INNOVACARE /
Il welfare italiano chiede un'immigrazione normale
Sergio Pasquinelli e Giselda Rusmini, Welforum, 9 luglio 2018
10 luglio 2018

Sergio Pasquinelli e Giselda Rusmini su Welforum.it ricordano come nel nostro Paese interi comparti del welfare si reggano su forza lavoro immigrata: ad esempio la cura a domicilio con le badanti, ma anche l’assistenza sanitaria, dove soprattutto tra gli operatori sociosanitari e ausiliari c'è una forte presenza straniera.

A causa del costante invecchiamento della popolazione abbiamo e avremo sempre più bisogno di questo genere di professioni, ma la chiusura dei porti e l'arresto dei flussi stanno distogliendo completamente il nostro sguardo dai meccanismi per favorire una immigrazione “normale” che riguarda anche questi lavori. È quindi urgente mettere a tema l’attivazione di nuovi flussi di ingresso, senza i quali il welfare dei servizi rischia l’implosione.

Una questione cruciale che non a caso è tra i temi di cui occupa InnovaCAre, progetto di ricerca multidisciplinare su invecchiamento, Long Term Care e innovazione sociale realizzato dall'Università degli Studi di Milano e dell'Università Vita-Salute San Raffaele grazie al sostegno di Fondazione Cariplo


Leggi l'articolo:
Il welfare italiano chiede un'immigrazione normale
Sergio Pasquinelli e Giselda Rusmini, Welforum, 9 luglio 2018