PARTI SOCIALI /
Confindustria, Cgil, Cisl e Uil insieme per aiutare i territori colpiti dal terremoto
I lavoratori potranno donare il corrispettivo di un'ora del proprio lavoro, cui si aggiungerà un contributo equivalente da parte delle imprese
30 agosto 2016

Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, di fronte alla drammaticità del sisma che ha colpito le popolazioni del Centro Italia, hanno deciso di impegnarsi congiuntamente per portare la propria solidarietà ai territori feriti dal terremoto.

Il 30 agosto Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, Segretari Generali dei tre principali sindacati italiani, e il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia hanno sottoscritto un accordo che attiva il “Fondo di intervento a favore delle popolazioni del Centro Italia”. Il fondo raccoglierà contributi volontari da parte dei lavoratori di tutto il territorio nazionale, che potranno donare il corrispettivo di un'ora del proprio lavoro a cui si aggiungerà un contributo equivalente da parte delle imprese. I contributi verranno raccolti tramite il c/c con codice IBAN: IT94V0103003201 000002589031 BIC – PASCITMMRM, attivato presso il Monte Paschi di Siena e intestato a "Confindustria, Cgil, Cisl, Uil - Fondo di solidarietà per le popolazioni centro italia". 

Le parti sociali promotrici dell'iniziativa effettueranno una valutazione puntuale sulle modalità di intervento entro il prossimo mese di ottobre. Le risorse saranno utilzzate in coerenza con le indicazioni delle istituzioni locali e delle autorità preposte al piano di ricostruzione, nei modi e con le forme che ne garantiscano la certezza della destinazione – comunque a sostegno di servizi/strutture di pubblica utilità – e, considerata la gravità della situazione e la necessità di avviare al più presto la ricostruzione, sarà garantito il più rapido utilizzo possibile. La raccolta fondi terminerà il 31 gennaio 2017


Riferimenti

Il comunicato stampa sul sito della Cgil

 
NON compilare questo campo