GOVERNI LOCALI / Regioni
Le attività dei Piani Territoriali di Conciliazione lombardi 2017-2018 prorogate fino a gennaio 2020
Con la DGR 1017 del 17/12/2018 stanziato un ulteriore milione di euro a favore delle progettualità in corso
14 gennaio 2019

Lo scorso dicembre, con la DGR 1017, la Giunta lombarda ha stabilito di prorogare la conclusione dei Piani Territoriali di Conciliazione relativi al biennio 2017-2018 al 15 gennaio 2020, un anno dopo i termini previsti dalla DGR 5969 del 2016 che aveva stabilito le linee guida per la definizione degli stessi Piani Territoriali. In totale, sono 44 i progetti presentati dalle Alleanze e ammessi al finanziamento, per un valore totale concesso pari a 2.782.889 euro e un valore complessivo dei progetti ammessi e finanziati pari a 4.292.411 euro, oltre al valore collegato alle azioni di sistema per un importo complessivo di 806.418 euro.

La proroga ha assegnato ulteriori risorse, pari a 1.000.000 di euro, da ripartire a favore delle ATS (Agenzie di Tutela della Salute, capofila dei vari Piani) secondo specifici criteri stabiliti nella DGR, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo e la conclusione dei Piani 2017-2018. Sarà inoltre possibile l’utilizzo di eventuali accantonamenti derivanti da economie prodotte su assegnazioni legate a precedenti o all’attuale programmazione. Dalle relazioni intermedie presentate entro il 15 novembre 2018 dalle ATS, sono emersi infatti, per la maggioranza delle Alleanze, ritardi nell’attuazione del cronoprogramma delle azioni.

La DGR ha inoltre attivato uno specifico gruppo di lavoro con le ATS che, nel corso del 2019, si impegneranno in un percorso di attenta valutazione strategica/operativa sull’impatto prodotto in questi anni, a livello lombardo, dai servizi e degli interventi implementati a favore della conciliazione vita-lavoro.


Per leggere gli atti della Giunta regionale della Lombardia