PRIMO WELFARE / Inclusione sociale
La "grande invasione"? Percezioni sbagliate e dati veri sull'immigrazione
Francesca Campomori, Social Cohesion Days, 28 febbraio 2018
03 marzo 2018

Il numero degli immigrati in Italia sta aumentando in maniera incontrollata? Non accade solo in riferimento al fenomeno dell’immigrazione, ma certamente questo tema è un potente collettore di percezioni sovrastimate di pericolo e di allarme. Il sondaggio Ipsos Perils of Perceptions nel 2015 ci informa che gli italiani in media ritengono che gli immigrati rappresentino il 26 per cento della popolazione, ovvero più di 15 milioni.

I numeri reali invece si fermano a poco più di 5 milioni (circa il 9 per cento della popolazione totale), compresi gli 1,5 milioni di cittadini Ue (in larga parte provenienti dalla Romania). Si deve tenere anche presente che dal 1986 i governi di ogni colore politico hanno promosso a suon di sanatorie (sette tra il 1986 e il 2012) la regolarizzazione di quasi 1,9 milioni di immigrati regolari; in larghissima parte si tratta di persone di cui il mercato del lavoro (informale) italiano stava già usufruendo e di cui pertanto verosimilmente possiamo dire che avesse bisogno.


La "grande invasione"? Percezioni sbagliate e dati veri sull'immigrazione
Francesca Campomori, Social Cohesion Days, 28 febbraio 2018

 
NON compilare questo campo