PRIVATI / Aziende
Così le aziende puntano sul welfare
Camilla Gaiaschi, Nuvola del Lavoro, 31 luglio 2015
31 luglio 2015

Cresce il welfare aziendale in Italia e cresce il numero di imprese che lo inseriscono nella contrattazione di secondo livello. E’ quanto emerge da un’interessante ricerca di OD&M Consulting, società di consulenza di specializzata nella gestione delle risorse umane di Gi Group, sullo stato dell’arte del secondo welfare in Italia.

Il rapporto è unico nel suo genere perché interpella sia le aziende (112) che i lavoratori (304) con l’obiettivo di verificare tutti i passaggi di quel complesso processo che accompagna l’implementazione di una politica di welfare: dall’analisi dei bisogni (che per fortuna sempre più aziende fanno) alla comunicazione del piano ai propri dipendenti fino al monitoraggio e alla customer satisfaction.

I risultati dicono che nel 2015 il 38% delle aziende ha inserito il welfare aziendale nella contrattazione di secondo livello, in crescita dal 29% dell’anno precedente. Otto su dieci usufruiscono degli sgravi fiscali previsti mentre è cresciuta la fetta di aziende che fa un’analisi della fattibilità prima di intervenire.

 

Così le aziende puntano sul welfare
Camilla Gaiaschi, Nuvola del Lavoro, 31 luglio 2015

 
NON compilare questo campo
 

Carmelina Fierro | 01.08.2015
Sugli sgravi fiscali propongo la lettura dell'articolo del 24 luglio di Maria Teresa Conti consulente del lavoro di Rimini "Le prospettive di sviluppo del welfare aziendale"
  3265