PRIMO WELFARE / Lavoro
Lavorare ma essere lo stesso poveri: così l'Italia rischia un nuovo primato negativo
Salvo Intravaia, La Repubblica, 23 settembre 2018
24 settembre 2018

Lavorare (e guadagnare) ma essere poveri ugualmente. Una categoria che in Italia cresce da anni nel silenzio delle statistiche che mettono insieme tutti: occupati che possono spendere a piacimento e occupati che devono tirare la cinghia.

L'Italia, tra i Paesi di cui sono disponibili i dati per il 2017, è in quarta posizione per lavoratori poveri. Ci superano soltanto la Romania (col 17,4% di poveri tra gli adulti over 18 occupati), la Spagna, col 13,1%, e la Grecia a quota 12,9%. Ma a differenza di questi Paesi l'Italia è l'unica nazione europea in cui la percentuale è in crescita costante da anni: nel 2016 eravamo all'11,7%, mezzo punto sotto il dato del 2017, pari al 12,2%. Questi sono i dati di Eurostat, la banca dati dell'Unione Europea.


Lavorare ma essere lo stesso poveri: così l'Italia rischia un nuovo primato negativo
Salvo Intravaia, La Repubblica, 23 settembre 2018