Aria, acqua, terra e clima la salvezza dei beni comuni in mano alla società civile
Nel corso dell'ultimo quarto di secolo che la questione dei beni comuni è letteralmente esplosa a livello mondiale. I nodi sono giunti al pettine nell'ultimo ventennio, quando si è preso finalmente atto che la questione di beni quali aria, acqua, clima, sementi e fertilità della terra, conoscenza, biodiversità, cultura, fiducia sta ponendo una sfida inedita per il futuro dell'umanità | Paolo Venturi, La Repubblica, 11 ottobre 2017
 
Family Philanthropy: un’analisi dei trend delle fondazioni di famiglia
In occasione del 20simo anniversario del National Center for Family Philanthropy, Fondazione Lang Italia ha esplorato con il Vice President Jason Born gli strumenti utilizzati dalle fondazioni di famiglia in USA per aumentare la propria efficacia, spesso sulla spinta della nuova generazione di filantropi.
 
I soldi e la comunità. Le due città che funzionano insieme
La lotta alla povertà con i 21 mila bambini di Milano che non mangiano a sufficienza, opportunità di lavoro per diecimila giovani, il welfare “di comunità”, l’housing sociale, che non sono le “case popolari”. Le periferie da far rivivere con fondi e cultura. Due ore, un fiume in piena. Giuseppe Guzzetti, 83 anni, testa e anima della Fondazione Cariplo, racconta – al forum del Foglio – quello che si deve fare a Milano per renderla insieme attrattiva e accogliente | Il Foglio, 25 settembre 2017
 
Esce il nuovo inserto de Il Corriere: "Buone Notizie - L'impresa del bene"
Da oggi è in edicola "Buone Notizie - L'impresa del bene", il nuovo inserto settimanale (gratuito) del Corriere della Sera che si propone di raccontare storie, esperienze, attività e prospettive di migliaia di realtà appartenenti al Terzo Settore italiano. La notizia principale di oggi riguarda il progetto Quid, in cui lavorano ex detenute, vittime di tratta, storie difficili
 
Il Corriere della Sera presenta «Buone Notizie», l'inserto pensato per raccontare il bene
Da martedì 19 settembre sarà in edicola "Buone Notizie - L'impresa del bene", il nuovo inserto settimanale (gratuito) del Corriere della Sera che si propone di raccontare storie, esperienze e prospettive migliaia di realtà appartenenti al Terzo Settore italiano. Il settimanale è stato presentato il 12 settembre a Milano, nella Sala Buzzati del Corriere della Sera. | Paolo Foschi, Corriere della Sera, 13 settembre 2017
 
Il dono al centro del welfare di Comunità, l'evento a Milano
Scuole, Comuni, Associazioni, Imprese e cittadini insieme per costruire la mappa dell’Italia che dona, un Paese capace di reagire alle difficoltà mettendo al centro la bellezza del Dono: è il 2° Giro dell’Italia che dona, rassegna nazionale che raccoglie tutte le iniziative realizzate dal 23 settembre all'8 ottobre che hanno come filo conduttore il Dono | Alessandro Barba, Il Corriere Sociale, 9 settembre 2017
 
Quello che avreste voluto sapere sull’impresa sociale (ma non avete mai osato chiedere)
L’impresa sociale è individuata dal dlgs 155/06 e che non rappresenta un soggetto giuridico a sé, ma una nuova qualificazione. Per saperne di più in merito, vi proponiamo l'intervista realizza da "Corriere Sociale" a Gianluigi Bertolli, titolare dello Studio Bertolli & Associati | Gianluca Testa, Corriere Sociale, 17 agosto 2017
 
Il Corriere della Sera lancerà un inserto nazionale per raccontare il Terzo Settore
Dalla seconda metà di settembre il Corriere della Sera ogni martedì sarà in edicola con un inserto settimanale gratuito che racconterà il mondo del Terzo settore nelle sue moltissime sfaccettature. Si chiamerà «Buone Notizie - L’impresa del bene» e il suo obietto sarà raccontare la "faccia positiva della realtà quotidiana" con "un approccio dedicato, serio, non improvvisato".
 
Rossini (Acli): "Vogliamo essere presenti nel secondo welfare e collaborare con le organizzazioni che già vi operano"
"Il lavoro e il welfare sono i pilastri sui quali poggia la nostra azione, seguiamo con molta attenzione la crescita del cosiddetto secondo welfare. Noi vogliamo essere presenti nel secondo welfare e collaborare con il mondo delle organizzazioni che già vi operano. E ci vogliamo essere vivendo questo come un processo democratico". Lo ha detto il Presidente delle Acli Roberto Rossini | Agisir, 7 luglio
 
Il terzo tempo della cooperazione sociale
La riforma del Terzo settore è arrivata a una fase cruciale. Dopo l'approvazione della legge quadro è il tempo dei passaggi parlamentari e delle organizzazioni di rappresentanza che sono alle prese con i decreti attuativi, materia tecnica ma assai rilevante per il destino della prima norma che riguarda la "terza via" tra stato e mercato. Per quanto riguarda l'impresa sociale l'obiettivo è di sbloccare il potenziale, fin qui latente, di quel non profit produttivo e, al tempo stesso, di includere la dimensione dell'impresa for profit nel perimetro del Terzo settore.
 
Fondazione Vodafone lancia OSO "Ogni Sport Oltre". 2 milioni di euro destinati a 40 progetti per disabilità e sport
Fondazione Vodafone lancia OSO - Ogni Sport Oltre, la prima comunità digitale aperta a tutti per avvicinare le persone con disabilità allo sport. OSO è la prima piattaforma digitale che mette in rete tutte le informazioni utili a chi vuole praticare sport in Italia e creare una comunità di utenti fra persone con disabilità, le famiglie, gli istruttori ed i professionisti sportivi e tutti coloro che sono appassionati di sport, veicolando un modello inclusivo di partecipazione, perché lo sport sia davvero un'opportunità per tutti | Ansa.it, 8 giugno 2017
 
L’impresa sociale è fuori di sé
Nella lunga e composita “sequenza genetica” dell’impresa sociale – della cooperazione sociale in particolare – un segmento importante corrisponde alla capacità di incapsulamento. Una propensione di natura protettiva che è legata a necessità di sopravvivenza proprie, ma anche riferite ad altri soggetti, e che si rende visibile a più livelli | Iris Network, 17 maggio 2017
 
Duecento milioni di euro per lo sviluppo dell’impresa sociale
È stato presentato il decreto interministeriale che riguarda la concessione di finanziamenti e agevolazioni in favore di imprese che operano nell’ambito dell’economia sociale. Il decreto precisa le modalità di accesso ai 200 milioni di euro sul Fondo Rotativo (Fri) per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca. | La Stampa, 3 maggio 2017
 
Dalla Fondazione Crc erogazioni per 22 milioni
Il Consiglio generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ha approvato il bilancio 2016. Quest'anno saranno destinati 22 milioni di euro all'attività progettuale ed erogativa che la Fondazione Crc sviluppa sul territorio della provinc...
 
Terzo settore: le tre vere sfide del Non profit
La riforma del Terzo settore varata dal governo nel 2016 si sta definitivamente concretizzando. La domanda, allora, s’impone: dove va il Terzo settore? Quali sono le sfide che questa corposa macchina ha di fronte nel percorso dei prossimi anni? Fra le principali, sembrano emergerne tre | Andrea Di Turi, Avvenire.it, 22 marzo 2017
 
Cercasi manager di comunità
Le richieste per i cosiddetti community manager, host o operatori di comunità vanno aumentando. Eppure anche per un lavoratore sociale con buona esperienza non è proprio una passeggiata aggiornare il curriculum per rispondere a questo nuovo genere di chiamate, che richiedono lo svolgimento di un gran numero di funzioni. Per questo ai community manager servirebbe una scuola: un percorso che aiuti persone diverse a “tirar fuori” quelle competenze soft che spesso vengono esercitate in modo informale e discontinuo. | Flaviano Zandonai, La Nuvola del Lavoro, 18 marzo 2017
 
Appunti per una definizione di "Welfare culturale"
Il termine "welfare culturale" sta acquistando una certa popolarità nel dibattito italiano sulle politiche culturali, che sembra avere sempre bisogno di parole chiave da utilizzare come passepartout comunicativi, ma che non sempre esprime una sufficiente attenzione verso il loro senso e soprattutto i loro presupposti concettuali. Nel caso del welfare culturale, questo pericolo è particolarmente serio. L’accostamento tra welfare e cultura è sicuramente accattivante, ma un uso troppo disinvolto di questa terminologia può facilmente finire per svuotarla di senso, depotenziando così una sfera di azione che al contrario può acquistare grande significato nelle politiche future, culturali e non solo, a livello italiano, europeo e globale.
 
Guzzetti: «Un welfare da ripensare. Al centro i bisogni sociali»
"Dobbiamo riprogettare il sistema del welfare italiano e le parole chiave devono essere: comunità, innovazione, coesione sociale". A dirlo, e non certo da poco, è Giuseppe Guzzetti, da vent’anni Presidente di Fondazione Cariplo. In una bella intervista al Corriere della Sera, Guzzetti ha raccontato come la "sua" Fondazione in oltre 25 anni di attività non si sia limitata a sostenere progetti e erogare risorse (circa 3 miliardi di euro dal 1991) ma sperimentare "strade nuove per rispondere alle domande di aiuto sempre più numerose e diversificate". | Elisabetta Soglio, Corriere della Sera, 12 marzo 2017
 
Se la rivoluzione del welfare parte dal quartiere
Snodi nevralgici per la partecipazione delle persone. È così che si presentano i Punti di Comunità, dodici spazi aperti in quartieri diversi di Brescia, dove le associazioni locali si riuniscono per offrire informazioni ai cittadini. Attivati nell’ambito del progetto “Brescia città del noi”, sostenuto dal bando “Welfare di comunità” di Fondazione Cariplo, i punti di comunità rappresentano una vera rivoluzione nell’accesso ai servizi da parte dei cittadini | Vita, 5 marzo 2017
 
La necessità di tutelare le mutue in Europa
Il mutualismo, che a livello europeo offre servizi sociali e sanitari a 230 milioni di cittadini con 180 miliardi di euro di quote assocative, è una realtà ancora non pienamente riconosciuta a livello normativo. L'onorevole Patrizia Toi...
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8