TERZO SETTORE / Impresa sociale
Un Oscar per l'impresa sociale
Flaviano Zandonai, Vita, 7 aprile 2014
08 aprile 2014

Eataly, l’impresa fondata da Oscar Farinetti, cresce a ritmi vertiginosi aprendo negozi su negozi in Italia e nel mondo. La cosa interessante, sottolinea Flaviano Zandonai sul suo blog, è che il “motore” di questa realtà imprenditoriale è nonprofit. Eataly è  infatti un’iniziativa che “industrializza” elementi di cultura e di servizio di un’associazione, Slowfood, che contiene chiari elementi di imprenditorialità sociale.

E così un’operazione che della nicchia e del procedere “slow” ha fatto la propria missione fa ora da propellente per un’industria che cresce ai ritmi accelerati di una start-up. Un bel risultato, considerando che comunque gli elementi identitari di Slow Food sono tutt’altro che diluiti nell’iniziativa di Farinetti e anzi trovano elementi di contatto con realtà, come i GAS, e con pratiche, come la coproduzione, che muovono in tutt’altra direzione.

Un bell’insegnamento per l’impresa sociale, che fin qui ha fatto fatica a industrializzare il proprio modello di servizio oltre la dimensione locale.

 

Un Oscar per l'impresa sociale
Flaviano Zandonai, Vita, 7 aprile 2014

 

Potrebbe interessarti anche:

Crisi e consumi: il boom dei gas

Un esempio di Venture Philanthropy: il Centro Medico Santagostino