WORKING PAPER /
Unione Europea, innovazione sociale e secondo welfare
18 febbraio 2013

Working Paper 2WEL 1 / 2013

Percorsi di secondo welfare, in collaborazione con il Centro Einaudi e in partnership con ANIA, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione con il Sud, Luxottica, KME Group e Corriere della Sera, presenta il terzo working paper della collana 2WEL. In “Unione Europea, innovazione sociale e secondo welfare”, l’autrice, Laura Canale, descrive il percorso che l’Unione Europea ha intrapreso da alcuni decenni nel tentativo di individuare soluzioni in grado di conciliare le esigenze legate alla competitività dell’economia con quelle di tutela dei principi sui quali si incardina il processo di costruzione dell’Europa sociale. È in questa cornice che ha preso recentemente avvio l’approfondimento dei temi dell’innovazione sociale, che comprende spesso anche sperimentazioni riconducibili al fenomeno del cosiddetto secondo welfare. Il paper ripercorre quindi gli snodi più significativi dell’evoluzione dei temi legati all’innovazione sociale nel contesto comunitario, mettendone in rilievo le possibili implicazioni per gli sviluppi futuri del secondo welfare.

 

L'autrice

Laura Canale ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienza politica con una tesi dal titolo Culture del welfare e politiche per la famiglia tra path dependence e path departure: Lombardia ed Emilia-Romagna a confronto. Attualmente collabora con il Centro di Ricerca Interdipartimentale «Studi di Genere» dell’Università degli Studi di Pavia. I suoi interessi di ricerca includono i processi di riforma dei sistemi di welfare europei, le politiche per la famiglia e quelle di parità, con particolare attenzione alle politiche di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. Sta approfondendo inoltre i temi della governance locale nella prospettiva dei fenomeni di innovazione sociale.


Abstract

L’Unione Europea è impegnata da alcuni decenni nell’individuazione di soluzioni che permettano di conciliare le esigenze legate alla competitività dell’economia europea con quelle di tutela dei principi sui quali si incardina il processo di costruzione dell’Europa sociale. L’aspra crisi finanziaria ed economica che ha investito il Vecchio Continente nel corso del 2008 rischia, del resto, di compromettere le capacità dei paesi europei – e in particolare di quelli più «esposti» a causa dell’ingente debito pubblico – di garantire politiche pubbliche in grado di far fronte alle sfide sociali del presente e del futuro. È in questa cornice che ha preso recentemente avvio l’approfondimento in sede comunitaria dei temi dell’innovazione sociale: nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che rispondono ai bisogni sociali in modo più efficace delle alternative esistenti e che, allo stesso tempo, creano nuove relazioni sociali e collaborazioni. In questo articolato contesto, si assiste alla diffusione di sperimentazioni che possono essere ricondotte al fenomeno del cosiddetto secondo welfare. Il paper ripercorre gli snodi più significativi dell’evoluzione dei temi legati all’innovazione sociale nel contesto comunitario, mettendone in rilievo le possibili implicazioni per gli sviluppi futuri del secondo welfare.

 

 
NON compilare questo campo