PRIMO WELFARE /
Il Welfare e i perdenti della globalizzazione: verso la X Conferenza di ESPAnet Italia
L'edizione 2017 si svolgerà dal 21 al 23 settembre presso il Campus di Forlì dell'Università di Bologna
04 luglio 2017

In Italia le “Politiche Sociali” sono un campo di ricerca frammentato tra diverse discipline - Sociologia, Economia, Scienze Politiche, etc. -, corsi di laurea, facoltà e università. ESPAnet Italia è una rete di studiosi (gemmazione della rete internazionale ESPAnet) che intende contribuire ad approfondirne la conoscenza e ad accrescere la consapevolezza della rilevanza di un loro studio comparato, promuovendo il dibattito interdisciplinare e considerando tradizioni teoriche e metodologiche differenti allo scopo di una reciproca e fruttuosa contaminazione.

A questo scopo ESPAnet Italia organizza annualmente una conferenza che riunisce decine di studiosi accademici, esperti e policy maker per promuovere un confronto interdisciplinare su dinamiche e trasformazioni relative al sistema di welfare. Quest'anno, dal 21 al 23 settembre 2017 presso il Campus di Forlì dell'Università di Bologna, si svolgerà la X edizione, che si concentrerà sul tema “Il Welfare e i perdenti della globalizzazione: le politiche sociali di fronte a nuove e vecchie disuguaglianze”. 

L'evento si articolerà in workshop tematici paralleli (ad oggi sono state selezionate 30 sessioni, che attendono le proposte di relazione da parte dei diversi studiosi interessati) e ospiterà anche una sessione plenaria internazionale oltre ad una di livello nazionale. 


Il tema della X edizione
 
Il ruolo presente e futuro dei sistemi di welfare si misura con l’emergere di nuove sfide legate al processo di globalizzazione, al mutamento del contesto sociale, economico e politico e all’impatto delle stesse riforme marcate nel recente passato dall’austerità.

A seguito di queste dinamiche, le società contemporanee hanno vissuto nuove forme di disuguaglianza, esclusione e disagio sociale. Alcune fasce della popolazione sono state toccate dalle crisi in modo più evidente. Le donne, i giovani, i migranti, ma anche segmenti della classe media a rischio crescente di povertà sono solo alcuni dei soggetti che sono percepiti e si percepiscono come i perdenti della globalizzazione.
 
A tali forme di disuguaglianza tra individui e gruppi sociali – presenti in modo evidente anche nella realtà italiana, in cui peraltro permangono forti divari territoriali - si è sovrapposta la crescente divergenza tra modelli nazionali. In Europa il tema della distanza tra Nord e Sud, Est e Ovest è divenuto sempre più attuale, mentre il processo d’integrazione europea si dimostra in difficoltà.
In tale contesto, segnato da crescenti tensioni sociali e politiche, molta parte della letteratura sulle politiche sociali ha da tempo abbandonato la lettura ottimistica della globalizzazione come portatrice di benessere e sviluppo, per abbracciare una prospettiva più critica degli effetti distruttivi della deregolazione a livello globale e locale.

In occasione del decimo anniversario di ESPANET Italia, la comunità di analisti delle politiche sociali sarà chiamata a interrogarsi sul ruolo del welfare di fronte a tali sfide e sulla sua capacità di sviluppare nuove forme d’integrazione e redistribuzione a livello locale, nazionale e sovra-nazionale a fronte di una realtà economica, sociale e politica sempre più disgregata.


Info per iscrizioni

 

 


ESPAnet-Italia ha assegnato il premio “Giovane ricercatore 2016”

Innovazione sociale lungo i confini tra primo e secondo welfare: teorie ed evidenze empiriche

Modelli di welfare e modelli di capitalismo. Le sfide per lo sviluppo socio-economico in Italia e in Europa
 
NON compilare questo campo