L’integrativo Gucci prevede anche il “maggiordomo aziendale”
Gucci ha investito molto in materia di welfare aziendale. In particolare, il "conto welfare" introdotto grazie all'accordo può arrivare fino a 1.800 euro. Tra le nuove opportunità di welfare che i dipendenti di Gucci possono scegliere, si annoverano: una cassa sanitaria per il rimborso di visite e diagnostica, la copertura delle spese per l’istruzione dei figli e la cura dei familiari non autosufficienti, il potenziamento dei servizi relativi all'area salute, benessere, cultura e tempo libero | Silvia Pieraccini, Il Sole 24 Ore, 19 agosto 2017
 
L'osteopatia entra in azienda: il nuovo welfare secondo Barilla
I modelli di welfare aziendale e attenzione alla salute psico-fisica dei dipendenti si stanno allargando, sebbene l'Italia si sia mossa in ritardo rispetto ad altri Paesi, e non mancano le scelte curiose. E così in Barilla, tra le confezioni di pasta e affini, entra l'osteopatia. Il gruppo di Parma annuncia infatti l'avvio di un progetto pilota che coinvolgerà 450 dipendenti con differenti mansioni. | La Repubblica, 17 agosto 2017
 
Welfare, innovazione e giovani. Le opportunità per le imprese del Sud
Welfare che Impresa, Resto al sud, Premio Nazionale per l’Innovazione: sono alcuni dei bandi e delle iniziative di finanziamento di imprese innovative presentati questa settìmana a Napoli, nel Planetario di Città della Scienza, che ospita l’incubatore di impresa Campania NewSteel. Opportunità da sfruttare al volo, per chi nel Mezzogiorno abbia idee da proporre. | Fabrizio Geremicca, Corriere Sociale, 27 luglio 2017
 
Flexible benefit: 7 italiani su 10 vogliono servizi sanitari aggiuntivi
Secondo una recente indagine dell'Osservatorio Sanità di UniSalute (compagnia del gruppo Unipol specializzata in assistenza sanitaria) - che ha cercato di comprendere quali sono i servizi e i benefit di welfare aziendale più desiderati dai lavoratori italiani - la maggior parte dei lavoratori vorrebbe vedere garantiti dal proprio contratto le prestazioni sanitarie integrative | Veronica Ulivieri, La Repubblica, 25 luglio 2017
 
Olanda: da Ing congedi di paternità di un mese e volontariato d'impresa per lavoratori senior
Nei Paesi Bassi il gruppo Ing ha deciso di concedere un mese di libertà dal lavoro ai nuovi papà. Un periodo retribuito in cui i padri potranno stare a casa e seguire le prime settimane di vita dei piccoli appena nati. Una scelta molto forte visto che la legge olandese, come quella italiana, prevede al momento solo due giorni di assenza dal lavoro. | Sandra Riccio, La Stampa, 21 luglio 2017
 
Welfare metalmeccanico: 130 milioni in busta
Centotrenta milioni di euro. È quanto vale — per il 2017 — il welfare metalmeccanico. Il contratto nazionale impegna tutte le aziende del settore a pagare 100 euro in welfare nel 2017 ai dipendenti: 1,3 milioni le tute blu coinvolte. Nel 2018 si salirà a 150 euro, 200 nel 2019. Morale: i 130 milioni di euro di quest’anno, nel 2018 diventeranno 195, 260 nel 2019 | Rita Querzè, Corriere della Sera, 20 luglio 2017
 
Conciliazione vita-lavoro: ENEL ci crede e ottiene il certificato Family Audit Executive
La Provincia autonoma di Trento, tramite l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, a seguito del pronunciamento del Consiglio dell’Audit, ha consegnato ad Enel Energia, dopo il percorso triennale, il certificato Family Audit Executive che permette all’organizzazione di intraprendere la successiva fase di altri tre anni del mantenimento prevista dello standard e che conferma l’impegno dell’azienda in tema di conciliazione vita-lavoro | Ufficio Stampa Provincia Autonoma di Trento, 14 luglio 2017
 
Più welfare per le lavoratrici madri, ma solo nelle grandi aziende
Ci sono già molte imprese in Italia che offrono asili nido aziendali o pagano parte delle rette. La milanese Intoo offre un servizio di coach per le neomamme. Ma solo ancora pochi esempi e per lo più offerti dalle multinazionali. Per le piccole e medie imprese c'è ancora poco | Barbara Ardù, La Repubblica, 6 luglio 2017
 
Il nuovo modello di welfare affonda le radici negli esempi virtuosi del ’900
Oggi, il secondo welfare, a fronte della crisi del primo, perde il carattere di sola supplenza all’azione statale per assumere un ruolo di complementarietà in espansione. Non a caso la Legge di stabilità 2016 ne fornisce ulteriore impulso con la detassazione dei premi di produzione corrisposti in servizi per i dipendenti | Aldo Bonomi, Il Sole 24 Ore, 3 luglio 2017
 
C’era una volta il welfare (aziendale)
Il presidente di Federsolidarietà/Confcooperative Giuseppe Guerini ha recentemente affermato che se il welfare integrativo non assume la rilevanza di bene comune, connettendosi alla dimensione della responsabilità sociale, si corre il rischio che diventi fonte di ulteriori disuguaglianze sociali. | Francesca Rizzi, Vita, 24 maggio 2017
 
Il welfare a misura di donna
Goldenpoint a partire da questo mese ha lanciato un innovativo progetto di welfare aziendale denominato «Tailor Made Goldenpoint». L'obiettivo è quello di definire un pacchetto personalizzato di beni e servizi che risponderà agli specifici bisogni delle lavoratrici, le quali potranno effettuare le loro scelte direttamente on line, utilizzando tablet o smartphone.
 
Maternità, malattia e riposi. La rivoluzione delle partite Iva
La tradizione racconta che Sant’Agostino sia stato il primo free lance della storia, almeno in Occidente. Insegnante privato al servizio dei patrizi romani, stufo di non essere pagato regolarmente, accettò un posto di lavoro «a tempo indeterminato» dal vescovo di Milano, che lo assunse garantendogli la possibilità di studiare e insegnare al riparo delle incertezze economiche. Mille e seicento anni dopo l’Italia è a un passo dal primo statuto delle partite Iva. | Andrea Rossi, La Stampa, 9 maggio 2017
 
Contrattare l’innovazione e le nuove esigenze: il welfare di Intesa Sanpaolo
Il 1 febbraio scorso è stato sottoscritto in Intesa Sanpaolo un accordo, del tutto innovativo, che offre risposte a nuove esigenze. L'azienda e il sindacato operano da molto tempo, nell’ambito di un Comitato Welfare paritetico, per affrontare nuovi bisogni nell’ottica del benessere lavorativo | Caterina Dotto, Bollettino Adapt, 9 maggio 2017
 
L’Alto Adige mette in rete il welfare
L'azienda che supera i mille dipendenti e quella che raggiunge a stento la dozzina, quella alimentare e quella metalmeccanica: il nuovo contratto di rete presentato in Assoimprenditori Alto Adige mette insieme realtà di diverse dimensioni e settori, con un unico obiettivo: offrire ai propri dipendenti le prestazioni di welfare aziendale più ampie e differenziate fra quelle previste dalla norma | Barbara Ganz, Il Sole 24 Ore, 5 maggio 2017
 
Più competitività con il welfare aziendale
Con il welfare privato che si sta espandendo a macchia d’olio, quell’anglicismo usato soprattutto per i manager, la cosiddetta compensation, si può estendere a tutti i lavoratori, tanto a quelli delle grandi imprese, storicamente più impegnate su questo fronte, quanto a quelli che lavorano nelle più piccole. Tanto a quelli che hanno scalato le alte gerarchie, quanto a quelli che sono nella larga base della piramide produttiva | Cristina Casadei, Il Sole 24 Ore, 2 maggio 2017
 
Baby sitter, psicologi, campi estivi: l'industria scopre il welfare aziendale
I contratti aziendali e territoriali che distribuiscono bonus di risultato sono ormai più di 20mila e interessano circa 5 milioni di dipendenti. Un quinto di questi contratti offre a circa 3 milioni di lavoratori forme di welfare aziendale. A dirlo è un articolo apparso su La Repubblica, in cui sono portati un po' di numeri e esempi che indicano. All'interno dell'articolo anche una riflessione di Franca Maino, direttrice di Percorsi di secondo welfare. | Marco Ruffolo, La Repubblica, 26 aprile 2017
 
“Fare rete” nel welfare aziendale: una opportunità da cogliere per le PMI italiane
Uno dei modi per le piccole e medie imprese per elaborare politiche di welfare aziendale è quello di mettersi insieme per erogare tali servizi, facendo “rete”. Come indicato nell’edizione 2017 del Rapporto Welfare Index PMI, infatti, uno dei fattori chiave del successo del welfare aziendale è, oltre alla conoscenza, la capacità di dar vita ad alleanze. | Welfare Index PMI, 20 aprile 2017
 
Per i lavoratori italiani niente è così importante come il work life balance
Secondo quanto è emerso dalla ricerca del Randstad Employer Brand il fattore più importante ricercato dagli italiani in un posto di lavoro è l’equilibrio tra vita lavorativa e privata. Poi arrivano l’atmosfera di lavoro piacevole, la sicurezza del posto, la retribuzione, i benefit, il lavoro stimolante,sfidante. | Cristina Casadei, Il Sole 24 Ore, 13 aprile 2017
 
FCA lancia "Conto Welfare", l'alternativa ai soldi per 65 mila dipendenti
Controlli medici, spese per la scuola, badanti, abbonamenti in palestra, biglietti dei musei, buoni per fare shopping, previdenza complementare. Questo è a grandi linee il pacchetto di benefici che FCA ha messo sul piatto per i suoi lavoratori | La Repubblica, 12 aprile 2017
 
Esselunga: raggiunta intesa su welfare aziendale
Il welfare aziendale è realtà anche per gli oltre 22.500 dipendenti di Esselunga, il gruppo italiano della grande distribuzione organizzata che oggi conta nel Bel Paese 154 punti vendita, dopo le recenti aperture nel Lazio. Il piano prevede la conversione del premio di risultato del 2017 finalizzata al rimborso di una molteplicità di spese per il dipendente e per la sua famiglia | Conquiste del Lavoro, 12 aprile 2017
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12