PRIVATI /
EyeOnBuy: la responsabilità sociale si premia con un click
Next "Nuova Economia per Tutti" presenta il "Tripadvisor della sostenibilità" che ha l'ambizione di cambiare i comportamenti di consumatori e aziende
30 ottobre 2017

Da qualche giorno è on-line EyeOnBuy, sito di presentazione di un progetto che mira a valorizzare la sostenibilità ambientale e sociale delle aziende virtuose attraverso il coinvolgimento dei cittadini nella loro veste di consumatori. Nato nel contesto di NeXt – Nuova Economia per Tutti, una rete di organizzazioni che provengono dal mondo del Terzo Settore, delle imprese, dei sindacati, delle università e dalle organizzazioni dei consumatori, EyeOnBuy punta a costruire un modello economico sostenibile e partecipato, in cui il dialogo tra le imprese e i consumatori diventi centrale per la costruzione di un processo di sviluppo comune e in grado di generare benefici per tutta la società.


Gli obiettivi del progetto

EyeOnBuy parte dal presupposto che in un momento storico che vede come centrali le modalità di fruizione e d’acquisto dei beni di consumo, per la pluralità delle valenze e dei significati a esse associati, diventa indispensabile considerare il consumatore non soltanto in qualità di attore economico, ma anche di attore sociale e politico in grado di generare o modificare determinati processi attraverso le scelte d’acquisto. Nel tempo è infatti diventato sempre più importante il peso attribuito alla sostenibilità sociale e ambientale delle aziende dai consumatori, nel momento in cui l’acquisto diventa portatore di valori e istanze precise. Questo trend ha determinato l’ingresso sempre più frequente nel discorso economico del tema della Corporate Social Responsibility e più in generale delle azioni di responsabilità sociale esercitate dalle aziende, a fronte di un’informazione sempre più diffusa e di una maggiore consapevolezza dei consumatori rispetto alla filiera di produzione e distribuzione - e quindi di una maggiore richiesta di trasparenza e sostenibilità.

Tuttavia, se è vero che il consumatore può individualmente premiare il marchio che ritiene più vicino alle pratiche sostenibili di tutela tanto del lavoro quanto dell’ambiente, è anche vero che mettere in rete le scelte dei singoli significa aumentarne il peso, diffondendo l’idea comune che la sostenibilità premia l’ambiente, i cittadini e le aziende. Per questo motivo il progetto EyeOnBuy si presenta come una nuova opportunità di sviluppo per un’economia non più esclusivamente basata sull’intreccio tra profitti, investimenti e innovazione da una parte, e sul benessere del consumatore individuato secondo logiche sempre più mirate dall’altra, ma un’economia nuova, che riesca a restituire valore al lavoro (e alla dignità del lavoro) e all’ambiente partendo proprio dall’azione integrata tra consumatori e aziende.

In questo senso gli obiettivi che il progetto si pone sono principalmente due: costruire uno strumento che possa diffondere la consapevolezza che, attraverso le scelte d’acquisto, si possa contribuire a cambiare l’attuale modello economico per migliorare la vita delle persone; sviluppare una piattaforma orizzontale in cui le aziende e i cittadini hanno lo stesso peso, il cui sviluppo e la cui crescita non sono legati al profitto di un unico soggetto o di un unico imprenditore, ma vanno a beneficio di un modo complessivo di vedere la realtà economica e di percepire le proprie azioni quotidiane.


Come funziona

EyeOnBuy vuole essere una piattaforma partecipata, in cui l’azione e le scelte dei cittadini/consumatori possono fungere da feedback per le aziende ma anche da guida, fornendo indicazioni e suggerimenti sul miglioramento delle strategie in senso responsabile. Il progetto, quindi, si rivolge e coinvolge sia i cittadini che le aziende: i cittadini possono verificare e valutare le aziende in base ai loro comportamenti, sulla base dei commenti e delle esperienze degli utenti possono orientarsi nella scelta dei propri acquisti, e possono trovare nella piattaforma un canale per i reclami; le aziende possono trovare informazioni utili su quello che pensano i consumatori e su come migliorare le proprie strategie, e possono essere premiate sulla base delle azioni sostenibili sul piano sociale e ambientale, aumentando così la loro reputazione.

In che modo? Attraverso un algoritmo che considera le segnalazioni degli utenti, l’autovalutazione delle aziende e la velocità e la qualità di gestione dei reclami. Costruendo un indice di responsabilità, l’algoritmo alla base di EyeOnBuy fornirà agli utenti le informazioni in grado di aiutare la scelta d’acquisto.

Per accedere alle funzionalità della piattaforma, gli utenti, cittadini e aziende, dovranno procedere con una registrazione e, se possibile, una donazione – anche molto esigua – in modo da assicurare l’indipendenza del portale rispetto alle aziende o ai soggetti che possono investire ingenti somme di denaro (sebbene non sia comunque esclusa la possibilità di sostenere il progetto anche con cifre più alte). Tuttavia, un tema molto importante per l’efficacia della piattaforma è quella del coinvolgimento di un alto numero di utenti, in grado di costituire la base di un processo di cambiamento che, proprio attraverso l’uso dell’informazione legata alle tecnologie, possa incidere sulla consapevolezza di consumatori e imprese, nonché sulla diffusione di un’economia più etica, sostenibile e responsabile. Questi obiettivi costituiscono il nucleo centrale dell’azione di NeXt – Nuova Economia per Tutti, la rete entro cui nasce e si sviluppa l’idea di EyeOnBuy.


Cos’è NeXt – Nuova Economia per Tutti

NeXt – Nuova Economia per Tutti, è una rete composta di molteplici parti della società civile e coinvolge aziende, università, associazioni, sindacati e organizzazioni dei consumatori che, come abbiamo visto per il progetto EyeOnBuy, si identificano come attori particolarmente importanti da considerare nel momento in cui la scelta d’acquisto non è più priva di sfumature valoriali, identitarie e politiche. L’idea che il consumo possa aiutare a cambiare la prospettiva con cui si muove la società trova in NeXt una conferma importante, perché obiettivo di questa rete è quella di promuovere la consapevolezza e la collaborazione tra i consumatori e i risparmiatori responsabili, la cui azione all’interno della società è tanto rilevante da permettere la definizione, che troviamo nel Manifesto dell’associazione, di consum-attori.

Gli obiettivi di NeXt sono quelli di coinvolgere gli ambiti della società civile, della ricerca, della divulgazione e della produzione in un sistema integrato, in cui la collaborazione e il dialogo tra parti diverse diventano fondamentali al fine di promuovere nuove logiche della sostenibilità e di incentivare le aziende a farne uso; di valorizzare gli esempi virtuosi; di diffondere una cultura della sostenibilità e di sviluppare nuove strategie per coinvolgere le aziende e la mobilitazione dei cittadini.


Conclusioni

L’informazione, il dialogo e la rete sono gli elementi principali su cui NeXt ha costruito la sua azione. Ma sono anche gli stessi elementi che ha messo in campo nella costruzione del progetto EyeOnBuy. L’aver integrato come parte sociale indispensabile per il dialogo le organizzazioni dei consumatori è un elemento che mostra la visione matura di forme di mobilitazione e partecipazione in mutamento nella cornice di un’economia in trasformazione, che oggi più che mai deve essere indirizzata verso forme di responsabilità e di sostenibilità non solo ambientale ma anche sociale. La partecipazione dal basso è la chiave che EyeOnBuy si propone di attivare per generare un cambiamento di ampio respiro.

La sfida principale di EyeOnBuy, quindi, non si gioca (solo) sulla sua pertinenza, quanto sulla sua capacità di diffusione e di coinvolgimento. Proponendosi come una sorta di “Tripadvisor della sostenibilità”, dunque, EyeOnBuy si presenta come un’esperienza pionieristica di generazione del cambiamento partendo dall’azione individuale dell’acquisto. Un progetto particolarmente interessante, i cui sviluppi proveremo certamente a seguire con curiosità.


Per saperne di più

Next - Nuova Economia per Tutti
Eye On Buy

 


Italia Non Profit lancia il primo motore di ricerca sul Terzo Settore italiano

Buone prassi di Responsabilità Sociale delle Imprese lombarde

Novità sul fronte della filantropia: cosa è successo al Lang Philanthropy Day 2017

Il lavoro del futuro: nuove prospettive per l'economia sociale e per la "care economy"

La responsabilità sociale di impresa in Piemonte

Salone della CSR e dell'innovazione sociale: gli spunti della tappa torinese
 
NON compilare questo campo