TERZO SETTORE / Fondazioni
"Welfare che impresa!": presentate oltre 150 idee da giovani imprenditori sociali
I vincitori saranno annunciati a gennaio e riceveranno un premio del valore di 75.000 euro
31 ottobre 2017

Sono state oltre 150 le idee presentate a “Welfare, che Impresa, la call rivolta alle giovani start up sociali chiamate a presentare progetti innovativi dedicati al welfare di comunità capaci di favorire la coesione sociale, lo sviluppo e il fare rete. Il concorso, promosso sulla piattaforma ideaTRE60, da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Golinelli, Fondazione Snam e UBI Banca con il contributo scientifico di AICCON e Politecnico di Milano - Tiresia ha visto un’ampia partecipazione. I team che si sono candidati hanno un’età media di 33 anni e sono composti per il 54% da uomini e il 46% da donne.

Delle 155 idee presentate, 62 hanno superato la prima fase di selezione; il 30% di queste sono imprese sociali, il 23% startup innovative a vocazione sociale e il 47% associazioni.

Sono 14 le idee che, scelte dalla giuria, entrano a pieno titolo nella fase finale del concorso. In particolare, 5 di queste riguardano progetti di servizi alla persona e welfare comunitario, 3 di valorizzazione del patrimonio culturale e conservazione del paesaggio, 3 di agricoltura sociale e 3 di welfare culturale inclusivo. Tra le idee finaliste 10 progetti provengono dalle regioni del Nord e Centro e 4 da Sud e isole.

A partire da oggi, fino alla proclamazione dei vincitori, i 14 finalisti avranno l’opportunità di partecipare ad un percorso di formazione che prevede, come primo appuntamento, due giornate di Workshop, il prossimo 14 e 15 novembre, presso la sede di Fondazione Snam a San Donato Milanese. L’obiettivo di queste giornate sarà quello di fornire competenze utili nell’ambito dell’imprenditorialità sociale ma anche garantire a ciascun gruppo di finalisti, la possibilità di mettere a punto la propria proposta progettuale, attraverso lezioni mirate con focus specifici volti a migliorare il business plan e impostare il pitch di presentazione della propria idea.

A seguire, le 14 organizzazioni finaliste, beneficeranno di una ulteriore sessione di formazione: saranno infatti supportate attraverso un’attività di mentorship, grazie ad un affiancamento finalizzato alla preparazione del pitch per la selezione dei vincitori.

Nel mese di gennaio saranno annunciati i 4 progetti vincitori.

Il Concorso, mette in palio un monte premi complessivo fino a 300.000 euro prevedendo per ciascun progetto un premio del valore di 75.000 euro così composto:

- Contributo in denaro di 20.000 euro messo a disposizione da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Golinelli, Fondazione Bracco e Fondazione Snam;

- Finanziamento fino a 50.000 euro, a tasso 0%, della linea UBI Comunità per soggetti non profit, insieme a un conto non profit online gratuito, messo a disposizione da UBI Banca;

- Percorso di incubazione o accelerazione della durata di 4 mesi, del valore di 5.000 euro, a cura di PoliHub (Milano), Social Fare (Torino) e Campania NewSteel (Napoli).

 

 


La seconda edizione di "Welfare, che Impresa!" punta sul welfare di comunità

Proclamate le startup vincitrici di "Welfare che Impresa!"

Ci serve una nuova educazione all'imprenditorialità
 
NON compilare questo campo