Ridurre la spesa. Il catalogo è questo
Alberto Bisin e Alessandro De Nicola, La Repubblica, 12 aprile 2012
 
FMI lancia l'allarme longevità, welfare state a rischio
In primo piano sui siti dei maggiori quotidiani nazionali l'allarme del Fondo Monetario Internazionale sui mutamenti demografici. Secondo il FMI l'invecchiamente della popolazione potrebbe comportare un aumento dei costi per i sistemi di welfare di o...
 
La riforma è fatta. Lunga vita alla prossima riforma
Tito Boeri e Pietro Garibaldi, lavoce.info, 6 aprile 2012
 
Voci dal mercato del lavoro: le opinioni sulla riforma
“Realizzare un mercato del lavoro inclusivo e dinamico, in grado di contribuire alla creazione di occupazione, in quantità e qualità, alla crescita sociale ed economica e alla riduzione permanente del tasso di disoccupazione”. Presentiamo reazioni, opinioni e suggerimenti apparsi nei giorni scorsi riguardo alla nuova riforma del mercato del lavoro.
 
L'innovazione sale in cattedra. Così la creatività batte la crisi
Maria Novella De Luca, La Repubblica, 30 marzo 2012
 
Ringrazieranno i più giovani
Maurizio Ferrera, Corriere della Sera, 18 marzo 2011
 
Il welfare emiliano-romagnolo come modello per i servizi sociali dell'Albania
Regioni.it
 
Questioni di welfare tra Romania e Italia: quale futuro?
Cristina Bezzi, Osservatorio Balcani e Caucaso, 12 marzo 2012
 
Contratti, welfare, articolo 18. Guida (e critiche) alla riforma
Enrico Marro, Corriere della Sera, 17 marzo 2012
 
Il nuovo apprendistato e la sfida dell'occupazione giovanile
Il convegno “Il nuovo apprendistato e la sfida dell’occupazione giovanile”, tenutosi presso l'Università di Milano il 2 marzo 2012, ha posto al centro dell’attenzione la recente approvazione del Testo Unico sull'Apprendistato, ex d.lgs. 167/2011 del 14 settembre 2011, contribuendo a chiarirne i contenuti espliciti e le sue possibili implicazioni.
 
Spi Cgil: il welfare dei comuni italiani nella crisi
Il 27 febbraio, lo Spi Cgil (Sindacato pensionati italiani) ha pubblicato un’analisi dei bilanci di previsione di 7.537 comuni italiani. I dati parlano del 2011 come dell’annus horribilis delle politiche sociali in Italia, con la drastica riduzione dei fondi nazionali, scesi del 63%.
 
L’equilibrio tra vita e lavoro nell’area OCSE: l’Italia nelle posizioni di coda
Un recente studio dell’OCSE dal titolo “How’s Life?” – elaborato nell’ambito dell’iniziativa “Better Life”, in occasione del 50esimo anniversario dell’istituzione – mette in luce i fattori che più influenzano oggi il benessere degli individui. Tra gli indicatori più interessanti, in particolare per il caso italiano, si conferma il tema dell’equilibrio tra vita e lavoro, che condiziona in modo decisivo la possibilità degli individui di raggiungere livelli elevati di benessere.
 
A Madrid nuovi tagli al welfare
Luca Veronese, Il Sole 24 Ore, 7 marzo 2012
 
Se il “Fattore D” resta un accessorio
Maurizio Ferrera, Corriere della Sera, 6 marzo 2012
 
Un miliardo per i giovani. Da Erasmus all'imprenditoria le azioni per ridurre la disoccupazione
Francesca Barbieri, Sole 24 Ore, 5 marzo 2012
 
Molti passaggi dal lordo al netto.Ma è meno peggio della mappa UE
Maurizio Ferrera, Corriere della Sera, 27 febbraio 2012
 
Più servizi per bambini e anziani Così libereremo il tempo delle donne
Antonella Baccaro, Corriere della Sera, 18 febbraio 2012
 
Ministero del lavoro e Fondo sociale europeo: 11,9 milioni di euro per i servizi alla persona nel Sud
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il contributo del Fondo Sociale Europeo “Governance e azioni di sistema”, ha lanciato il bando “AsSaP – Azione di Sistema per lo sviluppo di sistemi integrati di Servizi alla Persona”, un progetto che mobilita 11,9 milioni di euro in quattro regioni del Sud - Campania, Puglia, Calabria e Sicilia – per la promozione e la qualificazione dei servizi alle famiglie.
 
Il Secondo Rapporto sulla Coesione Sociale elaborato da Ministero del Lavoro, Inps e Istat
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'Inps e l’Istat hanno presentato il 13 febbraio scorso il secondo Rapporto sulla Coesione Sociale. Dopo la prima edizione del rapporto, uscita nel 2010, questa seconda edizione sancisce la collaborazione istituzionale tra Ministero del Lavoro, Inps e Istat per garantire annualmente un volume articolato in due sezioni distinte: la prima di analisi delle politiche di coesione sociale e la seconda di tabelle statistiche che includano anche gli indicatori di monitoraggio previsti dalla strategia “Europa 2020”.
 
Così il metodo Rajoy fa correre la Spagna. Il confronto con l'Italia
Maurizio Ferrera, Corriere della Sera, 12 febbraio 2012