PRIVATI / Assicurazioni
Migliora la cultura assicurativa degli studenti coinvolti nell'iniziativa Io&irischi
Sono positivi i risultati sull'efficacia del programma di educazione assicurativa Io&irischi, del Forum ANIA-Consumatori, per le scuole superiori
16 novembre 2017

Arrivano risultati positivi sull'efficacia del programma di educazione assicurativa Io&irischi, realizzato dal Forum ANIA-Consumatori per le scuole superiori italiane.

A dirlo è una recente ricerca realizzata dal Servizio di Psicologia dell'Apprendimento e dell'Educazione in Età Evolutiva (SPAEE) dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che ha analizzato le conoscenze in ambito assicurativo degli studenti prima e dopo aver seguito il percorso didattico.

L'indagine, articolata in una fase quantitativa - attraverso la somministrazione di questionari anonimi - e in una qualitativa, ha coinvolto oltre 700 ragazzi provenienti da 38 istituti superiori (tecnici, professionali e licei) del territorio nazionale.

Obiettivo della ricerca era valutare l’impatto di Io&irischi in termini di accrescimento delle conoscenze e miglioramento degli atteggiamenti nei confronti dei temi trattati: il rischio e la sua gestione, la pianificazione del futuro, l’assicurazione e la previdenza.

Globalmente, il percorso educativo è risultato efficace per quanto concerne il miglioramento nella comprensione di concetti assicurativi. Secondo i ricercatori, infatti, l’iniziativa ha determinato un aumento sostanziale della percentuale di studenti, soprattutto liceali, che raggiunge un buon risultato nelle domande relative a rischio, assicurazione e previdenza (dal 26,6 al 43,7% dopo aver seguito Io&irischi).

In particolare, viene registrato un incremento significativo nella conoscenza del significato di previdenza complementare (dal 55,3 al 73,9%) e nella propensione a pianificare e ad attivarsi per tempo rispetto al proprio futuro. Inoltre, viene rimarcato che i ragazzi dopo aver seguito il programma didattico dimostrano una maggiore percezione delle situazioni rischiose e una minore tendenza a mettere in atto comportamenti a rischio.

Infine, dall'indagine qualitativa emerge che gli studenti promuovono a pieni voti il percorso educativo, ritenuto soddisfacente per le conoscenze che ha permesso di acquisire e per la capacità di favorire sia riflessioni individuali che il confronto fra pari, anche grazie alla chiarezza espositiva dei materiali e alle attività proposte che stimolano il lavoro di gruppo.


Questo articolo, riprodotto previo consenso dell'autore, ripropone i contenuti della newsletter del programma di educazione assicurativa "Io & i rischi" N. 8/2017 .

 


Back to school con l’educazione assicurativa!

Agenti, assicuratori e consumatori insieme per promuovere la cultura assicurativa

Assemblea ANIA: dati e proposte innovative per rispondere alle sfide del welfare
 
NON compilare questo campo