L'Italia che invecchia senza cure
Troppi anziani lasciati soli e senza assistenza. Troppi over 65 dimenticati. Impossibile per migliaia di loro accedere alle cure o essere seguiti in modo adeguato da medici e infermieri. Colpa del sovraffollamento e della carenza strutturale di posti letto negli ospedali. una fotografia preoccupante quella scattata dal Rapporto Oasi 2018, lultimo studio presentato dal Centro di ricerche sulla gestione dellassistenza sanitaria e sociale dellUniversit Bocconi di Milano (Cergas) | Corriere della Sera, 27 dicembre 2018
 
A Torino il primo social housing LGBT
A Torino nato un progetto di housing sociale che accoglie le persone LGBT in difficolt e in condizioni di estrema vulnerabilit. Prima esperienza con queste caratteristiche in Italia, accoglier fino a 24 ospiti in 5 appartamenti di propriet ATC (l'ente torinese per l'edilizia sociale). Il progetto nasce per rispondere all'emergenza abitativa ma anche per attivare, proprio a partire da un bisogno primario e fondamentale come la casa, percorsi di reinserimento sociale e contrasto alla marginalit.
 
Il business dell'accoglienza lo fa chi non integra
Viviamo in tempi burrascosi per quanto riguarda le politiche sulle migrazioni e sull'accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Per questo ActionAid e Openpolis hanno recentemente pubblicato un report per capire come si sia mossa l'Italia in questi anni, cercando di individuare i punti di forza e le criticit del sistema attivato nel nostro Paese. Stando a quanto emerge, le maggiori ambiguit e difficolt sono emerse in quei contesti in cui non si investito adeguatamente nell'accoglienza.
 
Se la Manovra non cambierà ci saranno forti ripercussioni per il Terzo Settore
Se la Manovra per il 2019 non dovesse subire cambiamenti, molte realt del Terzo Settore rischiano pesanti conseguenze sul piano fiscale. Al momento infatti prevista la cancellazione della mini IRES. Ci comporterebbe la perdita del trattamento agevolato in merito a tale imposta per tutti gli enti e gli istituti di assistenza sociale, le societ di muto soccorso, le Onlus, gli enti ospedalieri, di assistenza e beneficenza.
 
Un bel podcast di Radio Radicale dedicato al tema del welfare europeo
Vi segnaliamo il podcast relativo alla puntata di luned 17 dicembre 2018 del programma di Radio Radicale "LavorareInfo". La trasmissione, condotta da Valeria Manieri, si occupata del tema del welfare europeo e della progressiva introduzione dei principi legati al Pilastro europeo dei diritti sociali. In particolare, ripreso il dialogo fra Giuseppe Provenzano (Vice Direttore SVIMEZ) e Lorenzo Marsili (Cofondatore e Direttore di European Alternatives).
 
Se il calo dei giovani rafforza la politica miope
Francesco Seghezzi, direttore di Fondazione ADAPT ed esperto del mondo del lavoro, dedica il suo primo articolo su Open alla condizione di minoranza dei giovani, in Italia e non solo. Prendendo in considerazione diversi dati, Seghezzi sottolinea come negli ultimi anni il peso delle giovani generazioni sia diminuito sotto il profilo demografico, sociale e politico, e come gli attuali dati sulla povert dimostrino
 
In Piemonte è nata una rete per il welfare abitativo
Recentemente, la Giunta regionale del Piemonte ha approvato su proposta dell'Assessore alle Politiche sociali, della Famiglia e della Casa, Augusto Ferrari, la delibera che istituisce una "rete" per il welfare abitativo. L'obiettivo quello di agevolare il dialogo e il confronto tra i soggetti che, ai diversi livelli istituzionali e a vario titolo, interagiscono nelle fasi delle politiche per l'abitare.
 
Disabilità, le famiglie italiane spendono 7 miliardi
Ogni anno le famiglie italiane spendono 7 miliardi di euro in personale domestico che accudisca persone disabili. A sostenerlo una recente ricerca di Domina, Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico | Caterina Maconi, La Repubblica, 12 dicembre 2018
 
Essere giovani in Italia. I NEET: risorsa per un cambiamento generativo
Il volume "Essere giovani in Italia. I NEET: risorsa per un cambiamento generativo", scritto da Vanessa Corallino e edito da Morlacchi Editore, si propone di indagare il fenomeno dei cosiddetti NEET, cio quei ragazzi che non sono inseriti n in percorsi formativi n in esperienze lavorative. Inquadrando le dimensioni del problema e le politiche giovanili attuate nel nostro Paese, l'opera propone una nuova prospettiva d'intervento. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Social Impact Investment in the European Union: the new Report by the Joint Research Centre
The Report "Social Impact Investment in the EU. Financing Strategies and Outcome Oriented Approaches for Social Policy Innovation: Narratives, Experiences, and Recommendations" has been launched on December 13th in occasion of the Second International Conference on Social Impact Investments, held in Rome. The aim of the study is to review social impact investing strategies proposed in EU Member States and to assess their impact in view of possible reforms to be introduced.
 
Servono 75.000 firme per proporre al Parlamento Europeo una nuova direttiva per rafforzare i congedi di paternità
Vi segnaliamo questa petizione lanciata dalla CES (Confederazione Europea dei Sindacati) per raccogliere firme a sostegno della direttiva in merito all'armonizzazione fra vita lavorativa e vita privata attualmente in discussione a Bruxelles. La campagna mira a raggiungere 75.000 adesioni allo scopo di proporre standard minimi a livello UE che conferirebbero maggiori diritti a genitori e prestatori di cure.
 
Sorpresa, l'alternanza scuola-lavoro (spesso) funziona e cresce
Come creare nuove prospettive? Un gruppo di grandi aziende ha fatto il punto a Milano sulla rispettiva esperienza portata avanti in questo campo, presentando in conclusione una ricerca sullalternanza scuola-lavoro e sullapprendistato. | Giovanna Maria Fagnani, Corriere Buone Notizie, 11 dicembre 2018
 
Lavorare non basta più: sono oltre 3 milioni gli occupati in povertà
Sono oltre 3 i milioni di lavoratori che risultano poveri nonostante abbiano un occupazione. Il numero salirebbe fino a 5,2 milioni se si considera il reddito annuale invece di quello mensile. Sono questi i dati che emergono dal XX Rapporto sul mercato del lavoro e sulla contrattazione collettiva, curato dal CNEL ed elaborato dal Consiglio Nazionale Economia e Lavoro in collaborazione con ANPAL e INAPP.
 
Maternità e lavoro, incentiviamo il congedo dei papà
L'emendamento promosso dalla leghista Silvana Comaroli nella legge di Bilancio per il 2019 dar la possibilit alle lavoratrici di scegliere come articolare i cinque mesi di congedo obbligatorio di maternit. Ma, se l'obiettivo quello di agevolare la conciliazione tra famiglia e lavoro, altre misure a costo zero come questa potrebbero essere prese in considerazione. Per esempio incentivare i pap a sfruttare il loro congedo, che oggi troppo spesso non viene utilizzato | Rita Querz, Corriere della Sera, 5 dicembre 2018
 
Cosa trovate nel numero 4-5 di Welfare Oggi
stato pubblicato l'ultimo numero del 2018 della rivista Welfare Oggi, che dedica un focus al tema dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti prendendo in considerazione alcuni progetti che hanno interpretato tali fenomeni come un'opportunit di sviluppo locale. Il numero raccoglie inoltre diversi contributi sulla non autosufficienza e si concentra, nell'ultima parte, su esperienze di ricerca e intervento che hanno visto la partecipazione di attori del pubblico e del privato sociale.
 
Un'accoglienza dignitosa è la chiave dell'integrazione: se n'è parlato al Forum EASO di Bruxelles
Il 5 dicembre a Bruxelles si svolto l'8 Meeting del Forum Consultivo di EASO, l'agenzia europea che si occupa di creare un sistema comune europeo per l'asilo e di assicurare che i singoli casi di asilo siano trattati in maniera coerente nei diversi Stati membri. La giornata ha visto la partecipazione di 200 persone provenienti da tutta Europa e appartenenti al mondo dellassociazionismo, del terzo settore, dellaccademia e delle istituzioni europee.
 
Manovra, cambia il congedo di maternità. Il bonus diciottenni sarà legato all'Isee
Cambiano forma il congedo di maternit, il cosiddetto "Bonus Beb" e quello per i diciottenni. Secondo quanto stabilito da un emendamento approvato alla Manovra per le future mamme sar possibile restare al lavoro fino nono mese prima del parto, utilizzando per intero i cinque mesi del congedo per il periodo successivo. Inoltre, viene aumentato da 1000 a 1500 euro l'importo annuo del bonus destinato all'iscrizione ai figli agli asili nido. La misura viene estesa anche al 2021. | La Repubblica, 5 dicembre 2018
 
14 giovani studenti premiati nella seconda edizione del Premio Valeria Solesin
Luned 3 dicembre si svolto l'evento di premiazione per la seconda edizione del Premio Valeria Solesin, concorso aperto a giovani studenti e studentesse e ispirato agli studi della giovane ricercatrice veneziana, tragicamente scomparsa nell'attentato al teatro Bataclan di Parigi del 13 novembre 2015. In totale sono stati premiati 14 giovani che, attraverso i loro lavori di tesi, si sono concentrati su un tema importante: "Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell'economia, dell'etica e della meritocrazia nel nostro Paese".
 
Al Paese e agli elettori serve lavoro, non assistenza
Secondo Alberto Brambilla, presidente del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, per il nostro Paese essenziale dotarsi di un'anagrafe dell'assistenza in grado di tener traccia delle prestazioni sociali a cui ogni cittadino ha diritto. In questo modo vi sar maggiore certezza e chiarezza in merito alla spesa pubblica destinata all'assistenza | Alberto Brambilla, Il Punto - Pensioni&Lavor
 
Servono un milione di firme per proporre un nuovo modello europeo di accoglienza e inclusione
"Welcoming Europe" una campagna di raccolta firme che ha lo scopo di sottoporre alla Commissione Europea una proposta di atto legislativo in tema di accoglienza e immigrazione. L'iniziativa si propone tre obiettivi: fermare la criminalizzazione dell'aiuto umanitario, ampliare i programmi di sponsorship privata rivolti ai rifugiati e rafforzare i meccanismi di tutela e denuncia per garantire maggiore sicurezza alle vittime di abusi, violenze e sfruttamento.