PRIMO WELFARE /
Occupazione e povertà, Renzi rilancia con il lavoro di cittadinanza
Lorenzo Maria Alvaro, Vita, 28 febbraio 2017
28 febbraio 2017

Per l’ex premier Renzi l’idea di un reddito di cittadinanza portata avanti dal M5S non risponde all’articolo 1 della nostra Costituzione che parla di lavoro non di stipendio. Il lavoro non è solo stipendio, ma anche dignità. L'idea lanciata nel 2015 da Stefano Zamagni

Secondo Renzi, l’innovazione va governata con il lavoro di cittadinanza: fermare la tecnologia è assurdo, ma è tempo di affrontare i costi della perdita di impiego. Si deve rivoluzionare il nostro welfare e la risposta non è una rendita universale ma il lavoro di cittadinanza.

Ma cos’è il lavoro di cittadinanza? L’idea non è nuova. L'economista Stefano Zamagni già nel 2015 ne aveva parlato. Zamagni sostiene che la questione centrale sia quella di garantire un lavoro, piuttosto che scorporare il concetto di reddito da quello di lavoro e ricadere in una misura di puro assistenzialismo.


Occupazione e povertà, Renzi rilancia con il lavoro di cittadinanza

Lorenzo Maria Alvaro, Vita, 28 febbraio 2017