POVERTÀ ALIMENTARE /
Empori Solidali: Regione Veneto stanzia 400mila euro per potenziare la rete
Comunicato stampa N° 1587 del 23/11/2016, Regione Veneto
24 novembre 2016

“La nuova ‘legge antisprechi’, entrata in vigore ad agosto, ci ha dato una mano semplificando donazioni e recupero delle eccedenze alimentari. Venerdì la Giunta regionale assegnerà 400 mila euro al sostegno diretto dei 13 empori della solidarietà già attivi nel territorio regionale. Non si tratta solo di punti di raccolta di eccedenze e di sprechi, ma di centri organizzati di solidarietà, che vedono volontari, organizzazioni del terzo settore, imprese della grande e media distribuzione, produttori e istituzioni alleati nel fornire ai più poveri generi alimentari, farmaci, servizi di ascolto e di orientamento, assistenza sanitaria e interventi educativi. ”

E’ quanto ha annunciato l’assessore regionale al sociale Manuela Lanzarin all’incontro a Treviso su “La seconda vita del cibo - Il recupero delle eccedenze alimentari in Veneto” promosso da Regione Veneto e dall’Agenzia regionale per l’ambiente.

In Veneto sono già 133 mila le persone assistite dalla rete degli empori della solidarietà – ha ricordato Manuela Lanzarin – secondo un approccio innovativo che abbina la distribuzione di generi alimentari e di prima necessità ad interventi di accompagnamento, formazione, educazione e anche inserimento lavorativo. Perchè la raccolta e la distribuzione dei prodotti deve creare anche nuove opportunità di impiego per chi è rimasto senza lavoro”.

I prossimi obiettivi del progetto regionale – ha prospettato l’assessore – sono l’aggiornamento della normativa regionale (lr 11/2011), il coinvolgimento nella rete del recupero anche delle multiutilities ambientali e l’estensione del numero dei donatori e dei collaboratori, per promuovere la raccolta di generi alimentari ritirati dagli scaffali anche tra i piccoli e medi distributori e coinvolgere in modo più capillare le imprese di produzione agricola.

 

Comunicato stampa N° 1587 del 23/11/2016, Regione Veneto
 

 
NON compilare questo campo