Il Comune di Torino taglia sull'assistenza
A causa dei tagli ai fondi per il welfare il comune di Torino cambia i propri standard di accesso all'assistenza socio-sanitaria. Tra le novità l'innalzamento dell'età per accedere ai servizi, che passerà dagli attuali 60 a ...
 
Azioni di Sistema per lo sviluppo di sistemi integrati di Servizi alla Persona (AsSaP)
Italia Lavoro SpA è impegnata nella costruzione di un sistema integrato di azioni finalizzate alla qualificazione dei servizi privati di cura e di assistenza alla persona. La progettazione prevede in particolare l'attivazione di percorsi di formazione per i lavoratori e per gli operatori responsabili dell'incontro tra domanda e offerta.
 
Welfare, giro di vite per i redditi più alti
Il governo è pronto a rivoluzionare il Welfare assistenziale italiano. La bozza del provvedimento è stata esaminata ieri in una riunione tra esponenti del ministero dell'Economia, del Welfare e dei sindacati, Cgil-Cisl-Uil. La riforma, ...
 
Crisi economica e infanzia a rischio: un bambino su quattro è povero
Crisi economica e minorenni. Una fragilità che si affianca a un mondo indifeso. In Italia i bambini che vivono al di sotto della soglia di povertà sono aumentati del 7% in quattro anni e sono quasi uno su quattro: il 22,6% del totale. &...
 
Spending review e riduzione dei costi: quali prospettive per il welfare?
Il rapporto sulla spending review, consegnato lo scorso 30 aprile al Presidente Monti dal ministro dei Rapporti con il Parlamento Piero Giarda, indica la strada che il Governo dovrà seguire per ridurre i costi pubblici e rendere più efficiente e meno onerosa la Pubblica Amministrazione. Una sorta di “ristrutturazione aziendale”, quella della PA, che verrà affidata al Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione Patroni Griffi.
 
Due miliardi alle famiglie, e i giovani alzino la voce
In questa intervista concessa a La Repubblica il Ministro della coesione territoriale Fabrizio Barca si dice intenzionato a spendere oltre due miliardi di euro per sostenere i "due poli della famiglia": neonati e anziani. Due miliardi...
 
Partite Iva, la riforma aumenterà il sommerso
La riforma del lavoro pone alle partite iva e al governo una sfida storica: includere finalmente un quarto dei lavoratori italiani, sinora rimasti esclusi, nel nuovo welfare. Ma la sfida rischia di essere persa se non si tiene conto della loro specif...
 
Dare sollievo alle famiglie
La crisi dell'economia sta facendo precipitare l'Europa nella «politica dell'ansia». Il disagio sociale è sempre più acuto. Circa la metà delle famiglie (Scandinavia e Germania escluse) dichiara che non ce la farebbe ...
 
Le fatiche della «famiglia welfare»
F. Ga., Il Sole 24 Ore, 11 maggio 2012
 
Il governo vara il piano contro la povertà
Il governo ha presentato il proprio piano di coesione e solidarietà contro la povertà. Fra le misure uno stanziamento 400 milioni per la cura dell'infanzia, 330 milioni per gli anziani non autosufficienti, programmi contro la dispersion...
 
Esodati, decreto per 65 mila. I sindacati: "Troppe disparità"
Il decreto sui lavoratori esodati è pronto e riguarda 65 mila persone. Vengono confermati - dal governo - i numeri anticipati nelle scorse settimane, mentre secondo Cgil, Cisl e Uil il numero dei lavoratori interessati è di gran lungo p...
 
Ma i giovani sanno troppo poco? I «voti» di Fornero dividono
Alessandra Mangiarotti Corriere della Sera, 8 maggio 2012
 
Verso quali politiche di conciliazione? Uno sguardo alla situazione italiana
Il contributo offre una panoramica della situazione italiana in materia di politiche di conciliazione, a partire dall’attuale normativa di riferimento, considerando le proposte della recente (e tuttora in fase di definizione) riforma del lavoro del Ministro Fornero fino a presentare il piano pensato dal Ministro Riccardi per favorire e migliorare la conciliazione famiglia-lavoro.
 
Ripensare il sistema ricerca
Il Sole 24 Ore, 4 maggio 2012
 
Gli sperperi che non vediamo
In questo editoriale pubblicato sulle pagine del Corriere della Sera Maurizio Ferrera analizza l'operato del governo Monti, sottolineando come sia giunto il momento di affiancare al rigore di questi mesi un progetto ambizioso per l'inclusione sociale...
 
Il lavoro e la cura della prima infanzia: l’Italia al bivio
I dilemmi conciliativi sulla cura dei figli, rappresentano un fattore rilevantissimo nella prospettiva della tenuta dei sistemi di protezione sociale, l'Italia si trova a un bivio fondamentale per la strutturazione e il funzionamento del proprio sistema. A quali modelli guardare?
 
Idee e Crescita: il Circolo Virtuoso del Terziario Sociale
Sulle pagine del Corriere della Sera Maurizio Ferrera affronta il tema dei servizi alla persona, indicando i vantaggi che potrebbero verificarsi se si decidesse di investire con maggiore convinzione in questo ambito.
 
Le politiche per la non autosufficienza in Italia: quali prospettive?
In Italia negli ultimi quindici anni sono mancate riforme incisive atte a ridisegnare l’intervento pubblico in materia di welfare sociale. Non solo con riferimento alla non autosufficienza ma anche nell’ambito di povertà, emarginazione sociale e e servizi per la prima infanzia, lo Stato non è riuscito a porre le basi di quell’«infrastruttura nazionale» volta a mettere i soggetti locali in condizione di rispondere ai nuovi bisogni sociali. Il Ministro della Salute Balduzzi ha indicato nella assicurazione sociale obbligatoria per la non autosufficienza la misura da introdurre attraverso una riforma nazionale.
 
Ridurre la spesa. Il catalogo è questo
Alberto Bisin e Alessandro De Nicola, La Repubblica, 12 aprile 2012
 
FMI lancia l'allarme longevità, welfare state a rischio
In primo piano sui siti dei maggiori quotidiani nazionali l'allarme del Fondo Monetario Internazionale sui mutamenti demografici. Secondo il FMI l'invecchiamente della popolazione potrebbe comportare un aumento dei costi per i sistemi di welfare di o...