TERZO SETTORE / Fondazioni
Work in Class: soluzioni innovative per la scuola
La Compagnia di San Paolo mette a disposizione 100 mila euro per idee innovative in campo alternanza scuola/lavoro e uso alternativo delle strutture
14 giugno 2017

La Compagnia di San Paolo ha deciso di lanciare il Challenge award Work-in-Class – una particolare forma di premio destinato alle proposte più brillanti – mettendo a disposizione due premi fino a 50 mila Euro ciascuno per soluzioni innovative in campo alternanza scuola/lavoro e uso alternativo delle strutture scolastiche, realizzate da start up sociali.
 

Lo scopo del bando

La Compagnia di San Paolo intende stimolare proposte innovative relativamente a:

  1. Soluzioni di alternanza scuola/lavoro, o di servizi per la messa in essere di modelli di alternanza scuola/lavoro;
  2. Soluzioni di utilizzo alternativo delle strutture scolastiche al di fuori degli orari di lezione.

L'obiettivo della Compagnia è quello di uscire dalle logiche di progetto “nasce e muore” e di muoversi verso la creazione di organizzazioni - come le imprese sociali - che costruiscano in modo integrato e continuativo un luogo di generazione di opportunità e/o di incontro tra domanda e offerta, calibrato sulle aspettative degli studenti e sui fabbisogni delle imprese e dei singoli giovani, al massimo grado possibile.


Le possibilità offerte dalla Legge 107/2015 “La Buona Scuola”

Il bando si inserisce nel quadro indicato dalla legge 13 luglio 2015, n.107 recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, più nota come la “Buona Scuola”. Tale legge sistematizza l’alternanza scuola/lavoro nel secondo ciclo di istruzione, prevedendo percorsi obbligatori di alternanza nel secondo biennio e nell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado (commi dal 33 al 43 dell’art. 1) e, per quanto riguarda l’uso alternativo delle strutture scolastiche, tratta la costituzione di Laboratori territoriali per l’occupabilità (comma 60 dell’art. 1). Tali laboratori possono essere creati dalle istituzioni scolastiche in partenariato con altri enti, pubblici e locali, camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, università, associazioni, fondazioni, enti di formazione professionale, istituti tecnici superiori e imprese private. Lo scopo è quello di sviluppare una didattica laboratoriale in cui sviluppare servizi propedeutici al collocamento al lavoro o alla riqualificazione di giovani non occupati e aprire la scuola al territorio e alle famiglie, con possibilità di utilizzo dei suoi spazi anche al di fuori dell'orario scolastico.


A chi si rivolge il challenge award Work-in-Class?

Il bando si rivolge a gruppi informali di operatori, ad associazioni, cooperative sociali e imprese sociali. Il premio, secondo legge e regolamento della Compagnia, può essere erogato soltanto a enti senza fine di lucro, imprese sociali e cooperative sociali. Le persone fisiche non possono essere destinatarie del contributo

Il budget massimo che può essere stanziato per ciascuno dei due ambiti è pari a 50.000 euro. Tale cifra potrà essere investita a scelta del vincitore esemplificativamente nella patrimonializzazione della start-up, nell’acquisto di servizi di tutoraggio, consulenza, sperimentazione, accelerazione e ricerca di investitori, o in altre voci di spesa necessarie al decollo dell’attività.


Criteri e modalità di valutazione

La valutazione sarà a cura di una giuria di esperti che valuteranno i progetti in base a criteri di qualità dell’idea e della realizzabilità, sostenibilità e replicabilità del business model. I modelli di business proposti devono prevedere il raggiungimento, nei primi 3 anni di attività, di meccanismi di sostenibilità economico-finanziaria secondo fonti private o pubbliche.

L’avvio del progetto dovrà avere luogo sul territorio della Città Metropolitana di Torino, con il coinvolgimento di uno o più istituti scolastici secondari di secondo grado, con particolare attenzione agli istituti rispetto ai quali le esperienze odierne paiono ancora carenti, come i licei.

 

Tempistica e contatti

I documenti per la partecipazione al bando dovranno essere indirizzati all’indirizzo filantropiaterritorio@compagniadisanpaolo.it entro e non oltre le h. 12 del 31 luglio 2017. La prima selezione sarà effettuata entro il 15 ottobre 2017.

Il completamento della selezione e la proclamazione dei vincitori (qualora la selezione abbia identificato progetti meritevoli), avverrà indicativamente entro il 31 dicembre 2017.

Ogni richiesta di approfondimento o chiarimento del bando può essere rivolto in forma scritta al medesimo indirizzo email: filantropiaterritorio@compagniadisanpaolo.it


Riferimenti

Bando Work-in-Class  

 


Alternanza scuola-lavoro nel terzo settore: il bando VOLver di Fondazione MPS

La Buona Scuola: cosa prevedono i decreti attuativi?

EuGenio: una rete di imprese per l'alternanza scuola-lavoro

Diventare “duali”? Struttura e riforma della formazione professionale in Italia

Dal MIUR 50 milioni per sostenere una (nuova) educazione all'imprenditorialità

La scuola come bene comune: il ruolo delle partnership PPNP
 
NON compilare questo campo