PRIMO WELFARE /
Baretta, crisi poteva essere occasione per migliorare il sistema di welfare
Agenzia Asca, 7 dicembre 2013
08 dicembre 2013

Il sottosegretario all'Economia e Finanze Pier Paolo Baretta, intervenendo al convegno "La sfida dell'Economia civile. Risposte concrete alla crisi per un welfare generativo", organizzato da Acli Padova, ha sottolineato alcuni elementi che dovranno contraddistinguere il nostra sistema di welfare del nostro Paese nei prossimi anni.

''La domanda di welfare - ha spiegato Baretta - è destinata ad aumentare di pari passo con la grande trasformazione sociale in atto. L'aumento dell'eta' media, l'immigrazione e la concentrazione urbana provocano nuove emarginazioni e le disuguaglianze aumentano. E' chiaro, dunque, che il pubblico da solo non sara' in grado di soddisfare la mole e la qualità dei nuovi bisogni. E questo vale non solo per uno Stato in difficolta' finanziaria, come è il nostro in questo momento, ma anche per uno in buona salute. Ecco perche' e' indispensabile una sussidiarietà vera, affiancata da un nuovo sistema di welfare 'generativo', cioe' in grado di valorizzare le risorse economiche e sociali a disposizione. Tutto cio' ha un valore sociale, ma anche un rilevante effetto economico". Il sottosegretario ha quindi indicato alcune piste di lavoro da cui partire, come la modifica dei riferimenti teorici e impianti normativi. 

 

Welfare: Baretta, crisi poteva essere occasione per migliorare sistema
Agenzia Asca, 7 dicembre 2013