TERZO SETTORE / Fondazioni
Dalle Fondazioni 49 milioni in quattro anni per le startup
Il Sole 24 Ore, 19 luglio 2016
19 luglio 2016

Le startup giocano un ruolo primario nell’attività delle fondazioni di impresa per i giovani. Il dato emerge dall’ultima indagine realizzata dall’Istituto per la Ricerca Sociale e promossa da Fondazione Bracco in collaborazione con alcune delle principali fondazioni di impresa attive in Italia.

Secondo l’analisi condotta su un campione di oltre un terzo delle fondazioni attive nel nostro paese, tra il 2011 e il 2014 sono state 334 le iniziative rivolte ai giovani, per un importo totale di quasi 49 milioni di euro.

La maggior parte dei progetti censiti riguarda il sostegno all’incubazione d’impresa, start-up e concorsi di idee, attraverso di forme di sostegno economico e consulenziale o la messa a disposizione di risorse e spazi per la realizzazione di idee progettuali e d’impresa. Gli interventi riguardano soprattutto l’ambito tecnico, scientifico e artistico, e le risorse erogate vanno da un minimo di 3 mila euro, in premi, a contributi di circa 100 mila euro per la realizzazione di veri e propri progetti imprenditoriali, sino a importi che arrivano al milione di euro per la creazione di spazi e strumenti più complessi.

«La sfida da vincere per tutti è quella di ripensare il nostro sistema di welfare sperimentando nuovi servizi e rinnovando quelli esistenti, basandosi principalmente su tre elementi: la promozione di percorsi di innovazione, la costruzione di reti sociali e l’attenzione all’impatto prodotto per la comunità» spiega Diana Bracco, presidente di Fondazione Bracco.

 

Dalle Fondazioni 49 milioni in quattro anni per le startup, Elena Delfino, Il Sole 24 Ore, 19 luglio 2016
 

 


Dal progetto Diventerò cinque borse di studio per giovani donne rifugiate

Startup sociali al servizio della comunità: parte il concorso “Welfare che impresa!”

Cariplo Factory: a Milano nasce il grande polo dell’open innovation
 
NON compilare questo campo