Povertà minorile: ora il secondo welfare può diventare protagonista
Da più di un decennio la povertà dei minori è diventata una delle sfide più serie per il nostro Paese e il suo futuro. L'istituzione del Reddito d'Inclusione e, in particolare, del Fondo per il contrasto alla povertà educativa, costituiscono un primo passo per rispondere a tale sfida. A muoversi non è stato però solo lo Stato, ma anche le associazioni della società civile e tutto il mondo del secondo welfare.
 
Facciamo funzionare il Rei, pensando anche a lavoro e formazione
Maurizio Ferrera sul numero 12/2017 della Rivista "Bene Comune" spiega che l'introduzione del Reddito di Inclusione rappresenta un importante punto di svolta per lo stato sociale italiano, ma la lotta alla povertà va condotta su più fronti. Lavoro e Welfare innanzitutto. E poi istruzione, formazione, conciliazione, servizi per le famiglie, incentivi alla creazione di nuovi mercati.
 
Senza giovani non c'è futuro: a Milano fa tappa "Tutta un'altra storia"
Vi raccontiamo la terza tappa della manifestazione itinerante "Tutta un’altra storia". Ragazzi delle scuole milanesi e organizzazioni del Terzo Settore hanno assistito allo spettacolo teatrale "Aspettando il tempo che passa", scritto in collaborazione con i ragazzi detenuti nel carcere minorile di Airola (Benevento). Sono poi stati presentati i progetti finanziati in Lombardia dal Fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa.
 
Reddito di Inclusione: Bene Comune dedica un intero numero alla misura di contrasto alla povertà
La rivista on-line "Bene Comune", promossa dalle Acli nazionali, ha dedicato il numero 12/2007 al Reddito di Inclusione, la misura di contrasto alla povertà operativa in Italia dall'inizio del mese di Gennaio. In questo articolo presentiamo sinteticamente i principali contenuti di questo interessante numero.
 
L'allarme del Fondo Monetario Internazionale: giovani europei a rischio povertà
Secondo il Fondo Monetario Internazionale, attualmente i giovani sono il gruppo anagrafico a maggior rischio di povertà in Europa. Nel sud del continente la situazione è più drammatica: a essere minacciato è addirittura un ragazzo su 4 | Rai News, 24 gennaio 2018
 
I programmi sul reddito e i poveri (invisibili)
C’è un dato milanese, tra i tantissimi positivi di un momento d’oro della città, che dovrebbe farci riflettere. Il 40 per cento delle persone che si rivolgono alla Caritas per avere generi di prima necessità, sono nostri connazionali | Ferruccio De Bortoli, Il Corriere della Sera, 20 gennaio 2018
 
Il lavoro aumenta ma la povertà non diminuisce
I dati Istat sul mercato del lavoro a novembre fotografano una situazione in miglioramento, anche se crescono in modo sostenuto gli impieghi precari. Ma, se il lavoro aumenta, perché la povertà non diminuisce? Una prima, importante risposta, è ancora nei dati Istat: mentre il numero degli occupati è salito oltre i livelli pre-crisi del 2008, quello delle ore lavorate è ancora inferiore a quei livelli| Roberto Rossini, Huffington Post, 17 gennaio 2018
 
Povertà: Caritas Ambrosiana, "lo scorso anno 30mila richieste di aiuto, il doppio rispetto all'inizio della crisi"
“Nella diocesi di Milano, stimiamo che lo sorso anno siano state 30mila le persone che hanno chiesto aiuti alimentari ai centri di ascolto Caritas, quasi il doppio rispetto all’inizio della crisi economica”. Lo ha detto questa mattina il direttore di Caritas Ambrosiana, Luciano Gualzetti | Agensir, 13 gennaio 2018
 
Agorà 2028: la strategia di ActionAid fondata su diritti, redistribuzione e resilienza politica e sociale
ActionAid Italia è un'organizzazione indipendente, impegnata in progetti internazionali e nazionali a sostegno dei diritti fondamentali dell'uomo. Da sempre, la Onlus realizza importanti progetti per il contrasto a ogni forma di povertà. A questo riguardo, con lo scopo di approfondire quali saranno le sue priorità nel prossimo futuro, abbiamo intervistato Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid.
 
Dispersione scolastica e povertà educativa: la situazione dell'Italia
Cala la dispersione scolastica, con un tasso del 13,8% di coloro che abbandonano precocemente gli studi (dato 2016) contro il 20,8% di dieci anni fa. L'Italia si avvicina dunque all'obiettivo Europa 2020, al raggiungimento del livello del 10%. Ma restano forti gli squilibri territoriali, con Sicilia, Campania, Sardegna sopra la media nazionale. Questi i risultati del lavoro della Cabina di regia voluta dal Ministero dell'Istruzione.
 
Il Reddito di inclusione diventa universalistico
Ancor prima che la misura diventasse operativa, la legge di bilancio 2018 ha modificato, ampliando la platea dei beneficiari e incrementando le risorse da destinare alle famiglie numerose, il Reddito di Inclusione (REI). La novità più rilevante riguarda l'estensione, in chiave universalistica, della misura. Dal prossimo luglio infatti i requisiti relativi alle caratteristiche del nucleo richiedente decadranno.
 
Inps, in un mese 75mila domande per il Reddito di Inclusione (REI)
Sono 75.885 le domande di Reddito di Inclusione pervenute all'Inps nel periodo fra il primo dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018. Lo comunica l'istituto, aggiungendo che le regioni da cui sono state trasmesse il maggior numero di domande sono la Campania, con 16.686 (22%), e la Sicilia, con 16.366 (21,4%) | Ansa, 2 gennaio 2018
 
Contrasto allo spreco: perché la Legge di Bilancio rafforza l'attuazione della Legge Gadda
La Legge di Bilancio 2018 estende il raggio di azione della Legge 166/2016, nota anche come "Legge Gadda" o "Legge antisprechi", ampliando il paniere di prodotti donabili, estendendo le relative agevolazioni fiscali e semplificando alcune procedure. Per aumentarne l'impatto è necessario, tuttavia, potenziarne la divulgazione e supportare la formazione di potenziali donatori e enti riceventi.
 
Bologna: siglato un patto per il contrasto alle fragilità sociali
Lo scorso 19 dicembre, è stato firmato nella sede della Città Metropolitana di Bologna il "Patto per il contrasto alle fragilità sociali": una cooperazione tra settore pubblico e privato per individuare le principali aree di disagio sociale presenti sul territorio e definire in maniera condivisa gli interventi da realizzare | Bologna Today, 20 dicembre 2017
 
"Tutta un'altra storia" fa tappa a Reggio Emilia
Il 6 dicembre Reggio Emilia ha ospitato il secondo appuntamento della manifestazione itinerante "Tutta un'altra storia", lanciata dall'impresa sociale Con i Bambini per promuovere l'importanza del contrasto alla povertà educativa nel nostro Paese. Nel corso dell'evento sono stati presentati i progetti finanziati a livello regionale dai bandi afferenti al Fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa.
 
Riflessioni sulla povertà minorile in Italia / 2
Come anticipato in un nostro precedente articolo, lo scorso 15 novembre si è tenuta alla Camera dei Deputati il Convegno nazione "Italia: Poveri Bambini". In questo approfondimento vi proponiamo gli interventi che si sono tenuti nel corso delle due sessioni pomeridiane dell'evento promosso da Fondazione L'Albero della Vita, in collaborazione con Human Foundation, Alleanza contro la povertà, Ordine Assistenti sociali - Consiglio nazionale e con la partnership pedagogica di Fondazione Patrizio Paoletti.
 
Fondo sociale europeo, in Toscana ne hanno usufruito un milione di persone
In Toscana, oltre un milione e trecentomila persone, di cui ben 450.000 sotto i trent'anni, dal 2000 a oggi hanno potuto trovare, orientare, o qualificare il proprio lavoro, e in qualche modo cambiare la propria via grazie al Fondo sociale europeo | Redattore Sociale, 15 dicembre 2017
 
Milano: in otto giorni dall'avvio del REI sono 2.800 le richieste
È un dato su cui riflettere. A Milano, da quando è partito il reddito di inclusione e in solo otto giorni lavorativi, sono pervenute ai Caf e di conseguenza ai Servizi sociali, ben 2.800 domande di nuclei famigliari in povertà. Oltre il triplo di qualsiasi altra forma di sostegno al reddito varata negli ultimi anni | Maurizio Giannattasio, Il Corriere della Sera, 17 dicembre 2017
 
Riflessioni sulla povertà minorile in Italia
A poche settimane dall'approvazione della prima misura nazionale di contrasto alla povertà assoluta, lo scorso 15 novembre Fondazione L'Albero della Vita ha organizzato una giornata di confronto e discussione su uno degli aspetti della povertà non ancora del tutto esplorato in tutti i suoi aspetti: quella dei minori. La conferenza - dal titolo "Italia: poveri bambini" - è stata promossa in collaborazione con Human Foundation, Alleanza contro la povertà e l'Ordine Assistenti sociali.
 
Eurostat: l'Italia è il paese che ha più poveri in Europa
Secondo Eurostat l'Italia è il Paese che conta, in valori assoluti, più poveri in Europa. È quanto emerge dalle analisi dall'Ufficio Statistico dell'Unione Europea sul tasso di privazione sociale. Nel 2016 i poveri erano quasi 10,5 milioni | Rai News, 13 dicembre 2017
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13