L'Italia cresce davvero? I limiti del PIL e l'opportunità del BES
Il dibattito socio politico intorno alla "ripresa" dell'Italia per via di qualche decimale di PIL in più lascia veramente stupiti. Se si guardasse con un po' di onestà intellettuale alla reale situazione del nostro Paese nel suo complesso ci si accorgerebbe infatti che il quadro è molto distante dalle fanfare delle ultime settimane. È quanto sostiene Gian Paolo Gualaccini, Vice Presidente del CNEL, che sottolinea come il ricorso al BES, il Benessere Equo e Sostenibile, potrebbe aiutare a fotografare la vera situazione del nostro Paese.
 
Alternanza Scuola-Lavoro: nascono la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e un Osservatorio
Nella Gazzetta Ufficiale del 21 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto interministeriale che istituisce la Carta dei diritti e doveri degli studenti che compiono un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro. Inoltre, nel corso del mese di gennaio 2018, il Miur ha fondato un Osservatorio che si occuperà di monitorare la qualità di tali percorsi. Si tratta di due strumenti fondamentali per il futuro dell'Alternanza. In questo articolo vi spieghiamo a cosa servono e come funzionano.
 
Sanità: il "buco" dei rimborsi
La spesa sanitaria incide per oltre il 70% sul bilancio delle Regioni, ma siccome la domanda aumenta la politica del risparmio taglia le prestazioni e aumenta il costo ticket a carico dei pazienti. Ma è possibile che una clinica privata, per una risonanza magnetica, applichi una tariffa tre volte inferiore a quella che rimborsa la Regione a una clinica convenzionata con il servizio sanitario nazionale, e ci guadagni pure? | Milena Gabanelli e Simona Ravizza, Il Corriere della Sera, 5 febbraio 2018
 
Sanità: spesa sempre più privata. Parte il mercato del nuovo welfare
Il Sistema sanitario nazionale perde terreno: dei 149.500 milioni di euro complessivi ben 37.318 rappresentano la spesa privata a carico delle famiglie. E sta nascendo un nuovo mercato per diversi attori: dai fondi integrativi alle polizze assicurative, fino al welfare aziendale le opzioni in campo per rimettere ordine nel secondo pilastro dell'assistenza sanitaria. L'approfondimento sul Sole 24 Ore in edicola il 4 febbraio | Nicoletta Cottone, Il Sole 24 Ore, 4 febbraio 2018
 
Bonus asilo nido, via alle domande per il 2018
Sono aperte sul sito dell'Inps le domande per incassare il "bonus nido" da 1.000 euro, senza limiti di reddito, a sostegno delle rette pagate per gli asili nel corso del 2018. Si tratta di una seconda fase dello strumento, del quale si poteva fruire già durante l'anno scorso: le domande erano state presentate dalla metà di luglio | La Repubblica, 31 gennaio 2018
 
Debutta la Carta famiglia: sconti in arrivo per i nuclei numerosi
Al via da febbraio una card che permetterà alle famiglie con almeno tre figli minori di ottenere sconti. Varrà per fare la spesa nei negozi che esibiscono l’apposito bollino. Ma anche per bollette, libri e mezzi pubblici | Erika Tomasicchio, La Repubblica, 27 gennaio 2017
 
Didatticaduepuntozero. Scenari di didattica digitale condivisa
Innovazione sociale, digitalizzazione, tecnologia, web, trasformazioni nella didattica. Questi sono alcuni dei temi affrontati in "Didatticaduepuntozero. Scenari di didattica digitale condivisa", opera curata da Alberto Panzarasa e scaricabile liberamente in licenza Creative Commons. Il testo è finalizzato a far comprendere le potenzialità delle tecnologie digitali nella didattica, partendo dall'esperienza di formatori con anni di esperienza nel settore.
 
STEM for Youth: il progetto che avvicina gli studenti alla scienza e alla tecnologia
“STEM for Youth” è il progetto europeo che promuove un approccio innovativo allo studio delle STEM, ovvero della scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. L’iniziativa vede coinvolti esperti e professionisti del mondo scientifico di 6 Paesi dell’Unione Europea (Polonia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca, Slovenia e Italia) impegnati nel trasformare lo studio delle discipline scientifiche al fine di renderlo più attrattivo | Fabiana Bertazzi, Indire.it, 22 gennaio 2018
 
Per un Paese a misura di anziani
In questo articolo pubblicato sul numero 6/2017 della rivista Welfare Oggi, si approfondisce il tema della cura e del sostegno alle persone anziane. Di fronte alla prospettiva di un progressivo aumento della speranza di vita, sembra necessario costruire una società sempre più a misura di anziano. Questo significa agire su una pluralità di dimensioni: condizioni abitative, mobilità, spazi pubblici, ambiente, tecnologie, partecipazione, apprendimento, tariffe, sicurezza, lavoro, comunicazione.
 
Nuovi papà: da quest'anno il congedo obbligatorio sale a 4 giorni
A chi diventa papà nel 2018 spettano quattro giorni di congedo obbligatorio e uno di congedo facoltativo. Lo ha stabilito l’articolo 1, comme 354, della Legge di Bilancio 2017 che, a partire dal 1° gennaio, ha innalzato da due a quattro le giornate del congedo obbligatorio, ripristinando inoltre quella di congedo facoltativo di cui i papà potranno godere se la mamma rinuncia a uno giorno di maternità | Silvia Pasqualotto, La Repubblica, 23 gennaio 2018
 
Un Patto sul neo-Welfare: la spesa sanitaria in Italia
Secondo il Rapporto "Ospedali&Salute" - documento pubblicato annualmente da Aiop, l’Associazione Italiana Ospedalità Privata - nell'ultimo anno sono peggiorate le condizioni di accesso al Servizio sanitario nazionale e dell'utilizzo dei servizi da parte di pazienti e famiglie, prendono forma - di conseguenza - le "strategie di reazione" di pazienti e caregiver, sempre più orientati verso il privato, verso l’offerta extra-Regione e verso l’ospedalità provata accreditata | Barbara Gobbi, Il Sole 24 Ore, 23 gennaio 2018
 
Anziani, in Lombardia adesso vince l'assistenza in famiglia
I nonni curati sempre più in casa, almeno finché possibile. Il modo di assistere gli anziani in Lombardia sta radicalmente cambiando: le famiglie rinviano sempre di più l’ingresso nelle case di riposo, generalmente poco amate, considerate spesso troppo costose, ma un’àncora di salvataggio in situazioni difficili | Simona Ravizza, Il Corriere della Sera, 18 gennaio 2018
 
Welfare, dall'inclusione alla conciliazione: 5 passi da fare nel 2018
Nel 2018 il welfare italiano si porta dietro di positivo il Rei, il reddito di inclusione introdotto alla fine del 2017, ma anche tanti punti deboli da rafforzare. A partire dalla stessa misura di contrasto alla povertà, che è solo un primo passo per raggiungere l’obiettivo dell'inclusione sociale. Lo pensa Maurizio Ferrera, professore ordinario di Scienza Politica alla Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università di Milano | Maurizio Ferrera, Redattore Sociale, 16 gennaio 2018
 
Mamme equilibriste: le proposte di Save the Children per conciliare famiglia e lavoro
Come hanno riportato alcuni media negli ultimi giorni, secondo gli ultimi dati forniti dall'Ispettorato nazionale del lavoro le neomamme che si sono licenziate sono state più di 25 mila. La ragione principale sono le grandi difficoltà che incontrano le donne nel riuscire a lavorare e prendersi cura dei propri figli contemporaneamente | Save the Children, 17 gennaio 2018
 
Dai tecnici specializzati agli addetti al turismo. Quando il lavoro c'è, mancano i profili giusti
Sembra incredibile che nel Paese dei Neet e con un tasso di disoccupazione giovanile al 32,7% gli imprenditori non trovino giovani da assumere. Eppure è proprio così. Per quali ragioni? Secondo Dario Di Vico dipende dal fatto che il mercato del lavoro ha bisogno, a monte, di più domanda di occupati ma a valle anche di "tenaglie" e "cacciavite" per far funzionare i servizi di impiego.
 
Il "welfare invisibile" dei caregiver familiari
Finalmente viene compresa anche a livello istituzionale l’importanza del caregiver familiare, ovvero di quella figura che si dedica all'assistenza dei malati, delle persone con disabilità o anziane in casa | Rosalba Miceli, La Stampa, 5 gennaio 2018
 
Di cosa si parla nel numero 6/2017 di Welfare Oggi
Valutazione dell'impatto sociale, corsi di vita, maternità, disabilità, vecchiaia, migrazioni, digitalizzazione: sono alcuni dei temi affrontati nell'ultimo numero del 2017 di Welfare Oggi. La lettura della rivista, che approfondisce diverse questioni fondamentali per chi quotidianamente opera nell'ambito delle politiche sociali, offre in questo senso importanti occasioni di riflessione. In questo contributo vi proponiamo una sintesi dei contenuti.
 
Is the European Pillar of Social Rights moving forward?
In 2016 the European Commission presented the first outline of the European Pillar of Social Rights and started a public consultation in order to assess the existing rights, reflect the new work patterns and indicate the particulars needs of the EU. The Social Pillar was officially launched on the 26th of April 2017. But which are the future possibilities for this instrument?
 
Quanto costa un figlio? Secondo l'Istat oltre 8 mila euro all'anno
L’Italia si riscopre in piena crisi demografica, con le famiglie sempre più in difficoltà e i figli diventati ormai un lusso. Il quadro fornito dall'Istat è impietoso: nel 2016 sono stati iscritti all'anagrafe 473.438 nuovi nati, oltre 12 mila in meno in 12 mesi | Paolo Foschi, Il Corriere della Sera, 9 gennaio 2018
 
La battaglia demografica? Si combatte dando lavoro
I dati della profonda crisi demografica verso la quale ci stiamo dirigendo sono ampiamente condivisi in ambito scientifico. L'evidenza dei numeri è tale che mette d'accordo tutti. Più complicata è la riflessione sulle contromisure da adottare in tempi brevi per affrontare, o quantomeno mitigare, i problemi che ci troveremmo davanti. In questo articolo - uscito all'interno dell'inserto del Corriere della Sera, Buone Notizie - Dario Di Vico spiega il suo punto di vista in merito.