PRIMO WELFARE /
Così l'Europa ritaglia lo Stato sociale
08 maggio 2013

Il premier Enrico Letta ha promesso di ampliare gli ammortizzatori sociali e di ridare ossigeno a un Paese stremato dalla crisi, ma la conditio sine qua non perchè questo avvvenga è che si allenti l’austerità imposta dall’Europa. Nelle ultime settimane si è visto qualche segnale in questo senso: alla Spagna, ad esempio, sono stati concessi due anni in più per mettere a posto i propri conti, e il commissario agli affari economici e monetari Olli Rehn ha dichiarato: "Nella prima fase della crisi era necessario ristabilire la credibilità della politica fiscale europea. Ora possiamo intraprendere una strada meno ardua". 

Ora, in attesa che l'austerità possa essere allentanta, restano i tagli effettuati da diversi Paesi europei, che pesano come un macinio sulla tenuta sociale del vecchio continente. Su Panorama Franco Roiatti ha cercato di sintetizzare brevemenente i tagli effettuati nei maggiori Paesi dell'Unione Europea.

 

Welfare, così l'Europa ritaglia lo Stato Sociale
Franco Roiatti, Panorama, 7 maggio 2013
 

 

 
NON compilare questo campo