PRIMO WELFARE / Innovazione Sociale
Il car sharing finisce nelle spese di condominio
Chiara Baldi, La Stampa, 18 aprile 2018
20 aprile 2018

Un servizio personalizzato di auto in condivisione a uso esclusivo degli inquilini di un solo condominio. Si chiama «carsharing di comunità» e la prima città d’Europa a usarlo sarà Milano a partire dalla prossima primavera, quando le auto elettriche dell’operatore Share’ngo, che in città ha già più di 1400 vetture, arriveranno nel complesso residenziale di Cascina Merlata, quartiere periferico adiacente all’ex sito di Expo.

Sono tredicimila le famiglie che nei prossimi anni vivranno in case di alto profilo – il prezzo varia dai 170 mila euro per un bilocale fino ai 560 mila per un appartamento con cinque locali, tutti con terrazzo – dotate di domotica, wifi negli appartamenti e negli spazi comuni, videosorveglianza, servizi di co-living come la lavanderia, il deposito bici e il coworking e anche aree per il benessere della persona. Il tutto in linea con la filosofia carbon free, cioè zero emissioni.

A interpretare il desiderio di un quartiere libero dallo smog è la possibilità per i residenti, di avere a disposizione un servizio di carsharing da condividere con gli altri inquilini e che si paga con le spese condominiali a fine mese. Tra marzo e maggio del 2019 saranno pronti i primi 140 appartamenti. A quel punto saranno messe in circolazione anche le prime auto elettriche. L’obiettivo è arrivare già nei primi mesi a una flotta di 40 vetture che sarà implementata di mese in mese.


Il car sharing finisce nelle spese di condominio
Chiara Baldi, La Stampa, 18 aprile 2018