POVERT└ E INCLUSIONE /
L'allarme del Fondo Monetario Internazionale: giovani europei a rischio povertà
Rai News, 24 gennaio 2018
25 gennaio 2018

Secondo il Fondo Monetario Internazionale, attualmente i giovani sono il gruppo anagrafico a maggior rischio di povertà in Europa. Nel sud del continente la situazione è più drammatica: a essere minacciato è addirittura un ragazzo su 4. In particolare, ai giovani tra i 16 e i 34 anni fa capo appena il 5% della ricchezza netta in Europa e la loro ricchezza mediana è soltanto un decimo di quella del gruppo di persone oltre i 65 anni. Sempre tra le generazioni più giovani si ritrova il più alto rapporto tra debito e patrimonio (49%) e la maggiore possibilità di finire tra i "protestati" (12,4%).

Inoltre, se prima della crisi i tassi di povertà relativa di giovani (18-24 anni) e anziani (oltre i 65 anni) erano ampiamente simili, oggi la minaccia è cresciuta "significativamente" per i primi, che - sempre secondo il Fondo Monetario Internazionale - sono diventati il gruppo anagrafico a maggior rischio povertà, tanto in termini relativi che assoluti. A pesare sui destini dei ragazzi europei, affermano gli economisti del Fondo, sono stati gli sviluppi del mercato del lavoro, ma anche i modelli scelti per riformare i sistemi di protezione sociale e consolidare i conti pubblici.


L'allarme del Fondo Monetario Internazionale: giovani europei a rischio povertà

Rai News, 24 gennaio 2018

 
NON compilare questo campo