PRIVATI / Finanza Sociale
Oltre Venture e SocialFare insieme per accelerare start up a impatto sociale
Presentata a Torino la partnership tra le due realtà, che inizieranno a collaborare con la call FOUNDAMENTA #2
28 giugno 2016

Il 28 giugno nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Torino, Oltre Venture, fondo italiano di social venture, ha annunciato il suo ingresso nella compagine sociale di SocialFare, Centro per l’Innovazione Sociale italiano. Le due realtà hanno siglato un accordo che consentirà di mettere a fattor comune l'esperienza di SocialFare nello sviluppo, accompagnamento e accelerazione di business idea e start-up a impatto sociale e quella di Oltre Venture nel campo della finanza sociale.

Nel concreto SocialFare gestirà, in collaborazione con Oltre Venture e i main partner della rete Rinascimenti Sociali, il processo di selezione di start-up e business idea adatte a partecipare ad un programma di accelerazione ad alta intensità alla fine del quale le "start-up accelerate" saranno presentate ad un network di investitori, tra i quali la stessa Oltre Venture. La selezione avverrà nell'ambito FOUNDAMENTA #2, la seconda edizione della call italiana per business idea e start-up a impatto sociale (la prima edizione del programma 2015-2016 ha accelerato 16 business idea/start-up e che ha visto la partecipazione di oltre 180 candidati per un totale di 67 proposte). L’obiettivo della call è di selezionare start-up e business idea con soluzioni di eccellenza, innovative e scalabili, che rispondano alle importanti sfide sociali contemporanee nelle seguenti aree di interesse:

  • Salute e benessere
  • Innovazione didattico formativa
  • Welfare
  • Cultura
  • Agricoltura e cibo.

Le start-up selezionate avranno accesso a un programma di accelerazione della durata di 4 mesi gestito da SocialFare (del valore complessivo stimato di 40 mila euro/start-up) partecipato da partner nazionali ed internazionali, mentor e advisor di assoluta eccellenza. Oltre Venture metterà a disposizione 400 mila euro come start-up investment da allocare - a sua totale discrezionalità - nelle migliori start up partecipanti ai programmi di accelerazione di SocialFare. Il bando rimarrà aperto fino al 7 agosto 2016.

Lorenzo Allevi, AD di Oltre Venture, ha spiegato che “un nuovo modo di fare impresa, con una forte attenzione all’impatto sociale, si sta sviluppando sempre più anche in Italia. Puntare su luoghi in cui professionisti del settore aiutino l’imprenditore a fare i primi passi nella concretizzazione delle proprie idee è fondamentale sia per gli imprenditori stessi sia per gli investitori istituzionali". "Per questo motivo" ha concluso Allevi "siamo molto felici di aver investito in SocialFare e siamo altresì contenti di sviluppare questa iniziativa nella città di Torino, che ha molti elementi positivi in grado di contribuire al successo del progetto”.

Grande soddisfazione anche da parte di Laura Orestano, AD di SocialFare: poter contare su un fondo come Oltre Venture, precursore in Italia di un nuovo approccio all'uso degli strumenti finanziari "è per noi motivo di grande orgoglio, e rappresenta un consolidamento del modello di convergenza sociale e finanziaria per costruire quelle nuove imprese delle quali l’Italia ha tanto bisogno per creare innovazione sociale e sostenibilità economico-finanziaria. In questi mesi abbiamo lanciato un programma unico in Italia e particolarmente ambizioso, nel quale le start-up di eccellenza accelerate diventeranno aziende scalabili e replicabili, grazie a proposte innovative rispetto ai cittadini e alle sfide contemporanee che noi tutti affrontiamo".

 


Obiettivi sociali o ritorno economico: delle due, entrambe. La razionale realtà dell’impact investing

La resilienza del privato sociale italiano: un contributo all'identità del nuovo welfare

Impresa sociale: “Vera sfida è qualità dei servizi. Ecco perché filantropia non basta”

Venture capital sociale in Italia: l'esperienza di Oltre Venture

Fare per capire: UBI Banca propone il suo Project Finance a Impatto Sociale

Impact Investing: indice commentato ai nostri approfondimenti
 
NON compilare questo campo