Vittadini: educazione, libertà e valutazione. Ecco le parole chiave del welfare sussidiario
Nelle scorse settimane ci siamo occupati del volume "La sfida del cambiamento, superare la crisi senza sacrificare nessuno" con cui la Fondazioni per la Sussidiarietà ha definito le caratteristiche, le applicazioni e le prospettive del welfare sussidiario. Mossi dal desiderio di comprendere meglio alcuni aspetti di tale modello abbiamo chiesto a Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la sussidiarietà, di approfondire con noi alcune questioni relative al modello di welfare proposto. Nel corso del dialogo sono state toccate diverse tematiche legate al volume ma anche argomenti di stretta attualità, come le posizioni recentemente assunte dal governo Monti in materia sociale e le prospettive della Big Society di David Cameron
 
Il personal fundraising a sostegno del crowdfunding: quando la raccolta fondi si fa in Rete
Sempre più spesso coloro che compiono donazioni in favore di organizzazioni non profit desiderano essere maggiormente coinvolti nella attività che hanno deciso di sostenere. In questo senso lo sviluppo del crowdfunding e del personal fundraising attraverso la rete, in special modo attraverso gli strumenti del web 2.0, sta iniziando a svolgere un ruolo importante. Ne abbiamo parlato con Valeria Vitalia, Socio fondatore di Retedeldono, una piattaforma online che da circa un anno opera nell'ambito della raccolta fondi.
 
Il welfare 2.0 dell'Ufficio Pio di Torino
L'Ufficio Pio di Torino, ente strumentale della Compagnia di San Paolo, nei mesi scorsi ha concettualizzato un modello di welfare innovativo denominato "welfare 2.0". Incuriositi dalla proposta, presentata all'interno del Rapporto di Missione 2012, abbiamo chiesto ai funzionari dell'Ufficio Pio di spiegarci meglio le caratteristiche di questo modello che si fonda sul concetto di sussidiarietà operativa e pone al centro di ogni attività la persona.
 
A Mortara una RSD per la disabilità
La Regione Lombardia ha istituito le RSD, Residenze Socio-Sanitarie per Disabili, “per accogliere le persone con grave disabilità non più assistibili a domicilio”. L'unità d’offerta svolge la sua attività all’interno di scenari territoriali caratterizzati da livelli di variabilità elevatissimi rispetto a molti dei fattori socio-ambientali e produttivi che entrano in gioco nel processo di costruzione ed erogazione del servizio. Abbiamo posto alcune domande a Marco Bollani, direttore della Cooperativa sociale COME NOI, che si occupa da oltre vent’anni di servizi sociali e socio-sanitari per persone con disabilità e che ha contribuito alla gestione della RSD di Mortara.
 
Fondazione della Comunità del Novarese: una best practice della filantropia comunitaria
La Fondazione della Comunità del Novarese dal 2000 rappresenta un importante punto di riferimento per Novara e la sua provincia. Data la longevità di questa esperienza abbiamo chiesto a Gianluca Vacchini, direttore operativo della Fondazione, e Andrea Cognata, stagista presso la stessa, di raccontarci come operi la Fondazione di Comunità del Novarese, e quali siano le innovazioni che sono state introdotte per migliorare l’efficacia delle sue attività.
 
Conciliazione e buone prassi: il caso della cooperativa sociale FAI
Proponiamo l’intervista a Elisa Giuseppin e Arianna Pasquali della cooperativa sociale FAI di Pordenone, che ha avviato il progetto Family Friendly “Fai la cosa giusta!”, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dal Fondo Sociale Europeo, finalizzato a sostenere i lavoratori nelle loro esperienze di conciliazione tra lavoro e vita privata.
 
Pier Mario Vello ci racconta il Progetto Fondazioni di Comunità
Dopo l’intervista a Bernardino Casadei, con cui abbiamo introdotto il tema delle Fondazioni di comunità, proponiamo il dialogo avuto con Pier Mario Vello, Segretario Generale di Fondazione Cariplo, che ci ha raccontato di sviluppi, obiettivi e risultati del progetto di Cariplo che ha introdotto anche in Italia le Fondazioni di comunità con l’intento di favorire la crescita della filantropia, la promozione della cultura del dono e lo sviluppo della società civile anche nel nostro Paese.
 
Le Fondazioni di Comunità in Italia: uno sguardo d'insieme
In un’ottica di secondo welfare appare quanto mai necessario comprendere quali approcci e quali soggetti, specialmente a livello locale, possano contribuire allo sviluppo di pratiche innovative per lo sviluppo della società civile e del nostro sistema di welfare. Non si può pertanto evitare di prendere in considerazione alcuni soggetti che, una quindicina d’anni fa, hanno iniziato ad affermarsi in Italia contribuendo in maniera positiva allo sviluppo di diverse aree del Paese: le fondazioni di comunità
 
Welfare a Milano: intervista all'assessore
Abbiamo intervistato Cristina Tajani, assessore al Lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca del Comune di Milano, a proposito di welfare locale, nuove idee e Fondazione Welfare Ambrosiano.
 
Fondazione Welfare Ambrosiano: la parola al direttore Romano Guerinoni
Romano Guerinoni, direttore generale della Fondazione Welfare Ambrosiano, ci spiega come è nato e come funziona il progetto "Microcredito Milano".
 

 
Pagina 1 2 3