienda prevede un piano straordinario dal valore di oltre 2 milioni di euro per aumenti salariali | La Repubblica, 23 marzo 2020
 
Pasti, spesa, doposcuola online. L'Arci in campo per l'emergenza
A Torino, i comitati Provinciali e i circoli Arci hanno deciso di stravolgere le loro attività per fornire un sostegno all'attuale emergenza per il Coronavirus. Tra i progetti promossi vi sono la spesa a domicilio, la preparazione e la consegna di pasti per le persone in difficoltà e doposcuola on-line per i bambini | Roberto Pietrobon, Il Manifesto, 19 marzo 2020
 
Nessuno resti indietro per colpa del Coronavirus
"Questa crisi non deve creare nuove disuguaglianze e far crescere rabbia e risentimento nelle persone, deve accrescere non ridurre la coesione sociale". Si apre così un interessante approfondimento pubblicato all'interno del sito del Forum DD (Disuguaglianze e Diversità), think tank promosso tra gli altri dall'ex ministro Fabrizio Barca | Forum Disuguaglianze e Diversità, 17 marzo 2020
 
Il coronavirus e la violenza domestica
Restare in casa, come consigliato dalle autorità per contenere il contagio da COVID-19, non è un'opzione sicura per le donne vittime di violenza domestica. In condizione di isolamento, inoltre, è più difficile riuscire a chiedere aiuto. I centri antiviolenza, le associazioni e i movimenti per i diritti delle donne stanno cercando di presidiare il tema diffondendo le opportunità di sostegno e tutela | Il Post, 17 marzo 2020
 
Fosti (Cariplo): ''Welfare, subito un piano per aiutare il non profit''
In merito all'emergenza legata al diffondersi del Coronavirus Covid_19, il presidente di Fondazione Cariplo Giovanni Fosti ha affermato al Corriere della Sera che "in un momento come questo le istituzioni hanno un ruolo fondamentale. Sono un ancoraggio e un punto di riferimento per le persone e le comunità" | Nicola Saldutti, Corriere della Sera, 11 marzo 2020
 
Coronavirus, la ministra della Famiglia Bonetti dopo la chiusura delle scuole: ''Ipotesi voucher baby sitter e congedo genitori''
Secondo il sito internet del quotidiano La Repubblica, il Governo starebbe pensando ad alcune misure per il sostegno alla famiglia in questo periodo di emergenza legata al Coronavirus. Tra gli interventi ci sarebbero voucher per il sostegno dei costi delle baby-sitter e il rafforzamento (temporaneo) dei permessi e dei congedi. A dirlo è la Ministra per la Famiglia Elena Bonetti | La Repubblica, 5 marzo 2020
 
Smart working, il pressing del ministero: ''Stop a sperimentazione, ora obbligo per gli uffici pubblici''
In questo periodo di emergenza legata al Coronavirus, il Governo prova a spingere sull'acceleratore in tema di smart working per i lavoratori pubblici. Proprio a tale scopo, una circolare del Ministero della Funzione Pubblica ha recentemente definito alcuni accorgimenti. Tra questo c'è la possibilità di utilizzare i dispositivi personali per lavorare | La Repubblica, 4 marzo 2020
 
Balvano, il paese dei Nutella Biscuits dove si è tornati a fare figli
L'Economia del Corriere della Sera racconta come, grazie al lavoro creato dal locale stabilimento della Ferrero, sia tornato a salire il tasso di natalità. Una ulteriore conferma di come l'occupazione sia la strada maestra su cui investire per invertire il trend demografico. | Michelangelo Borrillo, L'Economia, 4 marzo 2020
 
Abdicazione d’Europa? Profughi e fine della compassione
"Siamo davvero alla fine della compassione?", per citare Alejandro Portes, uno dei massimi esperti di fenomeni migratori. A domandarselo è Maurizio Ambrosini, docente dell'Università di Milano, in questo interessante articolo uscito su Avvenire | Maurizio Ambrosini, Avvenire, 3 marzo 2020
 
Se l'epidemia mette le ali allo smart working
L'esigenza di arginare il contagio da coronavirus induce molte aziende a consentire che i dipendenti svolgano il lavoro da casa. E spinge il Governo a rimuovere alcuni vincoli inopportunamente imposti al "lavoro agile" con la legge di tre anni fa. Ne ha parlato Pietro Ichino, docente dell'Università di Milano, in questo articolo di LaVoce.info | Pietro Ichino, LaVoce.info, 28 febbraio 2020
 
I nodi che vengono al pettine in Italia con il coronavirus e l'occasione per innovare
Lavorano ormai sul filo del rasoio gli ospedali che si collocano nell’epicentro dello sviluppo dei contagi, con turni di lavoro definiti ormai massacranti. Con l’avanzare del coronavirus vengono al pettine diversi nodi del sistema sanitario nazionale e di quelli regionali, frutto di scelte e politiche che in questo momento si dimostrano se non errate, quanto meno miopi. Ne parla Giuliana Costa, docente del Politecnico di Milano, in questo interessante articolo | Giuliana Costa, La Voce di New York, 3 marzo 2020
 
Coronavirus: subito lo smart working. Il decreto e le 3 regole da applicare
L'emergenza Coronavirus spinge in queste ore molte aziende a chiedere a parte dei loro dipendenti di lavorare da remoto, cioè da casa, applicando quindi lo smart working. Anche il Governo - per sostenere tale pratica in questo momento molto particolare - ha introdotto nel Decreto del 23 febbraio 2020 misure per facilitare l’avvio di tali pratiche subito, senza vincoli di accordi aziendali in genere previsti in questi casi | Sergio Bocconi, Corriere della Sera, 24 febbraio 2020
 
Coronavirus, smart working applicabile subito: non servono accordi lavoratori azienda
Lo scorso 23 febbraio il Governo ha approvato il decreto attuativo che facilita l'avvio dello smart working nelle zone colpite dall'emergenza sanitaria legata al Coronavirus-Covid 19. Qualcosa di simile era già successo in occasione del crollo del Ponte Morandi a Genova e dell'alluvione di Torino | Rosaria Amato, La Repubblica, 24 febbraio 2020
 
La green economy cresce, ecco perché la sostenibilità funziona
Le aziende italiane rinnovate in base a criteri di sostenibilità sono oggi al primo posto in Europa in numerosi settori, secondo il Rapporto GreenItaly, promosso dalla Fondazione Symbola e Unioncamere. E l'attenzione alla sostenibilità e un approccio «etico» nelle imprese saranno anche sono al centro della Green Week in programma a Trento e Rovereto dal 25 febbraio al primo marzo. | Paolo Foschini, Buone Notizie, 17 febbraio 2020
 
Spreco alimentare: in un anno ridotto del 25%, ora si butta via meno cibo
Secondo il Rapporto 2020 dell’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market/Swg per la prima volta dopo dieci anni nelle case degli italiani si spreca meno cibo: rispetto all’anno scorso si è verificato un calo del 25% degli alimenti buttati nella spazzatura. Tuttavia ogni famiglia italiana getta ancora prodotti alimentari per un valore di 4,91 euro alla settimana, che sommati insieme portano a una cifra di circa 6,5 miliardi. | Paolo Virtuani, Corriere della Sera, 3 febbraio 2020
 
Quando per la salute si paga di tasca propria
La spesa sanitaria privata out of pocket (cioè quella che i cittadini sostengono di "tasca propria") continua a crescere in Italia. Secondo l'Istat, nel 2019 i nostri concittadini hanno speso per servizi e interventi di natura sanitaria circa 35 miliardi di euro. Secondo alcuni studi,il ricorso al privato ha spesso a che fare con i tempi di accesso alle prestazioni e i relativi costi | Carla Collicelli, LaVoce.Info, 11 febbraio 2020
 
Caregivers, un ''esercito'' invisibile per l'assistenza ai familiari
Chi sono i "caregivers"? Quell'"esercito" di persone che accudiscono familiari che non possono farlo. Si tratta di volontari, e spesso senza alternative, che si vedono costretti a sostituirsi alla mancanza di servizi socio-sanitari sul territorio. Al momento non c'è una legge che li tuteli, ma sembra che qualcosa stia cambiando. Ne parla questo interessante articolo che ha coinvolto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan | InTerris.it, Manuela Petrini, 25 gennaio 2020
 
Fondazione Friuli, parte il ''Bando welfare 2020'' per ridare valore alle comunità
Ridare valore alle comunità e ai territori, combattendo il male più grande del nostro tempo, la solitudine. Sono questi gli obiettivi che Fondazione Friuli si è proposta attraverso il Bando welfare 2020. Attraverso il bando saranno promossi progetti per il sostegno degli anziani, per il contrasto alla povertà e per l'inclusione di persone con disabilità nelle province di Udine e Pordenone | PordenoneOggi.it, 17 gennaio 2020
 
Parità uomo-donna nella busta paga? Ci vogliono almeno 257 anni
Secondo il Global Gender Gap Report 2020, nel nostro Paese le donne continuano ad essere pagate circa il 20% di meno rispetto agli uomini. Inoltre molto spesso le donne si trovano a svolgere molte più ore di "lavoro non retribuito", cioè quello legato alle attività domestiche e alla cura di dei figli o di genitori anziani | Gustavo Ghidini, Corriere della Sera, 3 febbraio 2020
 
Vieni anche tu alla Civil Week, le persone tornano al centro
Quattro giornate in cui le persone tornano al centro. E in cui, per la prima volta in Italia, la cittadinanza attiva, l’impegno per la comunità, le economie civili, si riprendono la scena in una miriade di eventi, testimonianze, incontri. Si tratta della «Civil week - La società in movimento» che si svolgerà a Milano dal 5 all'8 marzo | Giovanna Maria Fagnani, Corriere della Sera, 4 febbraio 2020
 
Congedo di paternità obbligatorio: soldi dai fondi Ue. Costerà 350 milioni di euro l’anno
Nei giorni scorsi il governo ha annunciato l’intenzione di modificare dal prossimo anno il congedo di maternità, portandolo a sei mesi rispetto ai cinque di oggi e soprattutto stabilendo che il 20% del congedo, poco meno di un mese, debb...
 
Parte (finalmente) la Fondazione Italia Sociale: ecco le sue linee di azione
L’avvio della Fondazione Italia Sociale, istituzione introdotta dalla legge di riforma del Terzo settore, è stato lungo e tortuoso. Un iter fin qui complicato dall’assenza di precedenti: è infatti il primo caso in Italia di un’entità fondata dallo Stato ma costituita come fondazione di partecipazione, con il vincolo di finanziarsi in prevalenza con risorse private.
 
Librerie indipendenti: custodi di cultura e d'identità sociale
In questo momento, in cui la grande distribuzione sta mettendo a repentaglio la sopravvivenza di molte piccole librerie, alcune biblioteche e realtà indipendenti divengono degli spazi pubblici fondamentali per una società democratica. In questa direzione, questi soggetti possono tramutarsi in attori del welfare “socio-culturale”, generando condizioni di reale benessere, autonomia ed equità | Chiara Ercolani, Redattore Sociale, 21 gennaio
 
Il popolo insostituibile dei ''caregiver''
Sono mamme, papà, mogli, figli, fratelli, sorelle, nipoti. Assistono in casa, tutti i giorni, un loro parente disabile, anziano non autosufficiente o affetto da una malattia cronica invalidante. Si chiamano “caregiver familiari” e sono, di fatto, dei “volontari” generosi e senza alternative, costretti a sostituirsi alla mancanza di servizi socio-sanitari sul territorio. In Italia se ne contano 7,3 milioni | Fulvio Fulvi, Avvenire, 19 gennaio 2020
 
Studenti e anziani nella stessa casa: così a Milano si battono il caro affitti e la solitudine
Sui Repubblica si parla del programma "Prendi in casa uno studente", intervento di "coabitazione intergenerazionale" realizzato nell'ambito di Milano 2035. Si tratta di un progetto Si tratta di un progetto da 1,7 milioni di euro, cofinanziato dalla Fondazione Cariplo, che cerca di allargare l’offerta abitativa per i giovani che vivono a Milano promuovendo reti di solidarietà sociale nei quartieri | Tiziana De Giorgio, La Repubblica, 11 gennaio 2020
 
Sprechi alimentari: un protocollo di intesa per ridurli nella ristorazione
Secondo una recente indagine condotta da Istituto Green Bocconi per conto di METRO Italia, ogni anno in Italia sono 5,6 milioni le tonnellate di cibo prodotto in eccedenza lungo tutta la filiera agroalimentare, dalla produzione al consumo finale. Il 57% di queste eccedenze è generato dalla prima parte della filiera: produttori, distributori e operatori della ristorazione; il 43% dai consumatori finali | Una ricetta al giorno, 14 gennaio 2020
 
Figli, la maternità diventerà di 6 mesi (un mese anche per il papà)?
Secondo un articolo uscito all'interno dell'inserto del Corriere della Sera, L'Economia, il Governo starebbe valutando una modifica sostanziale del funzionamento dei congedi di paternità e maternità. L'idea sarebbe quella di introdurre un unico congedo familiare della durata di sei mesi, che potranno essere gestiti con maggiore flessibilità dai neo-genitori. Deve essere però ancora affrontato il problema dei costi | Lorenzo Salvia, Corriere della Sera, 16 gennaio 2020
 
Nasce Randstad Welfare
Nasce la divisione dedicata interamente al welfare aziendale della società Randstad: si chiamerà Randstad Welfare e, attraverso una piattaforma "di proprietà" supporterà le imprese nell'infrastrutturazione dei piani di welfare. In questo modo si arricchisce ancora il variegato mercato dei provider di welfare aziendale | Marco Barbieri, WeWelfare.it, 9 gennaio 2020
 
A Milano nasce il muro della gentilezza: abiti, scarpe e coperte a disposizione di chi ha bisogno
Grazie al collettivo "Tempio del futuro perduto", nasce a Milano "il muro della gentilezza": una parete alla quale si possono appendere indumenti che non si utilizzano più per metterli a disposizione delle persone che non possiedono nulla per coprirsi | Federica Venni, La Repubblica, 8 gennaio 2020
 
Homeless, il popolo invisibile. L'emergenza casa in Italia e in Europa
Nell’Unione europea un’intera fascia di popolazione (il 10,4%) è stremata dai costi di alloggio, elettricità, acqua e gas che assorbono circa il 40% del reddito familiare. Tra 2009 e 2019 i senzatetto sono aumentati del 70%: oggi sono almeno 700 mila. Dinamiche simili si ritrovano anche in Italia, dove aumentano homeless assistiti dalla Caritas. A raccontare questo preoccupante fenomeno è una video-inchiesta realizzata dal Corriere della Sera | Maria Serena Natale, Corriere della Sera
 
La povertà colpisce soprattutto le giovani famiglie con figli
L’aumento della povertà che è seguito alla crisi economica ha colpito soprattutto le fasce più giovani della popolazione. Nel corso dell’ultimo decennio chi ha meno di 18 anni è diventato il più esposto alla povertà assoluta. Tra il 2017 e il 2018 l'indice di povertà assoluta delle famiglie con almeno un figlio minore è cresciuto ed è passato dal 10,5% all'11% | OpenPolis, 7 gennaio 2020
 
Arte in azienda: il Veneto laboratorio per l’Europa grazie a Smath
Il progetto Smath vuole diffondere tra le imprese l’opportunità di attivare forme più concrete di relazione tra economia e cultura. Le aziende, infatti, stanno capendo che bellezza e ragionamento estetico possono stimolare l’innovazione di prodotto e di processo, e anche sollecitare nuove visioni strategiche. Ma l’arte può aiutare anche a capire e a guidare anche i processi di cambiamento organizzativo agendo sul versante della coesione e del welfare aziendale. | Barbara Ganz, Il Sole 24 Ore, 27 dicembre 2019
 
L’avanzata delle Fondazioni di Comunità
L'utima inchiesta curata da Corriere Buone Notizie analizza un tema molto seguito dal nostro Laboratorio: le Fondazioni di Comunità. Di queste realtà ci siamo infatti occupati fin dall'inizio del progetto, dedicando loro ampio spazio sul nostro sito, in tutti i Rapporti sul secondo welfare e, più recentemente, una ricerca condotta per Fondazione Cariplo.
 
Lecco: Ambito, Fondazione e Terzo Settore moltiplicano il welfare comunitario
A Lecco, grazie all'Ambito territoriale, la Fondazione comunitaria del Lecchese e le imprese sociali del territorio, è stato attivato un Fondo per la promozione di azioni di welfare comunitario e generativo. Grazie alle risorse, ricavate anche attraverso donazioni e raccolte fondi, sono stati avviati 5 progetti che si concentrano sui reali problemi sociali della comunità lecchese | Lecco Notizie, 18 dicembre 2019
 
Etika, la bolletta solidale. Così ora i disabili trovano casa
Grazie a "Etika", la bolletta solidale promossa da Dolomiti Energia, in Trentino le spese legate alle utenze energetiche vanno ad alimentare un fondo territoriale volto a finanziare progetti di co-housing sociale per persone con disabilità. In totale oggi sono 40 le persone disabili che hanno potuto sperimentare soluzioni abitative autonome. Inoltre anche le famiglie che adottano "Etika" godono di prezzi calmierati per le loro bollette | Francesca Gennai e Flaviano Zandonai, Corriere della Sera, 6 novembre 2019
 
Sono freelance e il mio ufficio è una caffetteria
In questo interessante articolo uscito per Il Sole 24 Ore si racconto l'esperienza di Nibol, un’app che ti permette di prenotare una postazione di studio o lavoro nelle migliori caffetterie della città. Si tratta di una soluzione innovativa che porta a riflettere sulle opportunità (e le sfide) legate ai temi dello smart working, del telelavoro e, più in generale, della flessibilità organizzativa | Gloria Chiocci, Il Sole 24 Ore, 8 dicembre 2019
 
Il Paese dei Neet: nessuno in Europa ne conta più dell'Italia
Nel 2018 in Italia, i Neet - cioè i giovani che non lavorano e non studiano - nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 29 anni sono pari a 2.116.000 e rappresentano il 23,4% del totale dei giovani della stessa età. Il nostro Paese è primo tra quelli europei per presenza di Neet. Vita non profit ha realizzato un approfondimento su questo scottante tema all'interno del suo magazine mensile | Anna Spena, Vita, 4 dicembre 2019
 
Censis: il welfare non regge alle dinamiche demografiche
Solo una piccola parte degli anziani non autosufficienti può contare sull'assistenza offerta dal welfare pubblico. La gran parte del supporto ricade sulle famiglie, la cui composizione però è in via di trasformazione, con sempre più single o famiglie monogenitoriali, non in grado di farsi carico dei parenti anziani. A sottolineare ancora una volta questi fenomeni è il Rapporto annuale del Censis | Giorgio Pogliotti, Il Sole 24 Ore, 6 dicembre 2019
 
Rossini, Acli: introduciamo livelli essenziali per sostenere la famiglia
Secondo il rapporto "La famiglia italiana. Un racconto", realizzato dall’Iref (Istituto di ricerche educative e formative) per le Acli, pur essendo fiduciose, le famiglie italiane negli ultimi anni hanno accusato molto gli effetti legati alla crisi del welfare e dell'occupazione. Proprio per questa ragione, nel corso del convengo di presentazione della ricerca, il presidente di Acli Roberto Rossini ha proposto l'introduzione di Livelli Essenziali delle prestazioni per gli interventi riguardanti le misure di sostegno alla genitorialità, gli investimenti sulla natalità, gli asili nido e la formazione scolastica | Luca Liverani, Avvenire, 4 dicembre 2019
 
Si struttura il mercato del welfare
Per dirla con Karl Polanyi, il mercato del welfare si trova oggi alle soglie di una Grande Trasformazione 2.0. I paesi più avanzati stanno infatti attraversando una fase di profondo cambiamento: austerità, instabilità politica e invecchiamento della popolazione generano tensioni che si scaricano direttamente sulla stabilità dei diversi sistemi nazionali di welfare, mettendo in evidenza inefficienze che rendono sempre più difficile rispondere ai bisogni di protezione della popolazione | Giacomo Corvi, Società e Rischio, 2 dicembre 2019
 
Conciliazione famiglia-lavoro: in Italia l'11,1% delle madri non ha mai lavorato
In Italia oltre un terzo delle donne con figli lamenta problemi legati all’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro. Le necessità riguardanti la cura hanno inoltre un impatto molto forte sui livelli occupazionali, soprattutto nel Meridione. Attraverso un interessante report, l’Istat mette in rilievo alcune tendenze statistiche riguardanti la conciliazione vita-lavoro nel nostro Paese | Rosaria Amato, La Repubblica, 18 novembre 2019
 
Dal 2020 nidi comunali gratis per tutti: Mantova sarà la prima città in Italia
A partire dal 2020 il Comune di Mantova metterà a disposizione dei propri cittadini oltre 250mila euro allo scopo di coprire le spese delle rette degli asili nido comunali. Secondo il sindaco del comune lombardo in questo modo le famiglie residenti potranno usufruire gratuitamente del servizio, risparmiando fino a 5mila euro l’anno. | Giovanni Bernardi, Corriere della Sera, 19 novembre 2019
 
Terzo settore, Bobba: «Governo se ci sei, batti un colpo»
A più di due mesi dal battesimo dello Governo Conte II e nel pieno della discussione parlamentare sulla legge di bilancio, i segnali che arrivano sul Terzo Settore non sono per nulla rassicuranti. Anzi, vanno in una direzione contraria a quella indicata dal Presidente del Consiglio, frustrando così le attese di moltissimi enti del Terzo settore. A dirlo è Luigi Bobba su Vita.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26