PRIMO WELFARE / famiglia
Welfare famigliare, i maggiori "dispensatori di cure" sono ancora i nonni
Stamp Toscana, 21 novembre 2017
24 novembre 2017

La ricerca “I bisogni di welfare delle famiglie con necessità di cura conclamate” promossa da UP Umanapersone, rete composta da 13 cooperative, e Ipsos nella Regione Toscana, ha messo in luce la dimensione informale dell'attività di cura all'interno di famiglie con minori da 0 a 10 anni, disabili e anziani non autosufficienti.


Emerge infatti come sia ancora fondamentale il ricorso a figure familiari come i nonni o a baby sitter e badanti per gestire l'attività di cura; nel caso di queste ultime la ricerca della persona più idonea avviene tramite canali informali come il passaparola.


Un altro aspetto interessante riguarda i temi d'interesse della famiglia; le famiglie con minori sono interessate al supporto e all'orientamento per gestire le problematiche comportamentali mentre le famiglie con anziani e disabili a conoscere il progredire della malattia.


Welfare famigliare, i maggiori “dispensatori di cure” sono ancora i nonni

Stamp Toscana, 21 novembre 2017