PRIVATI / Finanza Sociale
Il primo social bond di Deutsche Bank: sosterrà il Banco Alimentare
Dopo UBI Banca e Banca Prossima anche il gruppo tedesco si cimenterà con questi strumenti di finanza sociale
02 luglio 2014

Nei mesi scorsi vi abbiamo raccontato della crescente diffusione dei cosiddetti social bond, titoli obbligazionari che oltre a garantire un ritorno sugli investimenti effettuati offrono ai sottoscrittori la possibilità di sostenere iniziative dal grande valore sociale. La prima a lanciare questi titoli solidali è stata UBI Banca, che dall’aprile 2012 ha collocato ben 50 Social Bond UBI Comunità per un valore di 522 milioni di euro, che hanno permesso di donare a titolo di liberalità 2,6 milioni di euro. Poi è venuta Banca Prossima, che nell'ottobre scorso ha collocato all’incirca 40 milioni di euro con la propria Serie Speciale, che ha permesso di attivare linee di credito a tasso agevolato destinate alle organizzazioni non profit per un valore di circa 5 milioni di euro. 

A entrare nell’arena dei social bond adesso anche Deutsche Bank, che ha presentato il suo primo titolo obbligazionario solidale “made in italy”. Tra il 2 e il 28 luglio il gruppo tedesco collocherà un’obbligazione solidale, dell’ammontare complessivo di 20 milioni di euro, che andrà a sostenere le attività della Fondazione Banco Alimentare Onlus, realtà che da 25 anni combatte la povertà alimentare in Italia raccogliendo e distribuendo le eccedenze alimentari agli indigenti. Un importo, pari allo 0,50% del valore nominale delle obbligazioni collocate sarà devoluto al Banco Alimentare per supportarne lo sviluppo sul territorio nazionale: entro 90 giorni dalla data di emissione Deutsche Bank verserà un importo a titolo di liberalità alla Fondazione Deutsche Bank Italia, la quale provvederà quindi a devolverlo alla Fondazione Banco Alimentare Onlus. L’importo complessivamente devoluto potrà arrivare fino a 100 mila euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto di offerta.

Flavio Valeri, Chief Country Officer Italia per Deutsche Bank, ha sottolineato la propria soddisfazione per questo strumento che permette di conciliare l’attività tipica del business creditizio con la vocazione della banca di agire come partner del territorio in cui opera per contribuire attivamente al suo sviluppo. Molto soddisfatto anche Andrea Giussani, Presidente della Fondazione Banco Alimentare che ha sottolineato come l’iniziativa di Deutsche Bank rappresenta una scelta importante in questa situazione di emergenza alimentare. “Il sostegno di un partner come Deutsche Bank ci permetterà di affrontare con grande determinazione il difficile momento presente, incrementando ancor di più il quotidiano recupero di alimenti e la loro redistribuzione nelle aree maggiormente in difficoltà del nostro Paese. Il sostegno elargito verrà da noi totalmente impiegato nella gestione dei magazzini, dei trasporti di cibo sul territorio, nonché nell'organizzazione di importanti eventi come la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare”.


Potrebbe interessarti anche: 

Risultati e prospettive dei social bond di Ubi Banca

Le banche e l’investimento sociale

Allarme Italia: è emergenza alimentare

Se le aziende contrastano la povertà alimentare

 

 
NON compilare questo campo