TERZO SETTORE / Fondazioni
Economia Circolare: il bando per startup innovative
Promuovere l'economia circolare, incoraggiare l’imprenditorialità tra i giovani e diffondere i valori dell’economia positiva
27 aprile 2016

Promuovere la transizione verso un’economia circolare attraverso iniziative innovative, incoraggiare l’imprenditorialità tra i giovani e diffondere i valori dell’economia positiva. Sono questi gli obiettivi con cui Fondazione Bracco, in collaborazione con Positive Economy Forum San Patrignano, l’incubatore Speed MI Up e il fondo di investimento Oltre Venture, lancia la prima edizione del bando per startup innovative impegnate nell’economia circolare.



Il bando

Il Bando Startup Economia Circolare viene istituito allo scopo di:

  • promuovere la transizione verso un'economia circolare a sostegno di una crescita sostenibile attraverso iniziative imprenditoriali innovative che impattino su importanti fasi del ciclo economico-produttivo quali l’approvvigionamento, il design, la produzione, la distribuzione, il consumo e il riciclo di scarti;
  • favorire l’imprenditorialità tra i giovani;
  • diffondere i valori dell’economia positiva tramite la promozione e realizzazione di nuove catene di valore nelle quali le risorse restano all’interno del sistema economico anche alla fine del ciclo di vita del prodotto per essere riutilizzate a fini produttivi e creare così nuovo valore.

Il bando offrirà ai 3 vincitori:

  • un finanziamento a fondo perduto per ciascuna startup di 5.000 euro al lordo delle ritenute fiscali di legge, sostenuto da Fondazione Bracco per le spese di costituzione della società;
  • un anno di incubazione per ciascuna startup presso Speed MI Up, l’incubatore dell’Università Bocconi e di Camera di Commercio di Milano comprensivo dei servizi di formazione, tutoring offerti dalla Faculty Bocconi e consulenza offerti dalla struttura e descritti qui. Le spese relative all’incubazione sono a carico di Fondazione Bracco. L’incubazione è subordinata all’accettazione da parte dei vincitori del regolamento e delle norme che Speed MI Up impone alle startup incubate presso le proprie strutture.

Possono partecipare al bando, aperto fino al 15 settembre 2016, aspiranti imprenditori in possesso di un diploma di laurea che, indipendentemente dalla provenienza territoriale, costituiscano entro tre mesi dall’ingresso in Speed MI Up una società di capitali operante in qualsiasi settore di attività, ma legata al tema dell’economia circolare, con sede legale e/o operativa in Italia oppure startup già costituite da meno di 20 mesi dalla data di pubblicazione del bando. L’età media del team di ciascuna startup non dovrà essere superiore a 39 anni.

Le candidature, al fine di individuare le tre startup più meritevoli, saranno valutate da un Comitato Scientifico composto da Jacques Attali, Presidente Planet Finance Group Movement for a Positive Economy, Letizia Moratti, Co-fondatore Fondazione San Patrignano, Diana Bracco, Presidente Fondazione Bracco, Luciano Balbo, Presidente Oltre Venture, Roberto Calugi, membro del Board SpeedMiUp, Guido Feller, Presidente Associazione Alumni Accenture, Marco Frey, Professore Scuola Superiore Sant’Anna e Presidente Fondazione Global Compact Italia e Stefano Pogutz, Professore Università Bocconi Milano.

Il Bando Startup Economia Circolare si inserisce nell’ambito del progettoDiventerò, un'iniziativa pluriennale di Fondazione Bracco per accompagnare i giovani di talento nel loro iter formativo e professionale, promuovendo percorsi innovativi di consolidamento del legame tra il mondo accademico e quello del lavoro, coniugando esperienza pratica e formazione teorica.

 

L’economia positiva

Il Movimento per l’Economia Positiva nasce dal desiderio di trasformare l’attuale crisi in opportunità, modificando l’economia e rimettendo in discussione i modelli di governance, produzione e consumo. Un’economia positiva è un’economia che riorienta il capitalismo verso delle sfide a lungo termine, ripensando i processi, i prodotti e i business model aziendali. Secondo la definizione che ne dà la Ellen MacArthur Foundation, l’Economia Circolare «è un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera». L’Economia Circolare è pertanto un sistema in cui tutte le attività, a partire dall’estrazione e dalla produzione, sono organizzate in modo che gli scarti di qualcuno diventino risorse per qualcun’altro.

 

Riferimenti

Bando Start up Economia Circolare

 


I primi passi verso la sperimentazione della «via italiana al sistema duale»

Selfiemployment: qualcosa di più di una semplice toppa?

Coop4job, un altro tassello nel mosaico di Garanzia giovani

Tutela ambientale, garanzia giovani e terzo settore: ecco Green Jobs

Fondazione Bracco diventa partner di Percorsi di secondo welfare

L'impatto sociale è più forte se pubblico, privato e terzo settore si mettono insieme
 
NON compilare questo campo