TERZO SETTORE /
Il welfare del futuro passa dalla cooperazione sociale
Il Dolomiti, 13 novembre 2017
13 novembre 2017

"Ridefinire i servizi realmente sociali; regolamentare meglio il mercato del lavoro nel settore; costruire le condizioni per un ruolo attivo delle persone e reti sociali. No alla logica degli appalti al massimo ribasso". La presidente di Consolida Serenella Cipriani sintetizza così le conclusioni di "Impresa al cubo", la settimana organizzata con le 52 cooperative associate e con il patrocinio della Federazione e del Tavolo dell’economia solidale.

Quello della cooperazione sociale è un sistema solido di imprese (160 milioni di euro di fatturato nel 2016) che offre servizi a 18.000 persone e dà lavoro a 2.600 dipendenti cui si aggiungono 1.800 persone svantaggiate e deboli.

 


Il welfare del futuro passa dalla cooperazione sociale

Il Dolomiti, 13 novembre 2017

 
NON compilare questo campo