INNOVACARE /
Italia 2030? I malati cronici e i disabili saranno la vera emergenza
Redattore Sociale, 11 luglio 2018
23 luglio 2018

La vera emergenza dell'Italia fra dieci anni? I cinque milioni di anziani over 65 anni portatori di disabilità e gli otto milioni con almeno una malattia cronica. Saranno ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e respiratorie le bestie nere dell'Italia del futuro, che metteranno pressione sulla sostenibilità economica del sistema sanitario e assistenziale. Una piaga che colpirà sopratutto i 4,5 milioni di over 65 che vivranno da soli nel 2030 e fra questi il milione e duecentomila che, sempre fra un decennio, avrà più di 85 anni.

Questo è quanto emerge dalla terza edizione de "Gli Stati generali dell'assistenza a lungo termine", la due giorni romana (11-12 luglio) che si è svolta al Ministero della Salute.

I numeri dell'Istituto nazionale di statistica presentati nel corso dell'evento raccontano di un declino demografico in atto: nel 2050 ci saranno 63 anziani ogni 100 persone in età lavorativa (oggi sono 35); il numero di over 65 crescerà fino a un terzo degli abitanti totali, 20 milioni, nonostante un calo previsto della popolazione di 2,5 milioni di unità. Le conseguenze? L'aumento di condizioni patologiche che necessitano di cure a lungo termine e un numero inferiore di giovani in grado di tenere in piedi il sistema produttivo e contemporaneamente prendersi cura dei più anziani.


Italia 2030? I malati cronici e i disabili saranno la vera emergenza

Redattore Sociale, 11 luglio 2018