TERZO SETTORE /
Edilizia scolastica, parte il bando #LaNostraScuola
Promosso da Fondazione Mission Bambini e Fondazione con il Sud, punta a migliorare il decoro delle scuole, intese come luoghi di cittadinanza attiva
05 novembre 2015

Una scuola ripulita e aperta a tutti. La immaginano così i promotori del bando #LaNostraScuola, lanciato il 26 ottobre scorso dalla Fondazione Mission Bambini in collaborazione con Fondazione con il Sud.

Il tema del basso livello di manutenzione degli edifici scolastici è noto da tempo. Il Governo l’ha riconosciuto, avviando un "Piano di Edilizia Scolastica" (iniziative #scuolebelle e #scuolesicure) che prevede interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria in tutta la penisola. Il testo del disegno di legge di stabilità 2016 contempla inoltre l’esclusione dal saldo di riferimento per il pareggio di bilancio di alcune spese sostenute dagli Enti locali per interventi di edilizia scolastica effettuati utilizzando l’avanzo di amministrazione o attraverso mutui.

Ora si aggiunge il bando #LaNostraScuola che, però, presenta alcuni tratti distintivi, che scongiurano il rischio di sovrapposizioni degli interventi e spreco delle risorse. Oltre ad escludere esplicitamente dai possibili finanziamenti edifici che siano o siano stati interessati da interventi finanziati attraverso il piano di edilizia scolastica del Governo, il bando – che si rivolge alle scuole del Meridione, dove la situazione è particolarmente critica, e prevede uno stanziamento complessivo massimo di 300.000 euro – punta non solo a migliorare il decoro delle scuole in quanto luoghi fisici, ma a favorire la partecipazione di famiglie, volontari e cittadini al processo di riappropriazione e cura degli istituti come luoghi di cittadinanza attiva: "Con questa iniziativa – ha dichiarato Goffredo Modena, Presidente di Fondazione Mission Bambini – non vogliamo risolvere tutti i problemi relativi allo stato degli edifici scolastici, che destano spesso preoccupazione, a volte addirittura indignazione. Vogliamo però dimostrare che dando ai genitori l’opportunità di intervenire concretamente e in prima persona, si possono raggiungere risultati significativi: rendere più puliti, decorosi e accoglienti gli ambienti scolastici, ma anche ridare fiducia alle famiglie e vincere la rassegnazione, alimentando speranza e senso civico".

I requisiti di ammissibilità previsti da #LaNostraScuola richiedono che i progetti siano presentati da organizzazioni non profit (con sede legale in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia), in partenariato con uno o più istituti scolastici pubblici. I progetti candidati possono prevedere la realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria (come la tinteggiatura di pareti interne, il rifacimento di piccole parti di intonaco, la sostituzione di componenti idraulici, la riparazione di arredi per aule, la riparazione e sostituzione di serramenti interni, la sostituzione di lampadine e di apparecchi di illuminazione, la realizzazione di piccole opere di giardinaggio), mentre sono espressamente esclusi dall’iniziativa interventi di manutenzione straordinaria. È inoltre richiesto un ruolo attivo di volontari del territorio, dei genitori degli studenti ed eventualmente dei ragazzi maggiorenni. I progetti dovranno infine prevedere la realizzazione di attività e iniziative rivolte sia agli studenti, sia ai genitori e ai cittadini del territorio, al fine di valorizzare gli spazi interni ed esterni delle scuole come luoghi di cittadinanza attiva e generare interesse e partecipazione da parte della comunità: a titolo esemplificativo nel bando vengono citati eventi quali feste di quartiere aperte alla cittadinanza; laboratori creativi o altre attività svolte in orario non didattico che coinvolgano bambini, adulti, anziani; orti comuni gestiti dagli studenti in collaborazione con volontari del territorio; attività sportive.

I progetti candidati potranno richiedere un contributo massimo di 20.000 e dovranno prevedere la conclusione delle attività entro dicembre 2016. Il processo di selezione dei progetti si articolerà in un’analisi di ammissibilità formale, in una valutazione comparativa delle richieste, poi sottoposte ai Consigli di Amministrazione di Fondazione Mission Bambini e Fondazione CON IL SUD per l’eventuale approvazione e delibera del contributo.

Le proposte di progetto potranno essere presentate dai soggetti interessati entro e non oltre le ore 12.00 del 21 dicembre 2015. Tutti i dettagli e i documenti per presentare le candidature sono disponibili qui.


Riferimenti

Il Bando #LaNostraScuola - Ripulita e aperta a tutti

L'iniziativa sul sito di Mission Bambini 

L'iniziativa di Fondazione con il Sud

 


Legge di Stabilità 2016: le anticipazioni del Governo in un'ottica di secondo welfare

Contrasto alla povertà educativa: le iniziative delle Fondazioni Bancarie

Strategie di contrasto alla povertà educativa

Mezzogiorno e secondo welfare: un mare di esperienze

Il rilancio del Sud? Passa dalla società prima che dall'economia

Puntare sulla coesione sociale: un approccio diverso per affrontare i problemi del Sud
 
NON compilare questo campo