RAPPORTI / Terzo Rapporto 2W
Il ruolo delle Fondazioni di comunità per l'infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno
Nono Capitolo del Terzo Rapporto sul secondo welfare
21 novembre 2017

Le Fondazioni di comunità sono istituzioni filantropiche che si pongono l’obiettivo di sostenere e sviluppare la qualità della vita delle comunità che vivono in un determinato territorio. Si tratta di enti che, attraverso strumenti e attività che incentivano la possibilità e l’opportunità di donare, mirano alla "democratizzazione della filantropia", ovvero al coinvolgimento degli attori del territorio che potrebbero e vorrebbero donare ma che, per ragioni differenti, non si trovano nelle condizioni ideali per farlo. In questo senso l’obiettivo delle Fondazioni di comunità è fungere da "catalizzatori" e "facilitatori" per tutti quei soggetti che vorrebbero contribuire al benessere del proprio territorio e della sua società creando un patrimonio, frutto di multiple donazioni provenienti "dal basso", che sia utilizzato per favorire lo sviluppo locale. La natura particolare di queste realtà le configura come protagoniste del nuovo welfare e, per tale ragione, il Laboratorio Percorsi di secondo welfare ne ha trattato sia nel Primo che nel Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia, approfondendo rispettivamente il loro sviluppo nel contesto italiano e il rapporto con il mondo delle imprese. Con l’intenzione di continuare questo percorso di conoscenza è stato deciso di orientare lo sguardo verso il Mezzogiorno per capire quale ruolo abbiano assunto le Fondazioni di comunità nelle aree del Paese che più hanno sofferto gli effetti della crisi economica e sociale. Il capitolo, in particolare, analizza l’esperienza delle Fondazioni comunitarie nate grazie al sostegno di Fondazione CON IL SUD, che le considera parte integrante della propria strategia volta a favorire l’infrastrutturazione sociale nelle regioni meridionali.


The role of Community Foundations for the Southern Italy's Social Infrastructuring

Community Foundations are philanthropic institutions that aim to support and improve the quality of life of the community living in a specific area. Community Foundations provide tools and activities in order to encourage the choice of donating through the involvement of the actors who might want to give support to their community, with the final purpose of fostering the "democratization of philanthropy". With this respect, the goal of Community Foundations is to be "catalysts" and "facilitators" for all citizens, groups and stakeholders who would like to contribute to the well-being of their territory and society by creating economic assets - obtained through the gathering of multiple donations – to be used to increase local development. Community Foundations are key players in the new welfare and, for this reason, they have been one of the main objects of research for Percorsi di secondo welfare. A chapter in the First Report on Second Welfare in Italy was dedicated to the birth and the development of Italian Community Foundations, while another one, in the Second Report on Second Welfare in Italy, analyzed the relationship between Community Foundations and the business world. With the specific intention of moving forward in the study, the present chapter is dedicated to Community Foundations operating in the South of Italy. The purpose is to understand the role Community Foundations played in these areas of the country, which are the ones that suffered the most the effects of the economic and social crisis. In particular, the chapter analyzes the experience of the Community Foundations linked to Fondazione CON IL SUD, an important foundation that operates exclusively in the southern regions of Italy and carries out the belief that Community Foundations are a fundamental part of its strategy to improve the social infrastructuring of the South of the Country.