POVERTÀ ALIMENTARE /
La voragine del cibo sprecato 5 milioni di tonnellate all’anno finiscono nell’immondizia
Carola Frediani, La Stampa, 9 luglio 2017
09 luglio 2017

La lotta allo spreco di cibo è uno scontro di formiche contro un colosso senza volto. Un sistema agroalimentare con perdite lungo tutta la filiera, che nella sola Europa arriva a buttare 88 milioni di tonnellate di alimenti all’anno. L’Italia fa la sua parte, con 5 milioni.

Anche se, da qualche mese, almeno recuperare alimenti da destinare a chi ne ha bisogno dovrebbe essere più facile. Lo scorso settembre è entrata in vigore la «legge Gadda» che ha l’obiettivo di ridurre il cibo buttato lungo la catena della produzione e della distribuzione, favorendo le donazioni. Un supermercato o un panificio che volessero dare via prodotti invenduti si scontravano con una giungla normativa.

La nuova legge ha semplificato le cose, prevedendo ad esempio solo delle dichiarazioni consuntive a fine mese per chi dona. Finora però l’interesse arriva soprattutto da parte di chi ha le spalle più larghe.


La voragine del cibo sprecato 5 milioni di tonnellate all’anno finiscono nell’immondizia
Carola Frediani, La Stampa, 9 luglio 2017

 

 


Spreco alimentare: il contesto di applicazione e i contenuti della Legge Gadda

Approvata in via definitiva la legge antispreco

Povertà alimentare in Italia: un volume per raccontare le risposte del secondo welfare

Spreco e povertà alimentare: facce della stessa medaglia

Presentato il manuale per la raccolta e la distribuzione del cibo a fini di solidarietà sociale

Francia: una nuova legge impone ai supermercati di donare il cibo invenduto
 
NON compilare questo campo