Cresce il divario poveri-ricchi. Pessimista il 40% degli italiani
La percezione della situazione politica e di quella economica peggiora e per il 2017 pensionati e ceto medio hanno poche aspettative. È questo il quadro che emerge dall’ultima rilevazione sugli italiani di Community Media Research, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, per La Stampa.
 
Welfare, le lancette della politica indietro di tre anni?
Resta ancora da capire cosa ne sarà dei provvedimenti riguardanti il sociale messi in campo dall’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Tra questi l’aumento del fondo per la non-autosufficienza e il ddl povertà.
 
Contrasto alla povertà educativa: in Fondazione Cariplo la presentazione dei bandi
In Fondazione Cariplo sono stati presentato i bandi finanziati dal “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”. Per quest'anno, il budget complessivo è pari a 115 milioni di euro. Di questi, 69 milioni sono destinati ai progetti “Prima Infanzia”, rivolti ai bambini fra 0 e 6 anni, e 46 milioni ai progetti “Adolescenza”, destinati ai ragazzi fra 11 e 17 anni. Per presentare proposte c’è tempo fino al 16 gennaio nel caso del bando per la prima infanzia e fino all’8 febbraio per quello dell’adolescenza.
 
Un pensionato in famiglia allontana il rischio di povertà
Un pensionato in famiglia allontana il rischio povertà. Se ci sono pensionati nel nucleo familiare il rischio di povertà ed esclusione soicale si ferma al 16,5%, se i pensionati non ci sono il rischio sale al 22%. Questo conferma che la povertà e l'esclusione sociale stanno aumentando di più nelle fasce di popolazione giovane e in età da lavoro e meno per gli over 65enni.
 
Emilia-Romagna, via al reddito di solidarietà: fino a 400 euro al mese ai poveri
La Regione Emilia-Romagna ha approvato il reddito di solidarietà a favore delle persone più povere. Ne beneficeranno 35 mila famiglie (circa 80 mila persone), anche con un solo componente, con un Isee pari o inferiore a tremila euro l'anno. La legge è stata proposta e votata dalla maggioranza in consiglio regionale, Sel e Pd. Il Movimento 5 Stelle si è astenuto. Contrari Forza Italia e Lega Nord.
 
In dieci anni si è allargata a macchia d'olio: la povertà in Italia è cresciuta del 141%
La povertà si è allargata a macchia d'olio ed è più che raddoppiata nell'arco degli ultimi dieci anni. Oggi 4,6 milioni di persone sono in povertà assoluta e spesso il lavoro, per come si è configurato dopo la crisi, non basta ad allontanare il rischio di povertà. | Michela Scacchioli, La Repubblica, 13 dicembre 2016
 
L'impietosa condizione dei minori che vivono in Italia
Il 7° Atlante dell’Infanzia (a rischio). Bambini, Supereroi" di Save the Children racconta la difficile realtà dei tantissimi minori a rischio povertà che vivono nel nostro Paese. In Italia, infatti, più di un milione di bambini vive in povertà assoluta, mentre un bambino su tre è a rischio povertà ed esclusione sociale. Il volume, articolato in 43 tavole tematiche e 48 mappe che contengono analisi, grafici e dati geolocalizzati, offre una panoramica completa della realtà dell’infanzia in Italia. Questo articolo riporta i dati più interessanti.
 
Con la crisi non basta più il lavoro di uno solo in famiglia
Il modello del maschio «breadwinner», che lavora e mantiene la sua famiglia con figli, con la donna che si occupa della casa e della cura tanto decantato come modello negli anni ’50 e ancora ampiamente diffuso nel Sud, e al Nord tra le famiglie di immigrati marocchini e albanesi, non è più sostenibile socialmente, ha aumentato la vulnerabilità di queste famiglie, soprattutto quelle operaie, ma non solo. | Linda Laura Sabbadini, La Stampa, 12 dicembre 2016
 
La lotta alla povertà deve andare avanti: l’appello della Cisl
Il Segretario Confederale Cisl, responsabile Politiche Sociali, Maurizio Bernava lancia un appello perchè, nonostante la crisi post-referendaria, si dia seguito alle misure organiche sulla povertà definite dal dimissionario Governo Renzi. La Cisl si è rivolta direttamente al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, affinché ponga davanti al Senato l'urgenza di approvare definitivamente le norme sulla povertà.
 
Ddl povertà: siamo su un binario morto?
La crisi di Governo rischia di congelare l’Iter del ddl povertà che, approvato alla Camera la scorsa estate, è ora in Senato. Tutto questo quando l'Istat ci ricorda che in Italia più di un quarto della popolazione è a rischio di povertà ed esclusione sociale. Il disegno di legge delega, collegato alla Legge di Stabilità 2016, mira a contrastare la povertà e l’esclusione sociale attraverso l’introduzione del Reddito di Inclusione. Ma questa misura rischia appunto di essere su un binario morto.
 
Che ne sarà adesso del piano contro la povertà?
Un'intervista alla senatrice PD Anna Maria Parente, relatrice per il ddl delega sul contrasto alla povertà in Commissione Lavoro del Senato, affronta la questione della lotta alla povertà dopo la caduta del Governo Renzi. | Sara De Carli, Vita, 7 dicembre 2016
 
Vince il no, Renzi lascia. A rischio le riforme su terzo settore e povertà
Con le dimissioni del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, alcuni provvedimenti che la maggioranza aveva portato a casa rischiano di rimanere al palo. E' il caso in particolare, del Fondo per la non-autosufficienza, del Disegno di Legge Delega per il contrasto alla povertà e della riforma del Terzo Settore. | Redattore Sociale, 5 dicembre 2016
 
Italia, i nuovi poveri sono i bambini
Le famiglie con minori sono quelle che stanno pagando il prezzo più alto della crisi e la povertà minorile non sembra risentire della frattura fra nord e sud del paese. Ecco i dati presentati dal Presidente dell'Istat Giorgio Alleva in occasione dell'audizione in Commissione Lavoro | Sara De Carli, Vita, 5 dicembre 2016
 
A Parma una app contro lo spreco alimentare
Combattere lo spreco alimentare unendo tecnologia e volontariato. È la filosofia del nuovo progetto "Parma non spreca", risultato di uno sforzo collettivo che ha coinvolto il Comune, il mondo del volontariato e del terzo settore, aziende come Iren, la Fondazione Cariparma, la Fondazione Bruno Kessler di Trento e le associazioni di categoria. Attraverso una piattaforma solidale, disponibile per smartphone, tablet e computer, sarà possibile raccogliere cibo fresco direttamente da bar, ristoranti e piccole botteghe alimentari e donarlo a chi ne ha più bisogno. | Repubblica Parma, 2 dicembre 2016
 
Sedicimila euro per la raccolta dati su povertà, disuguaglianze e disagio sociale
Grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, la Fondazione Roberto Franceschi Onlus promuove annualmente un programma di finanziamento alla ricerca destinato a studenti (di corsi di laurea magistrale e di dottorato) degli atenei della Lombardia. Il finanziamento, del valore complessivo di 16.000 euro, è destinato alla raccolta di dati originali su disagio sociale, povertà e disuguaglianze.
 
Legge di Stabilità: 150 milioni in più al Fondo povertà
Con un emendamento proposto dal Partito Democratico, la Commissione Bilancio ha destinato ulteriori 150 milioni di euro al Fondo per il contrasto alla povertà. In questo modo le risorse del fondo, che saranno destinate nel 2017 al SIA e nel 2018 al REI, sono rispettivamente pari a 1,2 e a 1,7 miliardi. Si tratta di risorse inizialmente destinate all'Asdi e che, nella prospettiva di creare una misura unica nazionale di contrasto alla povertà, sono stati assorbiti dal fondo dedicato.
 
Il Casellario dell’Assistenza in Lombardia: intervista a Roberto Scanagatti
ll Casellario dell’Assistenza in Lombardia mira a offrire una base conoscitiva utile a migliorare gli interventi nel campo dell'assistenza ma, al momento, presenta alcuni limiti che Inps e Regione stanno cercando di superare insieme. In questa intervista con Roberto Scanagatti, Presidente Anci Lombardia e Sindaco di Monza, abbiamo discusso delle difficoltà che i Comuni incontrano nell’implementazione di questo strumento e dei vantaggi che arriverebbero se fosse messo a regime.
 
Legge di Stabilità: pioggia di modifiche. Il ministero del Lavoro: 500 milioni in più per la lotta alla povertà
Giuliano Poletti chiede un incremento di 500 milioni l’anno per il 2017 e il 2018 e di 1 miliardo dal 2019 del Fondo per la lotta alla povertà. La copertura è in parte individuata nel riordino degli ammortizzatori sociali, in parte è a valere sulla legge di stabilità 2015 e in parte sulla stessa legge di bilancio del prossimo anno.
 
Gli italiani sono sempre più poveri, un reddito d’inclusione per tutti è ormai una necessità
Gli italiani sono sempre più poveri e per questo il Reddito Miinimo è sempre più necessario. Dopo diverse sperimentazioni, anche l'Italia ha messo appunto una misura a sostegno dei redditi di chi vive sotto la soglia di povertà. Questa misura sconta però un limite importante, purtroppo non è universalistica. Il commento di Tortuga. | Linkiesta, Tortuga, 1 Novembre 2016
 
Tra povertà e esclusione sociale, la condizione dei Neet italiani secondo i dati Caritas
Il volume “Nel Paese dei Neet. Rapporto di ricerca sui giovani Neet in condizione di povertà ed esclusione sociale” presenta i principali risultati di una ricerca che ha riguardato i giovani Neet che si rivolgono ai Centri di Ascolto Caritas. L’indagine si è posta l’obiettivo di approfondire la duplice condizione di svantaggio di quei giovani che provengono da contesti di disagio sociale e povertà economica e sono “Not in Employment, Education and Training”, cioè esclusi da percorsi di studio e formazione oltreché dal lavoro.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6