PRIMO WELFARE / famiglia
Un buon welfare può rendere felici i genitori
Jenny Anderson e Solana Pyne, Quartz - Internazionale, 23 giugno 2016
24 giugno 2016

È un fatto pressoché immutabile: a prescindere dal paese in cui si vive e dalla fase di vita in cui ci si trova, avere dei bambini rende molto meno felici rispetto alle persone che non ne hanno. È il cosiddetto divario di felicità dei genitori.

Secondo una nuova ricerca pubblicata sull’American Journal of Sociology, i genitori americani sono particolarmente infelici da questo punto di vista, con il divario più ampio (13 per cento) in un gruppo di 22 paesi industrializzati. Questa ricerca però dimostra anche che non deve essere per forza così. Alcuni paesi hanno divari più ristretti e altri, tra cui Russia, Francia, Finlandia, Svezia, Norvegia, Spagna, Ungheria e Portogallo, registrano invece un guadagno in termini di felicità per i genitori. 

I ricercatori, guidati da Jennifer Glass dell’università del Texas, hanno preso in esame l’impatto che hanno sulla riduzione di questo divario misure come ferie e malattie pagate, e le sovvenzioni per la cura dei figli. In pratica, nei paesi dove le politiche per la famiglia sono più forti, il divario di felicità dei genitori sparisce del tutto


Un buon welfare può rendere felici i genitori
Jenny Anderson e Solana Pyne, Quartz - Internazionale, 23 giugno 2016

 


La natalità europea spiegata in 4 grafici

Rovesciamo la clessidra del nostro welfare

Le prospettive del welfare aziendale in Europa

Liberiamo la famiglia come fanno in Asia

Le prospettive dei buoni acquisto per il welfare

Combattere la povertà con le famiglie: verso un nuovo welfare d'aiuto