PRIVATI / Aziende
Fusacchia e Calderini: "Perchè puntiamo sui Contamination Lab"
21 marzo 2013

"Tutti i ragazzi – in genere verso la fine delle scuole superiori – si vedono rivolgere la stessa domanda: “e tu, cosa vuoi fare da grande?”. C’è chi risponde il calciatore, chi l’infermiera. C’è chi dice l’avvocato, la giornalista, l’ingegnere. Oppure la biologa o il magistrato. Quasi mai nessuno però risponde: l’imprenditore"

Perchè? I motivi sono tanti, ma è evidentemente la nostra società non aiuta. A scuola, in famiglia, tra gli amici, l'idea di mettersi in gioco per fondare un'impresa spesso non è neanche presa in considerazione. Allo stesso modo la tv, i giornali e spesso anche i nuovi media continuano a ripeterti che l’impresa è una cosa in cui al massimo il lavoro lo vai a cercare, non è qualcosa che puoi fondare tu. Come si fa a cambiare una simile impostazione culturale? Come si sostengono i giovani che decidono di investire su se stessi e danno vita a una startup? Alessandro Fusacchia e Mario Calderini, rispettivamente consiglieri del Ministro Passera e del Ministro Profumo, hanno provato a fornire una risposta raccontando quello che è stato fatto dai propri dicasteri in questi mesi.

 

"Perchè puntiamo sui Contamination Lab"
Alessandro Fusacchia, Mario Calderini, La nuvola del lavoro, 21 marzo 2013