POVERTÀ ALIMENTARE /
Evitare lo spreco alimentare conviene a tutti
Wired, 3 febbraio 2017
03 febbraio 2017

Il 5 febbraio si celebra la quarta edizione della Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare.

Il rapporto Waste Watcher parla di un’Italia che complessivamente butta nel cestino delle proprie case 8,4 miliardi di euro di prodotti ogni anno, senza dimenticare che accanto agli sprechi domestici figura la mole impressionante delle eccedenze alimentari provenienti da supermercati, botteghe, negozi e ristoranti. Si parla di 5,6 milioni di tonnellate di cibo ogni anno, che se non vengono donate, raccolte e ridistribuite al momento opportuno si trasformano in rifiuti.

L’Onorevole Gadda, relatrice della legge 166/2016 che può aiutare a trasformare le eccedenze in risorse, racconta a Wired cosa sta cambiando su questo fronte. Dalle agevolazioni fiscali introdotte dalla legge, alla diffusione dei market solidali, dalla pratica delle family bag allo spreco domestico.


Evitare lo spreco alimentare conviene a tutti, Wired, 3 febbraio 2017
 

 


Spreco alimentare: il contesto di applicazione e i contenuti della Legge Gadda

Approvata in via definitiva la legge antispreco

Povertà alimentare in Italia: un volume per raccontare le risposte del secondo welfare

Presentate le Linee Guida per promuovere la donazione di cibo a livello europeo

Le buone pratiche europee per il sostegno agli indigenti

Gli empori della solidarietà nel contrasto alla povertà alimentare
 
NON compilare questo campo